Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Luisa Ciambella durante il sit-in del Pd a piazza del Comune

“L’odio razziale deve indignare la coscienza di ogni persona”

Condividi la notizia:

Viterbo - Piazza del Comune - Sit-in del Pd contro il razzismo - Luisa Cimabella

Viterbo – Piazza del Comune – Sit-in del Pd contro il razzismo – Luisa Cimabella

Viterbo - Piazza del Comune - Sit-in del Pd contro il razzismo - Luisa Cimabella

Viterbo – Piazza del Comune – Sit-in del Pd contro il razzismo – Luisa Cimabella

Viterbo – “L’odio razziale in continua escalation deve indignare la coscienza di ogni persona”.

Sono le parole pronunciate da Luisa Ciambella durante il sit-in del Pd in piazza del Comune. Con lei anche i consiglieri Martina Minchella e Giacomo Barelli.

Per l’occasione Luisa Ciambella ha chiesto una sospensione di 30 minuti del consiglio comunale e ha invitato tutti i consiglieri a prendere parte alla manifestazione.

“Ognuno è libero di esprimersi sul tema del razzismo a proprio modo – dichiara Ciambella – ma a 80 anni dall’emanazione delle leggi razziali del 1938 da parte di re Vittorio Emanuele III, scritte di proprio pugno da Mussolini, veder risvegliare nel nostro Paese l’intolleranza e l’odio razziale in una continua escalation su tutto il territorio nazionale deve mobilitare e indignare la coscienza di ogni persona”.

Con lei in piazza una ventina di altre persone con in mano il manifesta #bastarazzismo.

“L’intolleranza razziale – continua Luisa Ciambella – si espande potendo coinvolgere in tempi e in modi diversi tutti coloro che per stile di vita, religione, estrazione sociale, razza, orientamento sessuale, possono essere considerati fuori da una autoreferenziale normalità. Il nostro Paese ha già vissuto questi momenti che sono inziati a carico dei diversi con intimidazioni verbali, intimidazioni fisiche, danni alle cose e poi alle persone in un crescendo di esasperazione e rabbia ben prima dell’emanazione delle leggi razziali”.

Infine un appello “ai tanti cattolici che hanno votato Lega, ai tanti ex diessini che hanno votato 5 stelle: guardate nel profondo del vostro cuore e della vostra anima e parlate, non abbiate paura, dobbiamo farci sentire rispettandoci a vicenda per le rispettive scelte elettorali ma abbiamo il dovere etico e morale di non tacere rispetto a questa montante intolleranza razzista in Italia”.


Condividi la notizia:
31 luglio, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR