- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Si scaglia contro i carabinieri, strappa la divisa e li prende a morsi…

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

Orte – Uno dei carabinieri aggrediti [4]

Orte – Uno dei carabinieri aggrediti

Orte – Uno dei carabinieri aggrediti [5]

Orte – Uno dei carabinieri aggrediti

Orte - Il carabiniere aggredito [6]

Orte – Uno dei carabinieri aggrediti

Orte – Una furia. Perché prima ha aggredito chi lo stava ospitando in casa e poi si è scagliato contro i carabinieri intervenuti. E li ha riempiti di botte, talmente forte da farli finire in ospedale.

Caos nel tardo pomeriggio di ieri a Orte, in località Santa Maria delle Grazie. Presumibilmente per futili motivi, ma è ancora tutto d’accertare, una lite sarebbe scoppiata tra un ventitreenne di nazionalità straniera e chi lo stava ospitando in casa. Il diverbio sarebbe però presto degenerato, con il giovane che ha dato in escandescenza. Per poi aggredire la persona che era con lui.

Immediata la chiamata e la richiesta d’aiuto ai carabinieri che, intorno alle 19, si sono precipitati sul posto. Ma nonostante l’intervento dei militari dell’arma il ventitreenne non si sarebbe placato. Anzi, ne ha avuto anche per loro. Scagliandosi contro i due carabinieri in servizio. E li ha riempiti di botte, stappandogli la divisa. Uno dei due militari, in particolare, è stato lasciato in canottiera ed è stato morso dal giovane sul ginocchio destro. Sulla carne, ancora i segni dei denti.

Fondamentale l’intervento di una seconda pattuglia, che è riuscita a bloccare lo straniero. E in località Santa Maria delle Grazie sono arrivati anche i sanitari del 118, che hanno soccorso i due carabinieri feriti. All’ospedale Belcolle di Viterbo sono stati medicati e refertati. E ne avranno per alcuni giorni.

Il ventitreenne è invece stato arrestato, per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]