Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - L'annuncio su un post del blog delle Stelle: "A cosa serve se non sanziona chi è mosso solo dagli interessi di partito?"

Il M5s: “Aboliamo l’ordine dei giornalisti”

Condividi la notizia:

Rocco Casalino

Rocco Casalino

Roma – Il provvedimento sull’abolizione dell’ordine dei giornalisti “è già sul tavolo del governo”.

Lo si apprende da un post del blog delle Stelle, a firma del Movimento, in difesa di Rocco Casalino, il portavoce della presidenza del Consiglio finito nella bufera per l’audio contro i tecnici del ministero dell’Economia diffuso dai media nei giorni scorsi.

Secondo quanto scritto sul blog pentastellato, l’ordine dei giornalisti della Lombardia, a cui Casalino risulta iscritto come professionista dal 2007, ha avviato un’istruttoria per verificare se le dichiarazioni del portavoce del premier “siano pertinenti, continenti e compatibili con gli articoli 2 e 11 della legge professionale n. 69 del 3 febbraio 1963”.

“Non una parola – è la replica del Movimento – invece sui giornalisti che hanno diffuso il suo audio privato, andando contro la deontologia professionale e l’etica giornalistica.” Né “quando è stato provato che Jacopo Iacoboni della Stampa aveva inquinato il dibattito pubblico con la mega fake news su Beatrice Di Maio, che doveva essere il vertice di chissà quale rete oscura di propaganda del Movimento, e invece era la moglie di Brunetta”.

“Neppure un cenno – continua il post – quando il direttore della Repubblica Calabresi aveva sparato in prima pagina la bufala dell’incontro tra Davide Casaleggio e Matteo Salvini, mai avvenuto in realtà. Neanche un sussurro quando giornalisti del Corriere, Repubblica e Messaggero avevano pubblicato un sms di Di Maio tagliato ad hoc per dimostrare che aveva mentito sulla vicenda Marra”.

Il Movimento, quindi, conclude proponendo la misura più drastica. “A cosa serve l’ordine dei giornalisti se non sanziona la diffusione delle notizie false e i comportamenti antietici di giornalisti mossi solo da interessi di partito e non dal desiderio di informare i cittadini? A niente. Quindi aboliamolo”.


Condividi la notizia:
25 settembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR