--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Regione - Sanità - Raggiunta nel Lazio quota 290mila nei nuovi Ambufest, gli ambulatori di cure primarie aperti nel weekend e nei festivi

“A Viterbo 7568 accessi alla Cittadella della Salute”

Condividi la notizia:

Viterbo - La cittadella della salute, sede della Asl

Viterbo – La cittadella della salute, sede della Asl

Roma – Riceviamo e pubblichiamo – I cittadini del Lazio dimostrano di gradire e utilizzare con regolarità i nuovi servizi di continuità assistenziale territoriale. Hanno infatti raggiunto la quota dei 290mila accessi complessivi i nuovi Ambufest, gli ambulatori di cure primarie aperti nel weekend e nei festivi e prefestivi (con servizio attivo dalle ore 10 alle ore 19).

I 31 nuovi Ambulatori di cure primarie aperti nei weekend insieme alle nuove Case della Salute rappresentano una piccola rivoluzione nella rete di assistenza territoriale del Lazio. Una rete completamente nuova che potenzia la sanità territoriale e che ha incontrato, come dicono i numeri, il forte gradimento della popolazione. Il circuito assicura la continuità assistenziale per 365 giorni l’anno a Roma e nelle province.

Negli Ambufest aperti grazie alla collaborazione con i medici di medicina generale, i cittadini possono fare una visita, ma anche richiedere certificati e prenotare le prestazioni urgenti. E, novità dell’ultimo mese, grazie all’’accordo con i pediatri di libera scelta, anche fare una visita pediatrica in cinque ambulatori di continuità assistenziale a Roma e uno a Rieti, ma a breve il servizio pediatrico sarà attivo in ogni provincia.

“Abbiamo avviato una vera rivoluzione della Rete di assistenza aprendo gli ambulatori di continuità assistenziale dei medici di medicina generale nel weekend e nei giorni festivi e poi con l’accordo con i pediatri” – commenta l’’assessore alla Sanità e l’’Integrazione Socio-sanitaria della Regione Lazio, Alessio D’’Amato -. “Stiamo creando una Rete territoriale nuova che prima non esisteva, per i cittadini e i più deboli per far sentire loro che il sistema sanitario regionale è presente e vicino alle loro esigenze. – continua D’’Amato -. Avere un medico o un pediatra il sabato o la domenica e nei giorni festivi nell’ambulatorio da un senso di sicurezza e aumenta la qualità delle cure”.

Nello specifico il Poliambulatorio di via Lampedusa (Asl Roma 1) ha avuto 20.947 accessi, mentre la Casa della Salute sul Lungomare P.Toscanelli a Ostia (Asl Roma 3) 20.671 segue il Poliambulatorio Nuovo Regina Margherita con 18.333 (Asl Roma 1).

Anche nelle province si sono registrati numerosi accessi, a Latina nel poliambulatorio di via Cesare Battisti sono stati 13.563, a Viterbo presso la Cittadella della Salute sono stati 7568 e a Rieti presso l’’Ambulatorio di viale Matteucci sono stati 4.813. Nella provincia di Frosinone gli Ambufest di Cassino, Sora e Frosinone hanno totalizzato 16.201 accessi totali.

Regione Lazio


Condividi la notizia:
22 luglio, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR