--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - La certezza matematica con una gara d’anticipo a Cardano al Campo – Per il viterbese è il quarto titolo tricolore consecutivo

Alessandro Lupino campione italiano di motocross

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Sport - Motocross - Alessandro Lupino

Sport – Motocross – Alessandro Lupino

Sport - Motori - Alessandro Lupino

Sport – Motori – Alessandro Lupino

Cardano al Campo (Va)- Per la quarta volta consecutiva Alessandro Lupino è campione italiano di motocross.

Il pilota di Viterbo, portacolori delle Fiamme oro, ha fatto suo il titolo della classe MX1 con una giornata d’anticipo, nella gara disputata ieri sulla pista del Ciglione della Malpensa, a Cardano al Campo, in provincia di Varese.

Lupino ha dominato la stagione, con 11 vittorie sulle 15 manche fin qui disputate. Tuttavia in Lombardia ha dovuto faticare più del previsto, soprattutto in gara-1, quando, a causa di un contatto al via, ha dovuto rimontare dall’ultima posizione, concludendo quinto.

Nessun problema nelle due uscite successive, nelle quali Alessandro ha fatto volare la sua Kawasaki, distanziando nettamente gli avversari fin dal primo giro. E sul podio, al termine della gara, è scattata la festa per la certezza matematica del titolo.

“È stata una giornata più complicata del previsto – racconta Lupino – perché nella prima manche ho dovuto rimontare dall’ultima posizione e nell’ultimo giro ho dovuto anche guidare con un sasso incastrato nella leva del freno. Mi sono divertito a recuperare, ho fatto tanti sorpassi, ma diciamo che è stata una gara un po’ troppo travagliata. Molto meglio nelle due batterie successive, in cui sono riuscito ad andare in fuga senza problemi da subito”.

“Sono davvero orgoglioso di essere ancora una volta campione italiano – continua il pilota viterbese – Anche se a questo campionato non partecipa Antonio Cairoli, che è il nostro punto di riferimento assoluto, mettersi dietro tutti gli altri avversari non è facile come si potrebbe pensare. Qui le piste sono diverse da quelle che si trovano nel mondiale e ci sono tanti piloti che sanno interpretarle bene”.

Lupino parla anche dell’imminente impegno con la nazionale italiana in America, per il Motocross delle Nazioni. “Le sensazioni sono positive. Con Cairoli e Cervellin formiamo una squadra competitiva, tutti e tre stiamo facendo una bella stagione. Non vorrei dirlo per scaramanzia, però ci sono le possibilità di salire sul podio. Io ci ero già riuscito nel 2013 e fu un’emozione stupenda. Da ripetere, per l’appunto”.

Prima di concentrarsi sul Nazioni, però, c’è da concludere al meglio il campionato mondiale, in cui Alessandro occupa l’undicesima posizione. Al termine del torneo mancano due gare, una in Olanda e una in Italia, a Imola. Nel mezzo, anche l’ultima prova dell’italiano, a Città di Castello, dove poter festeggiare la tabella numero 1 riconfermata per la quarta volta.

In gara a Cardano al Campo c’era anche il civitonico Alessandro Brugnoni. Per lui il bottino è un quattordicesimo posto di giornata e una forte botta a una mano rimediata in una caduta in partenza.

Alessandro Castellani

10 settembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR