--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Musica - L'artista dopo il concerto a Vignanello: "Mettete giù i telefoni e godetevi le esperienze" - VIDEO

Ermal Meta: “Niente selfie? Non sono un trofeo da esibire sui social”

Condividi la notizia:

Ermal Meta

Ermal Meta

Vignanello – Ermal Meta ha infiammato Vignanello. Martedì sera, durante il concerto inserito nei festeggiamenti in onore di san Biagio e santa Giacinta. In tantissimi hanno preso parte a quella che era una delle tappa del tour Non abbiamo armi.

L’artista, vincitore, insieme a Fabrizio Moro e con la canzone Non mi avete fatto niente, dell’ultimo Festival di Sanremo, si è scatenato sul palco di Vignanello. “Vignanello spacca – ha scritto Meta in un post su Facebook -. A fine concerto avevo un ginocchio malconcio e un po’ di febbre (ora tutto ok), ma ne è valsa la pena”.

Quello a Vignanello è stato uno spettacolo straordinario, con l’artista che ha interpretato anche dodici nuove canzoni. Ma ieri, ovvero il giorno dopo il concerto, Meta su Facebook ha scritto: “C’è gente che mi scrive di essere rimasta con l’amaro in bocca perché dopo il ‘bellissimo ed emozionante’ concerto non mi sono fermato a fare le foto. Vorrei dire con grande serenità a tutti i delusi dell’ultima ora che non si va ai concerti per poi esibire un trofeo fotografico sul proprio social, ma per vivere un’esperienza. Mettete giù ‘sti telefoni e godetevi le esperienze. Un abbraccio a tutti, con affetto”.

Poi, in un video, ha spiegato. “Il mio post ha scatenato un po’ di battibecchi. Ricevere le vostre attenzioni e ricambiarle, mi fa super piacere. Mi fa piacere salutarvi tutte le volte che posso. Un tour estivo, come quello che sto facendo, è fisicamente molto pesante. A volte riesco a trattenermi dopo i concerti, a volte semplicemente no. Come ieri, serata particolarmente faticosa. È una questione fisica. Non mi sono montato la testa, non sono cambiato. Queste sono una marea di stronzate”.

Infine, l’invito. “Venite ai miei concerti – conclude Meta -, con il cuore leggero. Che è lo stesso con cui io, tutte le volte, salgo sul palco. Perché quello che più mi interessa è far stare bene la gente che è di fronte a me”.


Condividi la notizia:
9 agosto, 2018

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR