--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Carcere - Il consigliere comunale Giacomo Barelli lancia l'appello a parlamentari e consiglieri regionali: "Facciamo una vista ispettiva per dimostrare attenzione e vicinanza a chi ci lavora e ai detenuti

“Cari onorevoli, per Ferragosto andiamo a Mammagialla”

Giacomo Barelli

Giacomo Barelli

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – La mancanza di “qualità” si avverte in ogni settore della giustizia e in particolare modo in quello penitenziario, dove alla privazione della libertà si accompagna spesso la vera e propria illegalità dello stato di detenzione. Una violazione di diritti, di cui pochissimi si fanno carico e, nell’indifferenza collettiva, si continuano a calpestare principi costituzionali e di elementare civiltà.

“Non fatemi vedere i vostri palazzi ma le vostre carceri… Perché è da esse che si misura il grado di civiltà di una nazione” diceva Voltaire nel diciottesimo secolo e questo è un concetto che sta alla base dell’art. 27 della nostra Costituzione, tuttavia la politica spesso se ne dimentica.

Come consigliere comunale di Viterbo la legge non mi consente di far visite ispettive al carcere nemmeno a quello della mia città, la casa circondariale di Mammagialla.

Tuttavia ritengo opportuno, cosi come ha insegnato Marco Pannella, lanciare un appello a tutti quei soggetti politici che ai sensi dell’art. 67 dell’ordinamento penitenziario hanno questa facoltà a voler visitare, magari insieme, il giorno di ferragosto il carcere di Mammagialla. In particolare mi rivolgo ai nostri parlamentari di Viterbo onorevoli e senatori, nonché anche ai nostri parlamentari europei, ai nostri consiglieri regionali del Lazio facciamo insieme una vista ispettiva al carcere di Viterbo il 15 agosto per dimostrare la nostra attenzione e la nostra vicinanza ai problemi di chi vi lavora e della popolazione carceraria.

Nei carceri sempre sovraffollati e con forti deficienze di organico della polizia penitenziaria, tuttavia ci finiscono per la maggior parte dei casi persone emarginate, tossicodipendenti o malati psichiatrici che dovrebbero essere curati e migliaia di altri che avrebbero diritto a pene alternative, e invece possono fare poco e niente, questo è uno dei gravi problemi dell’Italia è il problema della giustizia, col suo carico di milioni e milioni di procedimenti penali pendenti a cui ancora oggi non siamo riusciti a dare una risposta adeguata, rispettosa della nostra Costituzione e delle esigenze dei nostri cittadini.

Ciò detto anche alla luce dei tanti, troppi fatti di cronaca che hanno funestato questo 2018, che tra aggressioni e suicidi dimostra ancora una volta le difficile condizioni in cui versa il nostro sistema carcerario, oramai al vicino al collasso e per il quale il carcere di Viterbo purtroppo non fa eccezione, credo che sia necessario che la politica viterbese batta un colpo e si faccia carico a speranza di portare alla ribalta un mondo che viene censurato e dimenticato.

Forse hanno ragione le camere penali quando invitano la politica a “meno visite, maggior impegno per la legalità” ma allo stesso tempo i penalisti italiani hanno sempre ribadito che “solo con una classe politica preparata e pronta a sfide anche impopolari, ma profondamente giuste, utili e ormai indispensabili per il nostro paese, l’attività degli stati generali sull’esecuzione penale, troverà concreta applicazione e l’impegno di coloro che vi stanno lavorando non sarà vano”.

Ed è per questo che ribadendo la mia disponibilità ad esserci spero che il mio appello non cada nel vuoto e che almeno alcuni dei nostri rappresentanti lo raccolgano.

Giacomo Barelli
Consigliere comunale
Capogruppo liste civiche Viva Viterbo e Area Civica

12 agosto, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR