--

--

Pigi-Battista-560x60

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio - Mondiali - Solo la Francia rispetta i pronostici - Inghilterra, Belgio e Croazia a caccia di un sogno

Russia 2018, le semifinali a sorpresa

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Coppa del mondo di calcio

La Coppa del mondo di calcio

Mosca – Con la vittoria ai rigori della Croazia sui padroni di casa della Russia, si è concluso ieri sera il programma dei quarti di finale dei campionati mondiali di calcio 2018.

Una competizione che, almeno per il momento, non sarà ricordata per la pregevolezza dei gesti tecnici, ma che sta regalando sorprese e colpi di scena come poche altre volte nella storia.

Basti pensare ai nomi delle quattro semifinaliste: Belgio, Croazia, Francia e Inghilterra. Ad eccezione dei transalpini, si tratta di squadre che non godevano dei favori del pronostico. Eppure non bisogna assolutamente fare l’errore di considerarle deboli.

Se Brasile, Argentina, Spagna, Germania e Portogallo hanno deluso le aspettative, non è solo per demeriti propri, ma anche perché si sono trovate davanti formazioni toste, magari non brillantissime sul piano tecnico, ma combattive e molto ben messe in campo.

Un mondiale che sta premiando le difese, quindi? Non del tutto, perché in realtà non si sono visti chissà quali fortini inespugnabili. Più che altro, quello di Russia è un mondiale in cui sta andando avanti chi riesce a far fruttare meglio le poche giocate di qualità che si riescono a esprimere durante una partita. 

La Francia, da questo punto di vista, è la squadra che ha più chance. Un organico completo in tutti i reparti, con alternative importanti da cui pescare in panchina, è l’arma che mette i blues leggermente sopra alle tre avversarie. Per Didier Deschamps, l’uomo che nel 1998 aveva alzato da capitano l’unica Coppa del mondo della storia francese, si presenta concreta la chance di riportare il Paese in vetta al mondo del calcio, stavolta da allenatore.

Ma se quest’edizione dei mondiali è davvero quella delle sorprese, è lecito attendersi ancora qualche colpo di scena.

Il Belgio già da qualche anno è considerato tra le nazionali più forti del mondo. Ha una rosa che accumula prestanza fisica e talento a livelli tali da potersi permettere di lasciare a casa addirittura un giocatore come Nainngolan. Con la qualificazione alle semifinali, la formazione del ct Martinez ha già eguagliato il suo miglior risultato nella Coppa del mondo, il quarto posto del 1986. Da qui in avanti, si può solo fare meglio.

Anche la Croazia non ha mai raggiunto una finale di un torneo internazionale. Tuttavia, nella sua pur breve storia, ha già conquistato un terzo posto nel 1998 e ha sempre goduto di alto credito tra gli esperti. Con gli straordinari Rakitic e Modric a guidare il centrocampo e il gladiatore Mandzukic in attacco, i biancorossi stavolta possono davvero sognare di approdare alla finale di Mosca.

Ben diverso il caso dell’Inghilterra. Gli inventori del calcio ogni volta partono tra i favoriti, eppure non vincono un mondiale dal 1966. Forse non a caso, proprio stavolta che i pronostici non sembravano dargli credito, gli atleti della regina stanno costruendo un grande percorso, che li ha riportati in semifinale dopo ben 28 anni. Loro punto di forza è senza dubbio il bomber Kane, ma anche la serenità costruita nello spogliatoio dall’allenatore Southgate, considerato fin qui il grande artefice del “miracolo d’Albione”.

Il programma delle semifinali si apre martedì alle 20 con Francia-Belgio, allo stadio San Pietroburgo. Mercoledì alla stessa ora Croazia – Inghilterra al Luzniki di Mosca.

8 luglio, 2018

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR