Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Bagno nella fontana di piazza del Gesù - Stefano Caporossi chiede scusa alla città, è pronto a "risarcire" con un'ammenda e a proporre l'aumento delle multe per questi casi di inciviltà - Il commento del direttore Carlo Galeotti

“Pulirò la fontana con le mie mani, se necessario…”

Condividi la notizia:

Stefano Caporossi

Stefano Caporossi

Viterbo - Stefano Caporossi, tuffo nella fontana a piazza del Gesù

Viterbo – Stefano Caporossi, tuffo nella fontana a piazza del Gesù

Viterbo - Stefano Caporossi, tuffo nella fontana a piazza del Gesù

Viterbo – Stefano Caporossi, tuffo nella fontana a piazza del Gesù

Viterbo - Stefano Caporossi, tuffo nella fontana a piazza del Gesù

Viterbo – Stefano Caporossi, tuffo nella fontana a piazza del Gesù

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo l’intervento che il consigliere leghista Stefano Caporossi aveva intenzione di leggere in consiglio comunale. Intervento che non è stato possibile leggere perché non era previsto nell’ordine del giorno – 

Care consigliere e cari consiglieri,

mi rivolgo a voi in quanto rappresentanti eletti di tutta la cittadinanza di Viterbo.

Come ben sapete sono diversi giorni che la mia persona è oggetto di “attenzione pubblica” per via di una evento accaduto circa 40 giorni orsono. Sto parlando dell’ormai tristemente “noto” bagno nella fontana di piazza del Gesù.

Non ho finora replicato a quanto uscito perché ho atteso, con non poca ansia, la presente giornata. Volevo infatti che arrivasse presto questo 31 luglio per rispondere nella sede istituzionale opportuna, il consiglio comunale, organo di rappresentanza per eccellenza dell’intera comunità.

Per quanto gesto impulsivo frutto di mesi di tensione politica, per quanto atto goliardico e assolutamente non doloso (almeno nelle intenzioni di quegli attimi), per quanto consigliere ancora non eletto, ammetto che quel che ho commesso oltre un mese fa, ovviamente, non è giustificabile in alcun modo. Non lo è sia da semplice cittadino che da “futuro” membro di codesto consiglio comunale.

In ragione di ciò, cosciente di quanto accaduto, sono qui oggi per porgere le mie scuse più sentite non solo a voi colleghi di maggioranza e opposizione ma a tutta la cittadinanza.

Nonostante errare humanum est, e molti di voi avranno capito che non vi era alcuna intenzione di offendere la mia amatissima città, faccio oggi un sincero mea culpa rivolto soprattutto al popolo. Tuttavia voglio ribadire con fermezza il mio rispetto per Viterbo. Questo (almeno) deve essere fuori discussione. Per Viterbo ho fatto tanto nella mia vita, ho cercato di dare tutto me stesso e, anche a mie spese, creato e fatto nascere iniziative tutt’altro che nocive. Il mio impegno attivo e incessante con la protezione civile, la scuola internazionale Saint Thomas e il campus per bambini presso la mia proprietà ne sono concreta testimonianza.

Tutto volevo fare con quel gesto tranne che offendere i nostri meravigliosi monumenti né tantomeno gli animi dei cittadini.

A conferma della mia ammissione di colpa ho intenzione inoltre di proporre al sindaco anche una sorta di ulteriore formula di auto-sanzionamento (da concordare nei modi e nei tempi), che devolverò a un ente preposto alla tutela dei beni culturali. Probabilmente saranno alcuni gettoni di presenza lasciati in donazione o, se necessario, la pulizia della stessa fontana con le mie stesse mani.

Ho sbagliato e sono pronto a pagare anche oltre il dovuto, tuttavia mi auguro che la vicenda finisca qui e non dia adito ad ulteriori polemiche strumentalizzate a fini politici da qualche componente interna. Questo non farebbe bene né alla città né al già complicato stallo in cui l’amministrazione versa da anni. Ora più che mai è necessario agire per il rilancio di Viterbo e della Tuscia evitando, più possibile, diatribe e lotte intestine d’ogni genere.

Questo spiacevole episodio è e deve rimanere una questione puramente personale. Con la presente rinnovo le mie scuse a tutti.

Stefano Caporossi

P.S.: Direttore, come da lei suggerito nell’ultimo intervento di ieri mattina, proporrò in commissione un aggravio delle ammende nel caso in cui si dovesse ripetere un atto del genere da chicchessia.


