Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - La consigliera Pd Minchella replica a Marini sull'aeroporto

“Marini ha perso il treno… allora come oggi scarica su altri le responsabilità”

Condividi la notizia:

Martina Minchella

Martina Minchella

Giulio Marini

Giulio Marini

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – La dichiarazione del consigliere Marini ha un buco temporale che va dal 2007-20 08 al 2012-2013.

2007-2008 sono gli anni in cui il consiglio dei Ministri del secondo governo Prodi individuava l’aeroporto a Viterbo come scalo per il low cost e per la decongestione e la sostituzione dell’aeroporto di Fiumicino, 2012-2013 sono gli anni in cui il governo Monti revoca Viterbo come sede aeroportuale.

In questo arco temporale il Comune in primo luogo e la Provincia di Viterbo dovevano lavorare per predisporre tutto ciò che era indispensabile per la realizzazione della pista e dello scalo, purtroppo gli anni sono inutilmente trascorsi e si ricordano soltanto le società per la gestione del costituendo scalo, studi urbanistici e prospettive di sviluppo urbanistico per l’aeroporto, senza dimenticare le liste elettorali e i tanti presunti bigliettai pronti a far entrare folle trepidanti di giovani viterbesi nel paradiso dell’aeroporto.

Questa inefficienza e inefficacia di azioni amministrative, la mancanza di fatti concreti e le estenuanti discussioni che hanno caratterizzato quel periodo sono stati la principale causa della perdita di questa nostra infrastruttura.

Il consigliere Marini dovrebbe rammentare la battaglia che fu fatta con l’impegno del secondo governo Prodi per portare lo scalo a Viterbo contro le pressioni costanti di Frosinone e Latina a cui ha corrisposto una inerzia dell’allora amministrazione viterbese.

Oggi è evidente che l’Enac alla luce degli studi fatti in passato non può che ribadire l’idoneità del nostro territorio per essere sede dello scalo aeroportuale, ma per riaprire il dibattito occorre dimostrare che le amministrazioni locali siano veramente discontinue con i comportamenti del passato.

Una sola annotazione il ricorso al Tar, consigliere Marini, ha rappresentato un’inutile espediente di chi avendo perso il treno allora come oggi scarica su altri le responsabilità.

Noi non abbiamo alcun interesse a fare polemica e come nel 2008 grazie al nostro impegno l’aeroporto fu localizzato a Viterbo, oggi contrariamente all’opposizione di allora che remò contro siamo pronti a dare il nostro sostegno.

Martina Minchella
Consigliere comunale Pd


Condividi la notizia:
17 settembre, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR