--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Arrestata a Cagliari una 27enne specialista dei furti in appartamento - Condannata a oltre 19 anni, da scontare ai domiciliari per via delle continue gravidanze

Evade e va in trasferta estiva in Sardegna, (ri)beccata ladra sempre incinta

Condividi la notizia:

Polizia

Polizia

Cagliari – Doveva stare ai domiciliari coi suoi bambini ad Aprilia, in provincia di Latina, invece l’hanno beccata in Sardegna con una complice pronta a mettere a segno nuovi colpi.

E’ una ladra di etnia rom “sempre incinta”, specialista dei furti in appartamento, ben nota anche alla procura della repubblica di Viterbo per una serie razzie commesse a macchia di leopardo in tutta la provincia, da Tarquina a Montalto, Tuscania e il capoluogo.

Difficilissima da “contenere”, per via delle innumerevoli gravidanze, ben sei alle spalle, nonostante abbia soltanto 27 anni. 

Per l’estate si era trasferita in Sardegna dove, da un paio di mesi a questa parte, si sarebbe resa responsabile di una lunga serie di ruberie in quel di Cagliari. 

Stavolta la donna, Sabrina Dragutinovic, ma avvezza a una miriade di alias, è stata beccata dalla squadra volante della questura cagliaritana, in piazza Matteotti, assieme a una 24enne, R.V., anche lei di etnia rom, quest’ultima evidentemente incinta, denunciata a piede libero. Entrambe pluripregiudicate. 

Diversa la sorte di Sabrina, che ha accumulato pene per 19 anni e due mesi, per una settantina di furti, e un’esecuzione dell’ordine di sostituzione della misura di custodia cautelare con quella degli arresti domiciliari, da scontare ad Aprilia, emessa dalla procura di Viterbo. Niente carcere perché, oltre ad essere sempre incinta, ha sei figli piccoli da accudire a casa. Per lei, oltre alla denuncia a piede libero per il possesso di chiavi alterate e grimaldelli, è scattato di conseguenza anche l’arresto per evasione.

Addosso all’intraprendente 27enne, la polizia ha trovato un cacciavite, una chiave a pappagallo di grosse dimensioni, una calza in cotone, un paio di guanti in lattice, 355 euro in banconote di diverso taglio dei quali non ha indicato la provenienza. 

 

 


Condividi la notizia:
30 agosto, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR