Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Continua a crescere la famigliola che qualche settimana fa ha scelto di fare il proprio nido a Tusciaweb - Tra alti, bassi, e qualche ceffone, che ogni tanto vola - Video e foto

Quando una rondine s’incazza e se ne va…

Viterbo - Le rondini nella redazione di Tusciaweb

Viterbo – Le rondini nella redazione di Tusciaweb

Viterbo - Le rondini nella redazione di Tusciaweb

Viterbo – Le rondini nella redazione di Tusciaweb

Viterbo - Le rondini nella redazione di Tusciaweb

Viterbo – Le rondini nella redazione di Tusciaweb

Viterbo – (dan.ca.) – Si sa cosa scrivere, anche d’estate. Non manca niente, nemmeno ad agosto. Non mancherà. Quindi si scrive, pure di questo. Di cinque rondini nate, in redazione. Qui a Tusciaweb.


Multimedia: Le rondini di Tusciaweb – Video


Una coppia col nido, sotto al cornicione. Buona notizia, poco sopra la tapparella che dà verso il balcone, con affaccio su via Bachelet.

Fa piacere vederle. E scriverci, pure, sopra due righe. Specialmente se “fanno a pizze”. Pure loro. Per decidere chi deve stare in pole position fuori dal nido. Perché chi ci sta, mangia per primo e lo fa meglio. Più dell’altro. Senza cortesia né complimenti. Niente fratelli ma solo contendenti. Nessuna solidarietà, soltanto concorrenza. 

Cinque rondini in tutto. Due fanno la spola con l’esterno per portare insetti ai tre figli che restano dentro a crescere. I tre s’affacciano appena sentono un rumore. Aspettano gli altri due che tornano a rifocillarli. Li chiamano. Arrivano. Aprono la bocca. Mangiano. Cercano soprattutto di non perdere la posizione. Quella più favorevole.

Una formica resta appesa al becco d’una di loro. Stecchita, ma difficile da raggiungere e inghiottire. La rondine prova comunque sia a farlo, scuotendo la testa a destra e sinistra per poi afferrare la malcapitata al momento giusto. Le altre due rondini, a turno, provano a fregargliela appena possono. Non ci riescono.  

Una delle tre rondini nel nido, a un certo punto, spicca il volo. All’improvviso. Pareva non sapesse ancora volare. Gira per un po’ e alla fine torna. E dà pure lei da mangiare ai fratelli, prima di rientrare.

Non hanno paura di niente. Al massimo lamentano la fame. Appena sentono arrivare qualcuno, tirano subito fuori subito la testa. Senza distogliere lo sguardo, fissano e interrogano. Come chi dice… “mo’ che famo!”. Foto e video, la risposta.

A un certo punto due rondini si pigliano per il collo. Una delle due s’era stufata di restare a bocca asciutta a causa della posizione più sfigata. Afferra l’altra per le piume e la tira dentro al nido. Quest’ultima urla ma alla fine ha la meglio, ritornando in posizione. Quella di prima. Con la formica attaccata al becco, che non tenta nemmeno più di mangiare.

Chi ha perso la sfida tuttavia non ci sta. Accetta il rapporto di forza ma non i morsi della fame. Quelli no, non si sopportano. E allora decide. Di fare da sé. Andarsene. Appoggia la zampetta sul bordo del nido. Spicca il volo… e un bel saluto a tutti.

Daniele Camilli


Good news

Chiediamo a tutti i lettori di segnalare ogni esperienza positiva che li ha coinvolti o che ha coinvolto i loro cari.

Episodi belli da raccontare, situazioni critiche che si sono concluse con un lieto fine, ringraziamenti a chi lavora nelle strutture pubbliche o private. Insomma momenti belli e racconti di vita su ciò che funziona bene a Viterbo e in tutta la Tuscia.

Basta azionare il telefonino, fotografare e scrivere due righe con nome e cognome inviandole alla redazione, specificando se si vuole essere citati nell’articolo e/o come autori delle foto, e far riferimento all’iniziativa “Good news”. In ogni caso va inserito un proprio contatto telefonico (preferibilmente cellulare) che, ovviamente, non sarà reso pubblico. Le foto e i video devono essere realizzate da chi fa la segnalazione. 

Puoi inviare foto, video e segnalazioni a redazione@tusciaweb.it. In questo caso i testi vanno inviati in allegato in word.

Puoi anche usare WhatsApp con questo numero 338/7796471 senza nessun costo.

Insieme potremo fare un giornale sempre più efficace e potente al servizio dei cittadini della Tuscia. I materiali inviati non vengono restituiti e divengono di proprietà della testata.

Tutti i materiali inviati alla redazione, attraverso qualsiasi forma e modalità, si intendono utilizzabili in ogni forma e modo e pubblicabili. I materiali non vengono restituiti. Le foto verranno marchiate con “Tusciaweb copyright”.

12 luglio, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR