Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Polizia - In manette un 49enne italiano - Dopo un primo allontanamento, ha continuato a perseguitare la donna

Minaccia di morte la moglie e le investe la macchina, arrestato

Un'auto della polizia

Un’auto della polizia

Viterbo – Maltrattamenti in famiglia e stalking, in manette un 49enne.

L’uomo, di nazionalità italiana, è stato arrestato nei giorni scorsi dagli uomini della polizia di stato della sezione specializzata nei reati contro la famiglia e i minori della squadra mobile della questura, in collaborazione con la squadra volante.

L’allarme è scattato in seguito a una segnalazione alla sala operativa della questura da parte di una donna che lamentava di essere minacciata dal marito. I poliziotti, giunti immediatamente sul posto, hanno accertato la veridicità di quanto lamentato e provveduto a denunciare l’uomo, allontanato dalla casa famigliare.

Nonostante il provvedimento, il 49enne avrebbe continuato per tutta la sera a vessare la moglie, inviandole messaggi dal contenuto irripetibile fino alla mattina successiva quando, a seguito di un ulteriore rifiuto di riallacciare il rapporto, si sarebbe scagliato con il suo mezzo contro l’auto della donna danneggiandola pesantemente.

L’immediato intervento degli uomini della questura ha permesso in breve di rintracciare il soggetto, condotto in questura per gli accertamenti del caso. Le successive indagini, condotte con l’acquisizione di prove oggettive e testimoniali, hanno permesso di appurare che la condotta persecutoria dell’uomo nei confronti della moglie si protraeva da diversi mesi.

All’esito degli accertamenti di riscontro, il 49enne è stato tratto in arresto con provvedimento convalidato in data odierna dal giudice che ha disposto, inoltre, la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa famigliare, con divieto di avvicinamento alla persona offesa.

9 agosto, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR

Ciminauto -1036x80-16-10-18-OK