--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Santa Rosa - Saranno accolti il 3 settembre in segno di solidarietà del loro Carro caduto il 14 agosto

Una delegazione di Fontanarosani all’Unione con i facchini

Teverina-Buskers-560x60-sett-19

Condividi la notizia:

Il carro di Fontanarosa

Il carro di Fontanarosa

Fontanarosa – Riceviamo e pubblichiamo –  “Il carro, unico grande amore” canta il popolo festante durante il tragitto. “Il carro, unica fede e devozione” .

Il 14 agosto alle 19,15 il carro, il grande carro, è caduto! Ciò che tutti pensavano fosse impossibile si è realizzato. Stanco, si adagia con la parte superiore su un tetto, chiude un occhio, con l’altro veglia sulla sua gente, accertandosi di non aver fatto del male.

Miracolosamente quella Madonnina, che nell’impatto si è staccata volando lontano illesa, ha protetto ancora una volta la comunità: nessun morto, nessun ferito grave (si conta una sola ragazza colpita da un pezzo staccatosi dal “gigante”, miracolata anche lei). Nessuna vera tragedia. Eppure i Fontanarosani, feriti nel più profondo delle loro anime, hanno vissuto e stanno vivendo questo episodio come un lutto, dal quale lentamente stanno cercando di riprendersi ma che ha lasciato una cicatrice in ogni cuore. 

Il 14 agosto alle 19,15 regnano l’immobilismo, il silenzio, l’impotenza nelle strade del paese. Le mani che odorano di canapa, quella canapa delle funi, stropicciano ora gli occhi sperando di scacciare via l’incubo e far spazio a una realtà felice. Il carro non può essere caduto! Le mani vanno via dal viso e la pioggia tagliente bagna i volti, le sacre maglie e si mischia all’olezzo di asfalto bagnato. L’odore della paglia inzuppata e del legno si alza forte nell’aria… si realizza l’accaduto. Ci sono il fragore della pioggia e il silenzio, che lascia spazio al pianto e alle lacrime. Ci nutriamo del sale delle lacrime… da allora… ancora oggi. 

Protagonista è il carro, obelisco interamente e finemente lavorato in paglia, montato e trasportato ogni anno il 14 agosto per le vie del paese.

Nato secoli addietro come ringraziamento alla Vergine Maria per il raccolto, ma soprattutto simbolo che unisce profondamente ogni singolo cittadino alla propria terra, Fontanarosa. Simbolo d’identità, sacralità, gioia pura. Sulla sommità si erge imponente la statua di “Maria santissima della Misericordia” (anch’essa lavorata interamente a mano dal compianto maestro Mario Ruzza). Ogni anno scruta intorno, veglia sul suo popolo, ama incondizionatamente e regala armonia. 

Dal suo trono si allungano fino a terra 28 metri di struttura in legno e registri di paglia intrecciata con lavoro certosino. O Maria, guarda giù a terra. Ogni anno ci siamo noi, uniti a trasportare la regina. Dalle vesti del gigante partono le nostre funi. O Maria, noi ti riporteremo lì, ad ammirare dall’alto, estasiata ed entusiasta di noi tutti, la tua casa, lo splendido santuario di Maria santissima della Misericordia. 

“Uniti ci rialzeremo”, “Mentre qui manchi tu”, sono solo due dei numerosi striscioni che i ragazzi hanno apposto nel luogo in cui il “gigante” sarebbe dovuto arrivare per essere posizionato, nel punto centrale del paese: “La punta della selice”, e lì restare per lungo tempo. 

Questo episodio ha visto i Fontanarosani essere confortati dall’affetto e dall’abbraccio di decine di comunità che con svariati gesti di solidarietà si sono mostrate vicine al loro “dolore”. 

Flumeri, Villanova del Battista, Mirabella Eclano, Carpignano, paesi che, come Fontanarosa, appartengono alle “Vie del grano” dell’Irpinia, hanno invitato la comunità a partecipare alle loro manifestazioni (simili alla tirata del carro). Giunti lì i ragazzi, indossando le maglie tipiche della tirata del 14 agosto, si sono ritrovati avvolti nell’abbraccio di persone fantastiche, che hanno applaudito per omaggiarli, hanno intonato cori e canti in loro onore. 

Solidarietà arriva a Fontanarosa anche da fuori. Associazioni di Nola, cittadina campana celebre per i suoi “Gigli”, hanno fatto arrivare il loro calore fino all’Irpinia. La città laziale di Viterbo, famosa anche per la grande manifestazione della Macchina di santa Rosa, si è attivata per far giungere alla piccola comunità irpina tutto il suo appoggio, morale e materiale.

Lunedì 3 settembre, il popolo di Fontanarosa risponderà al grande gesto di generosità recandosi numeroso a Viterbo. Durante la giornata si avrà la possibilità di assistere alla magnificenza maestosa della Macchina e al convegno che si terrà alle 13 al teatro dell’Unione di Viterbo.

Prima della partenza della Macchina ci sarà un simbolico scambio, ovvero la comunità di Fontanarosa omaggerà i facchini e tutto il popolo di Viterbo di una maglia della Tirata del Carro e di qualche lavorazione tipica. Con grande onore per i fontanarosani, il tutto verrà trasportato insieme alla Macchina… come simbolo, da parte dei cari amici di Viterbo, di vicinanza, onore e solidarietà. 

Fontanarosa è ferita ma si sta rialzando. Fontanarosa si rialzerà e ringrazia tutti coloro che, comprendendo la ferita nel cuore di ogni singolo cittadino, stanno contribuendo alla sua rialzata, e che porterà alla “Rialzata” del loro unico grande amore. Grazie funaioli Irpini, grazie Nola, grazie facchini viterbesi.

Rossana Pasquariello
Luca Ruzza
Fontanarosani funaioli


Condividi la notizia:
31 agosto, 2018

Santa Rosa 2018 ... Gli articoli

  1. "I 12 angeli illuminati da faretti ma la sorpresa sarà un'altra..."
  2. Gloria è al capannone
  3. Arrivederci Gloria, ciao...
  4. "Il Sodalizio è una famiglia in cui non deve mai mancare il rispetto"
  5. Un quintale e mezzo di fagioli in mezz'ora
  6. Le immagini a 360 gradi delle girate a piazza del Comune spopolano su Facebook
  7. "Salvini sta in mezzo alla gente perché è il suo dovere..."
  8. "Santa Rosa, strada sgombra e gente schiacciata dietro le barrriere"
  9. “Che meraviglia la macchina di santa Rosa”
  10. Santa Rosa, flop della promozione del comune
  11. "Chiudi-le, chiudi-le, chiudi le frontiere... oh Salvini, chiudi le frontiere!"
  12. Trasporto da record, in due ore
  13. "Santa Rosa, auto in mezzo alla folla al Sacrario"
  14. Incantato dal trasporto il rocker amico di Mick Jagger ed ex fidanzato di Romina Power
  15. Fotografo cade a pochi metri dai facchini, paura davanti alla macchina
  16. Le "canzoni sotto la macchina" conquistano San Sisto
  17. "Celebriamo santa Rosa e imitiamo il suo esempio"
  18. C'è la fiera, tutti a caccia dell'affare
  19. Ance e Unindustria donano una targa ai facchini
  20. "Il protagonista non sono io, ma santa Rosa e i facchini"
  21. "Un colpo al cuore le girate per mia sorella"
  22. Gloria immensa
  23. Salvini a palazzo tra nuovi vip e vecchie glorie
  24. Gloria è di fronte al santuario
  25. "Salvini facce un saluto..."
  26. Piazze a numero chiuso, al tramonto scatta la conta
  27. Raduno facchini di santa Rosa, che spettacolo
  28. Gloria, la grande attesa è cominciata
  29. Lux Rosae, la fiaccola in viaggio
  30. "Chi dorme è un salame..."
  31. Il video della diretta della Macchina di Santa Rosa
  32. È il giorno di Gloria, dei facchini e di santa Rosa
  33. Notte prima del trasporto...
  34. Il corteo sfida il maltempo
  35. Consegnata la mazza del maggiordomo
  36. Divieto di sedie e sgabelli, c'è l'ordinanza
  37. Oltre cinquemila chili di peso
  38. Roberta Bruzzone e Alberto Mezzetti ospiti a palazzo
  39. Il corteo storico pronto a sfilare in città
  40. "Starei sempre sul ponteggio di Gloria"
  41. Luce di Rosa vola per le vie del centro storico
  42. Diretta - Minimacchina del centro storico
  43. Vescovo copto alla processione col cuore di santa Rosa
  44. Corteo storico, l'elenco completo dei figuranti
  45. "Cercavo anche io il ragazzo giusto per sposarmi e costruire una famiglia"
  46. La banda di Vejano pronta ad accompagnare i facchini
  47. Matteo Salvini: "A Viterbo mi sento a casa"
  48. "A Raffae'... voi facchini siete eroi, da qui sotto si capisce tutto"
  49. "S. Rosa, il trasporto in prima serata su un canale nazionale avrebbe un altro peso"
  50. Antonio Tajani ha detto sì
  51. Il 6 settembre la fagiolata e l'11 lo smontaggio di Gloria
  52. "Cene dei facchini di Santa Rosa, buona la prima"
  53. Il ministro degli Interni Salvini a Viterbo per Santa Rosa
  54. "Gloria in splendida forma, con ancora più luci"
  55. "Vietato salire sulle fontane e farci il bagno"
  56. "Della macchina di santa Rosa non ci si stanca mai"
  57. Cento chili di penne sotto la macchina e 500 bignè
  58. Penne sotto la macchina e prova di illuminazione
  59. "Gloria, modifiche in vista e il prossimo anno sarà stravolta"
  60. Santa Rosa dall'alto osserva la città
  61. Manca solo Rosa
  62. La quarta volta di Gloria a San Sisto
  63. Ciuffi e spallette, tutti i facchini di santa Rosa
  64. Coregone e gnocchi per le cene in piazza coi facchini...
  65. Trasporto macchina, bambini delle case famiglia ospiti dei consiglieri
  66. Verso santa Rosa, aperto il cantiere a porta Romana
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR