--

--

Ezio-mauro560x60

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Caso nave Diciotti - Il ministro dell'Interno: "Prima di concedere autorizzazioni, voglio i nomi dei dirottatori"

Migranti, Salvini: “Devono scendere in manette”

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Matteo Salvini

Matteo Salvini

Roma – “Prima di concedere qualsiasi autorizzazione attendo di sapere nomi, cognomi e nazionalità dei violenti dirottatori, che dovranno scendere dalla Diciotti in manette”. 

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ribadisce chiaramente la sua posizione sulla vicenda della nave Diciotti sul suo profilo Facebook, a margine dell’incontro tenuto stamattina a palazzo Chigi col presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

L’imbarcazione, con a bordo 67 migranti, è stata salvata dalla guardia costiera italiana ed è diretta verso il porto di Trapani, dove approderà intorno alle 17, su autorizzazione del ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli.

Ma Salvini, che oggi pomeriggio è in Austria per una riunione con gli altri ministri dell’Interno europei, ha lasciato l’Italia con parole chiare. “Se c’è gente che ha minacciato e aggredito, non sarà gente che finisce in un albergo, ma sarà gente che dovrà finire in una galera. Io non darò autorizzazione a nessun tipo di sbarco fino a che non ci sarà garanzia che i delinquenti che hanno dirottato una nave finiscano in galera, e poi vengano riportati il prima possibile nel loro Paese”.

Il ministro leghista ha snocciolato anche dei numeri. “Da che sono ministro dell’Interno, grazie al lavoro di persone assolutamente di spessore e grazie alla linea della fermezza, sono sbarcati 21mila immigrati in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno”.

“Voglio fare ancora meglio – ha concluso Salvini – perché meno sbarchi significa meno morti”.

11 luglio, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR