--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Orte - Polstrada - Bloccato nel parcheggio di un ristorante, un 34enne - Convalidato il fermo, è nel carcere di Mammagialla

Con la pistola carica tra i tir in sosta, arrestato professionista della rapina

Condividi la notizia:

Polizia al casello autostradale di Orte

Polizia al casello autostradale di Orte

Orte – Arrestato con una pistola carica tra i tir in sosta nel parcheggio di un ristorante di Orte. L’uomo, un presunto professionista della rapina, bloccato dagli agenti della polizia stradale di  Terni, aveva con sé una pistola 38 Special con sei proiettili. 

Gli agenti lo hanno bloccato poco prima che estraesse dal giubbotto l’arma, carica e pronta a far fuoco, mentre si aggirava con fare sospetto, vestito di scuro, tra i mezzi pesanti in sosta nel parcheggio di un ristorante di Orte. Mezzi solitamente adibiti al trasporto di merci di valore. 

In manette è finito un albanese incensurato di 34 anni, che nel giubbotto nascondeva una pistola a tamburo Smith&Wesson Airweight calibro 38 Special, carica con sei proiettili con palla di piombo.

Altri tre proiettili sono stati rinvenuti all’interno dello zaino. Inoltre, nel vano portaoggetti sottosella della moto del 34enne, la polstrada ha trovato arnesi da scasso e guanti con inserti gommati. L’albanese era in possesso anche di tre telefoni cellulari.

Il controllo è quindi proseguito con la perquisizione della camera d’albergo dove alloggiava il trentaquatrenne e dove è stato scoperto altro materiale, come numerosi cappelli da baseball, guanti, una bomboletta di svitol e ulteriori 11 proiettili sempre calibro 38 Special nascosti all’interno di un calzino.

Da accertamenti successivi è emerso che la pistola e i proiettili erano stati oggetto di furto in un’abitazione nella zona di Bologna, da dove erano state asportate anche altre armi.

L’uomo è stato quindi arrestato per ricettazione, detenzione illegale di munizionamento e porto abusivo di arma da fuoco.

L’arresto è stato convalidato dal tribunale di Viterbo, che ha disposto per il 34enne la custodia cautelare in carcere. 


Condividi la notizia:
21 settembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR