--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cultura - Venerdì 13 luglio l'esordio cinematografico italiano dell'anno dei Fratelli D’Innocenzo presentato a Viterbo dal giovane protagonista - Sabato 14 in arrivo Marco Giallini

Matteo Olivetti e “La terra dell’abbastanza” al Tuscia film fest

Matteo Olivetti

Matteo Olivetti

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Venerdì 13 luglio al Tuscia Film Fest arriva l’esordio cinematografico italiano dell’anno. Matteo Olivetti, giovane protagonista del film, sarà in piazza San Lorenzo (ore 21.15) per presentare il potente e sorprendente La terra dell’abbastanza dei fratelli D’Innocenzo.

Definito dalla critica come uno dei film più potenti dell’anno, “una meraviglia” dalla rivista statunitense Hollywood Reporter e “impressionante” dallo Screen Daily, l’opera prima dei gemelli D’Innocenzo, presentato alla Berlinale 2018, ha come protagonisti Mirko (Matteo Olivetti) e Manolo (Andrea Carpenzano).

Due giovani amici della periferia di Roma, bravi ragazzi fino al momento in cui, guidando a tarda notte, investono un uomo e decidono di scappare. La tragedia si trasforma in un apparente colpo di fortuna: l’uomo investito è un pentito di un clan criminale e facendolo fuori, si sono guadagnati il rispetto e il denaro che non hanno mai avuto. Un biglietto d’entrata per l’inferno che scambiano per un lasciapassare verso il paradiso.

La terra dell’abbastanza, dove bisogna farsi bastare quello che c’è perché non si ha la possibilità di scegliere, è immersa, secondo le parole dei registi originari di Tor Bella Monaca “in un luogo dove la sconfitta è già scritta”. E aggiungono: “In un mondo in cui la sofferenza è sinonimo di debolezza i nostri due protagonisti si spingono oltre il limite della sopportazione, fingendo di non sentire nulla.

Andranno fino in fondo, perché quando il sangue non fa più impressione e la paura non è più meccanismo di difesa, la violenza diventa l’unico linguaggio comprensibile”. In merito alla scelta degli attori: “Di Matteo ci ha colpito il suo prendere a mozzichi la vita; in Andrea abbiamo trovato l’anima malinconica che cercavamo”.

La prevendita dell’evento è disponibile sul sito www.tusciafilmfest.com e a Viterbo presso il Museo Colle del Duomo in piazza San Lorenzo (ogni giorno dalle ore 10 alle ore 19). La biglietteria dell’arena aprirà ogni giorno alle ore 19.15 in Piazza della Morte.

Nato in Inghilterra e cresciuto in Italia, il giovane e promettente Matteo Olivetti, debutta al cinema nel ruolo da protagonista in Game Over (1999) di Massimo Spano. Ancora bambino recita a fianco di Luca Barbareschi nelle due serie della fiction Giorni da Leone 1 (2002), Giorni da Leone 2 (2006-2008) di Francesco Barilli. Compare in Compagni di scuola (2001) di Tiziana Aristarco e Claudio Norza e in Incantesimo (2002–2003) di Alessandro Cane.

Sabato 14 luglio, un altro attesissimo ospite: Marco Giallini sarà, infatti, a Viterbo per incontrare il pubblico e introdurre il film Io sono tempesta di Daniele Luchetti del quale l’attore romano è protagonista.
Il Tuscia Film Fest si chiuderà domenica 15 luglio con la regista Paola Randi che presenterà la sua ultima opera Tito e gli alieni.

Tuscia film fest

12 luglio, 2018

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564