Il cerchio si chiude. La vicenda mi sembra si concluda correttamente. Un paio di riflessioni finali val la pena di farle, però.

Come sempre la nostra testata fa critiche strettamente politiche. Mai contro la persona in sé. Qualunque cosa questo voglia dire. Va anche detto che un politico è sempre un politico, sia esso un consigliere o meno. E deve non solo essere, ma apparire corretto e rispettoso dello stato di diritto. L’episodio in sé, il tuffo in una fontana monumentale del centro storico, poteva apparire poca cosa, ma ribadisco: cosa avremmo detto se si fosse trattato di una persona qualunque?

Lo stato di diritto si contraddistingue per il fatto che anche il re deve rispettare la legge e le regole. E mi sembra che Caporossi ne abbia presa contezza. È una buona cosa. 

Il fatto poi che Caporossi abbia chiesto scusa alla città gli fa solo onore. Solo le persone solide hanno questa capacità. 

Infine un’ultima cosa. I giornali pubblicano le notizie quando le hanno. Per quanto mi riguarda, ho pubblicato la notizia il giorno dopo che mi è arrivata.

Nessuna macchinazione quindi. Lo dico solo perché alcuni idioti, ovviamente in anonimato, hanno insinuato chissà quale strategia. Noi abbiamo una sola strategia: dare notizie vere, quando sono state appurate.

Come diceva Goethe: “se l’occhio non fosse solare non vedrebbe il sole”. E quindi solo chi, da sempre ha animato delle macchine del fango, può vedere il fango nell’azione degli altri quando non c’è. Tanto per esser chiari: un’idea del genere può venir in mente solo a chi deve da sempre leccare il culo al suo politico di riferimento e suo padrone per tentare di fare il “giornalista” in anonimato. Chi ha orecchie per intendere, intenda. E poi una macchina del fango si basa in gran parte su notizie false. Non ci interessa.

Dopo questi chiarimenti. Buon lavoro al consigliere Caporossi. 

Carlo Galeotti


Articoli: Arena: “No, non si può fare il bagno nelle fontane della città… e Caporossi pagherà la sanzione” – A Viterbo, signor sindaco, si può fare il bagno in mutande nelle fontane? di Carlo Galeotti  – Aldo Quadrani – “Indignato e disgustato dalla performance di Caporossi…” – Dialogo sconsolato sui minimi sistemi… di Carlo Galeotti – E Caporossi seminudo si tuffa nella fontana monumentale… 


Condividi la notizia:
3 agosto, 2018

Ho visto cose che voi umani... ... Gli articoli

  1. Quando la politica è "sangue e merda"...
  2. Manifestazione antimafia, ma i parlamentari viterbesi dove erano?
  3. Denunciare! Denunciare! Denunciare!
  4. Nessuno tocchi la torre di Pier Paolo Pasolini...
  5. Belushi, Benigni, il buon Astorre e Casapound...
  6. "Grazie per gli auguri e per la cavalcata nel tempo trascorso..."
  7. Il principe nero compie 90 anni
  8. I cazzi di Michelangelo e la cacotopìa di Bentham...
  9. Cara Chiara Bordi questa volta hai leonardato... perché il cuore è un occhio
  10. "E siamo noi a far bella la luna..."
  11. "Museo civico chiuso a Ferragosto, icona di una città che muore"
  12. "Il museo civico chiuso a Ferragosto? E' solo la punta di un iceberg"
  13. "A Ferragosto il museo civico doveva essere aperto e gratuito..."
  14. "Ricordare a Beppe “Ciccio” Fioroni che non è più deputato Pd..."
  15. Sebastiano del Piombo? E chi cazzo è?!
  16. "Via San Lorenzo al buio, quelle luci erano degli anni Quaranta..."
  17. Via San Lorenzo al buio e abbandonata agli schiamazzatori
  18. Se uno alza la palla a Salvini, quello te la schiaccia in faccia
  19. "No, non si può fare il bagno nelle fontane della città... e Caporossi pagherà la sanzione"
  20. A Viterbo, signor sindaco, si può fare il bagno in mutande nelle fontane?
  21. "Indignato e disgustato dalla performance di Caporossi..."
  22. Dialogo sconsolato sui minimi sistemi...
  23. Chiara Frontini la grillina... a sua insaputa
  24. Solo chiacchiere e distintivo, chiacchiere e distintivo...
  25. Se vedete che sto diventando come Fioroni, abbattetemi!
  26. Sono 15 anni che rompiamo i coglioni...
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR