--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

L'Aquila - In azione i militari del comando provinciale del capoluogo abruzzese

Cane eroe dei terremotati avvelenato, indagano i carabinieri forestali

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Il cane Kaos con il padrone

Il cane Kaos con il padrone

 
Il cane eroe dei terremotati Kaos

Kaos – Il cane eroe dei terremotati tra le macerie

Il cane eroe dei terremotati Kaos

 Kaos tra le macerie

Il cane eroe dei terremotati Kaos

Kaos tra le macerie

Il cane eroe dei terremotati Kaos

 Kaos tra le macerie

L’Aquila – Cane eroe dei terremotati ucciso col veleno, indagano i carabinieri forestali.

Mentre la morte del cane diventa anche un caso politico – con esponenti della politica nazionale che condannano il presunto avvelenamento e gli animalisti parlano di criminali senza cuore – il comando dei carabinieri forestale dell’Aquila procede con le indagini. 

Operazioni portate avanti dai carabinieri forestale dell’Aquila, insieme alle stazioni di Fontecchio e di Barisciano, le prime ad attivarsi ieri mattina, allertate dal proprietario del cane, che appena ha rinvenuto l’animale morto ha allertato il 1515.

Gli uomini del comando gruppo dei carabinieri forestale dell’Aquila restano tuttavia cauti: l’avvelenamento – hanno spiegato questa mattina – è ancora tutto da verificare.

Gli uomini dell’ex forestale arrivati a Sant’Eusanio ieri hanno trovato il cane già seppellito dal suo padrone; una volta disseppellita la carcassa la notte scorsa è stata consegnata alla Asl dell’Aquila che lo ha posto in una cella frigorifera, pronta per essere trasportata nelle prossime ore all’Istituto zooprofilattico di Teramo: è da qui che – già a partire da questa sera – potrebbe uscire la risposta sul presunto avvelenamento dell’animale. I carabinieri forestale hanno chiesto agli esperti dello Zooprofilattico di procedere con “estrema urgenza alla verifica tramite le analisi necroscopiche”.

Di sicuro, precisano dal comando aquilano, Kaos non è stato abbattuto. Ed è proprio il sospetto avvelenamento che ha fatto scattare il sequestro penale della sua carcassa. Nella giornata di oggi intanto, i carabinieri forestale dell’Aquila procederanno alla bonifica dell’area di addestramento tramite i loro cani antiveleno perché, precisano i forestali, qualora fosse stato il veleno a uccidere Kaos, bisogna evitare che anche altri animali possano mangiare eventuali bocconi mortali.


– Ucciso Kaos, il cane che salvava i terremotati


Il sindaco facente funzioni di Amatrice, Filippo Palombini, nell’esprimere solidarietà a Ettorre per l’accaduto, lancia l’idea di istituire “una giornata dedicata agli animali che ci hanno aiutato, una giornata annuale nella quale inviteremo tutti, animali e istruttori, in memoria di Kaos, di Camilla e di tutte le creature che non si sono risparmiate per aiutarci”.

Dolore e indignazione anche sul web e sui social network, dove gli utenti stanno condividendo foto e video del cane in azione: Kora, cucciola di due mesi, figlia di Kaos e Kira, potrebbe seguire le orme del padre. Di recente il pastore tedesco era stato determinante nel ritrovamento di un aquilano di cui si erano perse le tracce: il suo nome si aggiunge alla lista dei tanti che a Kaos devono la vita.

 


Condividi la notizia:
30 luglio, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR