Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Lezioni-di-democrazia-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Capranica - Il presidente dell'associazione "A testa Alta", Antonio Morera: "Ora c'è la promessa di un incontro pubblico col sindaco"

Un centro commerciale all’ex fabbrica del Chinotto, raccolte mille firme

Antonio Morera - Presidente dell'associazione A testa alta

Antonio Morera – Presidente dell’associazione A testa alta

Capranica - Palazzo comunale

Capranica – Palazzo comunale

Capranica – Centro commerciale della discordia alla ex fabbrica del Chinotto, il sindaco Pietro Nocchi sarebbe pronto a incontrare i cittadini di Capranica contrari a trasformare lo storico stabilimento in un grande bazar.

Non molla la presa il presidente dell’associazione “A testa alta”, il farmacista Antonio Morera che, dopo il successo della raccolta di firme dei giorni scorsi, è pronto adesso a incontrare i vertici della pubblica amministrazione.

Lunedì sera Morera ha incontrato il sindaco, la giunta e i consiglieri di maggioranza. L’incontro sarebbe stato costruttivo e il sindaco si sarebbe impegnato ad indire un’assemblea pubblica nei prossimi giorni al fine di fornire i chiarimenti relativi al progetto del centro commerciale presso l’ex MineralNeri. Della vicenda si è occupato anche il neosindaco di Sutri, Vittorio Sgarbi, suggerendo di trasformare lo stabilimento in un albergo.

Finalmente ha parlato con il sindaco Pietro Nocchi e che ci sono delle novità importanti per l’associazione “A testa alta”. Cosa vi siete detti?
“Il sindaco Nocchi si è detto disponibile a incontrarci, anche se non è stata fissata ancora una data. E questo naturalmente ci fa piacere. Speriamo sia al più presto”.

Cosa chiedete alla pubblica amministrazione in merito al paventato centro commerciale presso lo stabilimento della MineralNeri?
“Più che di esprimere le nostre ragioni, chiediamo che  gli attuali vertici della pubblica amministrazione ci rappresentino le loro ragioni. L’attuale giunta è molto giovane, con amministratori alla prima esperienza. Chiediamo di sapere quali valutazioni, ricerche e studi siano alla base dell'”interesse pubblico””. 

Nel frattempo avete indetto una raccolta firme. Come è andata?
“I numeri ci danno ragione. Stiamo ancora facendo la conta delle adesioni, ma possiamo parlare di un migliaio di firme, grazie all’impegno e alla collaborazione di una ventina di associati, che si sono messi a disposizione, spiegando le ragioni che hanno portato alla nascita di ‘A testa alta’. Possiamo dire che è stata un successo, tanto più se il sindaco, come promesso, vorrà incontrarci e interloquire con l’associazione”.

Cosa ha in programma l’associazione “A testa alta” per il futuro?
“Per il futuro abbiamo intenzione di allargare ulteriormente la diffusione degli scopi dell’associazione tramite incontri pubblici in zone topiche del nostro paese, per dare voce anche a chi oggi si sente trascurato. Penso al centro storico, alla stazione, a Vico Matrino. Tutti i riscontri positivi che abbiamo avuto fino ad oggi ci galvanizzano e ci spingono ad andare avanti sempre con più convinzione”.

Cosa pensate di ottenere attraverso l’incontro pubblico promesso dal sindaco Nocchi?
“Noi crediamo di avere contribuito a far emergere proposte e progetti alternativi per un utilizzo più vantaggioso, per tutti, dell’area. Abbiamo iniziato una raccolta firme per sollecitare la predisposizione di apposite commissioni per valutare l’impatto sociale, economico, ambientale ed urbanistico che tale nuova costruzione comporterebbe, riscontrando una grande partecipazione che dimostra la voglia di coinvolgimento dei nostri concittadini alle vicende riguardanti Capranica. Ecco, chiediamo di avere voce in capitolo nelle scelte”. 

Silvana Cortignani

11 luglio, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR