--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Scuola - Gli alunni viterbesi superano i colleghi delle altre province nelle griglie di competenza Invalsi

Istruzione, gli studenti della Tuscia i più bravi del Lazio

di Alessandro Castellani

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Maturità 2018 al liceo Buratti

Gli studenti della Tuscia i migliori del Lazio nella classifica delle competenze

Viterbo – Gli studenti della provincia di Viterbo primeggiano a livello regionale nella classifica Invalsi della competenza, sia quella alfabetica che quella numerica.

I dati diffusi dall’Istat su istruzione e formazione fotografano una situazione aggiornata all’anno scolastico 2016/17, con la provincia di Viterbo a totalizzare i punteggi migliori del Lazio nelle griglie del servizio di valutazione.

Per quanto riguarda la competenza alfabetica, gli studenti della Tuscia fanno registrare 201,6 punti. Un valore non eccelso, se si considera che a livello nazionale vale il 46esimo posto, ma comunque più alto di tutti gli altri punteggi relativi al Lazio. La provincia di Roma è la seconda migliore della regione, con 196,9 punti, poi seguono Rieti (195,3), Frosinone (195,1) e Latina (194). Viterbo è l’unico territorio del Lazio che si mantiene sopra al valore medio italiano, pari a 198,8.

Le cose vanno leggermente peggio nella classifica della competenza numerica, dove la Tuscia si attesta a 198,8, di pochissimo superiore alla media nazionale degli studenti, ferma a 198,3. Tanto basta, comunque, per confermare il primato laziale della città dei Papi, visto che Roma totalizza 194,7, Frosinone 189,9, Rieti 189,8 e Latina 188,1.

La provincia di Viterbo ottiene buoni risultati anche negli altri indicatori diffusi dall’Istat.

Con un tasso di laureati del 26,5%, la Tuscia è 28esima in Italia e seconda nel Lazio, dietro solo al 30,9% di Roma. In questo modo, Viterbo contribuisce a regalare alla sua regione il primato nazionale in questa speciale classifica.

Lazio che comanda anche la graduatoria italiana dei diplomati, con il 69,1%, trainata soprattutto da Roma, prima assoluta con il 72,1%. Anche la Tuscia si piazza bene, con un 64,7% che vale il 29esimo posto.

Nella media i valori relativi a partecipazione alla formazione continua e Neet, cioè i giovani che non lavorano, non studiano e non seguono corsi di formazione professionale. Per quanto riguarda la formazione continua, Viterbo fa registrare una percentuale dell’8,5%, a fronte di un 8,3% nazionale. I Neet, invece, sono il 22,9%, contro il 24,3% italiano.

La partecipazione alla scuola dell’infanzia nella Tuscia raggiunge il 93,5%. Un indicatore in cui, curiosamente, il Lazio ha le percentuali peggiori in assoluto, con Roma ultima a livello nazionale con l’84,5%.

Alessandro Castellani

 

12 agosto, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR