Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Caffeina annuncia 
il “Festival della Cultura dei Monti Cimini” tre mesi di eventi, conferenze e reading

Arrivano Oscar Farinetti, Erri de Luca e Aldo Cazzullo

Condividi la notizia:

Il logo del Festival della Cultura dei Monti Cimini

Il logo del Festival della Cultura dei Monti Cimini

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Nell’ambito dei progetti promossi dalla Comunità Montana dei Cimini, Fondazione Caffeina Cultura è lieta di annunciare il programma del Festival della Cultura dei Monti Cimini.

Tre mesi di eventi, conferenze e reading in molti comuni della provincia di Viterbo; grandi ospiti di livello nazionale ed alcune azioni specifiche pensate per conservare, restaurare e valorizzare il patrimonio storico e artistico del territorio viterbese.

Gli eventi: spettacoli teatrali, racconti di storie ed opere sia di respiro internazionale che fortemente legate al territorio; ancora, personalità della cultura e dello spettacolo che porteranno la loro voce e le loro parole in Tuscia.

Dopo l’inizio ufficiale dell’evento il 22 di settembre, si parte il 29 settembre con Sveva Sagramola che a Oriolo Romano presenterà “Montagna viva. Un appassionato viaggio alla scoperta delle vette della nostra penisola”, alle 18 presso la Sala Polivalente Fortunato Tedesco.

Sabato 27 ottobre arriva Aldo Cazzullo a Vitorchiano, alle 18 presso la Sala Consiliare con “Giuro che non avrò più fame”.

Il 22 novembre alle 18, presso la biblioteca comunale di Canepina ci sarà Erri de Luca, in “Radici per terra e testa verso il cielo, la salvaguardia dell’ambiente come impegno politico e sociale”; pochi giorni dopo a Soriano nel Cimino arriva il divulgatore televisivo Roberto Giacobbo, alle 18 presso la biblioteca comunale con “I misteri del bosco, un viaggio tra miti (e significati) del mondo rurale”.

Chiudiamo in bellezza domenica 2 dicembre a Caprarola dove alle ore 18, presso la biblioteca comunale, Oscar Farinetti presenterà “Dal locale all’internazionale, la valorizzazione delle tradizioni locali attraverso la creatività e l’innovazione”.

I grandi ospiti del Festival della Cultura dei Monti Cimini sono solo una parte di un programma lungo decine di settimane che ha l’ambizione di costruire un reale presidio culturale nella provincia di Viterbo.

Parliamo ad esempio della programmazione di teatro dialettale, un festival nel festival che vedrà compagnie del territorio impegnate nella messa in scena di opere provenienti dal repertorio locale: tutti i giovedì di ottobre e di novembre presso il Teatro Caffeina si esibiranno gratuitamente compagnie di Vasanello, Vetralla, Soriano nel Cimino, Caprarola, Vitorchiano e Canepina; immancabile la proposta di Caffeina per i bambini con Annalisa Canfora, direttrice artistica del Teatro Caffeina, che proporrà letture teatrali per i più piccoli nei teatri e nelle biblioteche dei comuni della Comunità Montana, oltre a specifici eventi incentrati sulle storie, sulle favole e sulle fiabe più adatte ai più piccini.

Non è finita: nell’ambito del festival è prevista la digitalizzazione di documenti storici di pregio, attualmente inaccessibili appartenenti agli archivi storici e alle biblioteche dei comuni di Caprarola, Nepi, Oriolo, Ronciglione, Vallerano, Vetralla.

Il coordinamento con i comuni della Comunità Montana sbarca poi nelle scuole: gli allievi degli istituti scolastici diventeranno protagonisti del progetto “Le memorie del borgo”, nel quale saranno chiamati a raccogliere nella loro cerchia familiare foto storiche e ricordi della vita privata degli abitanti dei comuni; un lavoro diffuso di conservazione della memoria, dunque, che sarà digitalizzato e che sfocerà in una mostra fotografica omonima al progetto.

Completa l’offerta una proposta all’avanguardia che arriva per la prima volta in Tuscia; Fondazione Caffeina Cultura sceglie di valorizzare la rete dei musei civici nei comuni della Comunità Montana e del suo comprensorio tramite le più moderne tecnologie di realtà virtuale: in ogni esposizione verranno inseriti degli apparati tecnologici che permetteranno la navigazione interattiva delle aree museali secondo i più recenti standard qualitativi.

“Dopo il tradizionale impegno per i festival a Viterbo, segno visibile per la nostra città; e dopo l’arrivo di “Lezioni di Democrazia”, un ciclo di incontri per approfondire i temi più cruciali dell’attualità contemporanea, Fondazione Caffeina è onorata di poter fare la propria parte per lo sviluppo culturale del territorio della provincia –  afferma Andrea Baffo, presidente della Fondazione Caffeina Cultura – Con la sincera intenzione di rendere la Tuscia ancora più attrattiva e inserita nei circuiti turistici e culturali nazionali, Fondazione Caffeina Cultura è onorata di mettersi al servizio della Comunità Montana dei Cimini e delle iniziative da essa promosse, radunando le forze e gli strumenti migliori di cui dispone.

Faremo la nostra parte e costruiremo una collaborazione efficace con i comuni di Blera Canepina, Capranica, Caprarola, Carbognano, Nepi, Ronciglione, Soriano nel Cimino, Vallerano, Vasanello, Vetralla, Vignanello, Viterbo e Vitorchiano – conclude Baffo -: Un circuito di idee e di cooperazione essenziale per far fare al nostro territorio quel salto di qualità che tutti auspichiamo”.


Il programma
Gli eventi
venerdì 22 giugno
ore 18.00 Teatro Caffeina
Presentazione del progetto del Festival della Cultura dei Cimini
La manifestazione, organizzata dalla Fondazione Caffeina per la Comunità Montana dei Cimini, coinvolgerà
i sistemi culturali già costituiti nei Comuni della Comunità Montana e ne creerà di nuovi con l’obiettivo di
valorizzare e promuovere la grande ricchezza culturale e la bellezza del territorio.

sabato 22 settembre
ore 16.00
Biblioteca di Vallerano
Infuso con le favole
Ogni paese, ogni cultura ha le proprie fiabe popolari che si tramandano oralmente da secoli. Misteri, magia,
ironia, creature benevole, e talvolta animali fatati, che rappresentano paure e speranze identiche in tutte le
parti del mondo. Un interessante confronto tra le favole raccontate dagli anziani del posto e quelle raccontate
da chi è cresciuto in un’altra nazione sarà spunto di riflessione e punto di partenza per un dialogo tra culture
diverse.
Jeimy Catalina Montero Ogando
racconta le favole della Repubblica Dominicana

Sabato 29 settembre
ore 18.00 Sala polivalente Fortunato Tedesco, Largo Clemente, Oriolo
Reading Letterario
Sveva Sagramola
Montagna viva. Un appassionato viaggio alla scoperta delle vette della nostra penisola

giovedì 4 ottobre
ore 21.00 Teatro Caffeina
Rassegna teatrale
Una rassegna di teatro dialettale che vede protagoniste le compagnie teatrali locali
La Compagnia teatrale Le Sarapiche di Vasanello presenta
Che tocca fà pe sposasse

sabato 6 ottobre
ore 16.00 Biblioteca Comunale di Capranica
Storie del bosco antico
Letture per bambini
letture e narrazioni per bambini di Annalisa Canfora

giovedì 11 ottobre
ore 21.00 Teatro Caffeina
Rassegna teatrale
Una rassegna di teatro dialettale che vede protagoniste le compagnie teatrali locali
La Compagnia teatrale I Casaioli di Vetralla presenta:
La sociara e la nora ….la peste e la gragnola

sabato 13 ottobre
ore 16.00 Biblioteca comunale di Nepi
Letture e narrazioni per bambini di Annalisa Canfora
A seguire Fabio Di Cocco presenta il suo libro “Dove nasce la neve”

giovedì 18 ottobre
ore 21.00 Teatro Caffeina
Rassegna teatrale
Una rassegna di teatro dialettale che vede protagoniste le compagnie teatrali locali
La Compagnia I dialettanti di Vetralla presenta:
Nun semo sole

giovedì 25 ottobre
ore 21.00 Teatro Caffeina
Rassegna teatrale
Una rassegna di teatro dialettale che vede protagoniste le compagnie teatrali locali
La compagnia La Vojola di Soriano nel Cimino presenta:
11° nun t’ambicciassi

sabato 27 ottobre
ore 16.00 Biblioteca Comunale Alessandro Pistella di Vetralla
Letture per bambini
letture e narrazioni per bambini di Annalisa Canfora
Al termine Davide Mazzocco e Paula Dias
presentano il loro libro Lo Spaventagente

sabato 27 ottobre
ore 18.00 Sala consiliare del Comune di Vitorchiano
Reading Letterario
Aldo Cazzullo in
Giuro che non avrò più fame

domenica 28 ottobre
ore 16.00 Biblioteca Comunale di Carbognano
Storie del bosco antico
Letture per bambini
letture e narrazioni per bambini di Annalisa Canfora

giovedì 8 novembre
ore 21.00 Teatro Caffeina
Rassegna teatrale
Una rassegna di teatro dialettale che vede protagoniste le compagnie teatrali locali
La Compagnia Peppino Liuzzi di Caprarola
Li viaggi di Ulisse

sabato 10 novembre
ore 16.30 Biblioteca di Vignanello
Infuso con le favole
Ogni paese, ogni cultura ha le proprie fiabe popolari che si tramandano oralmente da secoli. Misteri, magia,
ironia, creature benevole, e talvolta animali fatati, che rappresentano paure e speranze identiche in tutte le
parti del mondo. Un interessante confronto tra le favole raccontate dagli anziani del posto e quelle raccontate
da chi è cresciuto in un’altra nazione sarà spunto di riflessione e punto di partenza per un dialogo tra culture
diverse.

Emanuela Sabbatini racconta
L’India dei bambini, favole tradizionali dell’India

giovedì 15 novembre
ore 21.00 Teatro Caffeina
Rassegna teatrale
Una rassegna di teatro dialettale che vede protagoniste le compagnie teatrali locali
Il Gruppo spontaneo canepinese presenta
E’ bbasso ppiù llungo d’ ‘a zzamba

sabato 17 novembre
ore 16.30 Biblioteca di Blera
Letture per bambini
letture e narrazioni per bambini di Annalisa Canfora
Al termine Tea Ranno farà una presentazione “animata” del suo libro La Befana e il colpo della strega di
Tea Ranno

giovedì 22 novembre
ore 18.00 Biblioteca di Canepina
Letture d’Autore
Erri De Luca in
Radici per terra e testa verso il cielo, la salvaguardia dell’ambiente come impegno politico e sociale

giovedì 22 novembre
ore 21.00 Teatro Caffeina
Rassegna teatrale
Una rassegna di teatro dialettale che vede protagoniste le compagnie teatrali locali
La Compagnia Teatrale Li Focò di Caprarola presenta
Solo per un maledetto ritardo

sabato 24 novembre
ore 18.00 Biblioteca di Ronciglione
Reading letterario
Giuseppe Festa in
I figli del bosco, storie di lupi e di libertà. Una storia vera che sa di favola

giovedì 29 novembre
ore 21.00 Teatro Caffeina
Rassegna teatrale
Una rassegna di teatro dialettale che vede protagoniste le compagnie teatrali locali
La Compagnia Teatrale In…stabile di Vitorchiano presenta
Vendesi bara anche a rate

venerdì 30 novembre
ore 18.00 biblioteca di Soriano nel Cimino
Letture d’Autore
Roberto Giacobbo in
I misteri del bosco, un viaggio tra miti (e significati) del mondo rurale

sabato 1 dicembre
ore 16.30
Biblioteca Comunale di Vasanello
Letture per bambini
letture e narrazioni per bambini di Annalisa Canfora
A seguire Marcella Brancaforte presenta il libro I doni degli Dei

domenica 2 dicembre
ore 18.00 Biblioteca di Caprarola
Letture d’autore
Oscar Farinetti in
Dal locale all’internazionale, la valorizzazione delle tradizioni locali attraverso la creatività e l’innovazione

giovedì 6 dicembre
ore 18.00 Teatro Caffeina
Giornata conclusiva e di bilancio del progetto
Incontro con i partner del progetto per una valutazione finale con ospiti e autorità.
Inaugurazione della mostra fotografica “le memorie del borgo”, frutto della raccolta di testimonianze
fotografiche e audiovisive, amatoriali e non, durante i laboratori svolti nelle scuole

Per il territorio
Digitalizzazione documenti
Per valorizzare l’offerta culturale migliorando e consentendo l’accesso a determinati contenuti culturali di
qualità, attualmente inaccessibili, è prevista la digitalizzazione di documenti appartenenti agli archivi storici
e alle biblioteche dei comuni di Caprarola, Nepi, Oriolo, Ronciglione, Vallerano, Vetralla.
Laboratorio scolastico “le memorie del borgo”

Una raccolta di testimonianze fotografiche e audiovisive, amatoriali e non, con una partecipazione attiva
delle scuole dei comuni coinvolti. Attraverso la raccolta da parte degli studenti delle foto di famiglia e un
recupero della storia attraverso la raccolta di ricordi della vita privata degli abitanti stessi ogni scuola
coinvolta potrà svolgere il percorso di recupero e digitalizzazione presso la propria sede oppure affidare la
digitalizzazione alla Fondazione. Le fotografie entreranno a far parte di un racconto visivo presentato nella
mostra

Mostra fotografica “le memorie del borgo”
Il materiale raccolto nei laboratori scolastici verrà raccolto ed esposto in una mostra fotografica presso il
Teatro Caffeina a Viterbo e inaugurata nel corso della tavola rotonda organizzata in chiusura di progetto.

Un caffè con la storia
Biblioteca di Capranica ( un sabato pomeriggio al mese)
Seminari aventi come oggetto divagazioni storiche a cadenza mensile riguardanti Capranica ed i paesi
limitrofi, realizzati davanti a un buon caffè. Questi incontri sono uno strumento utile per preservare e
divulgare la cultura del territorio, per fornire punti di vista e chiavi di lettura degli elementi noti, sconosciuti
o misconosciuti e di sensibilizzare la comunità locale alla riscoperta degli elementi storico/culturali presenti
nel territorio per una valorizzazione del patrimonio a volte poco conosciuto o sottovalutato, spingendo a
porre l’attenzione dei cittadini su elementi specifici della storia e della cultura locale, sempre più percepiti
come tasselli fondamentali della storia dei nostri popoli, da valorizzare e difendere per preservarli dalla
scomparsa.

Un tè con la scienza
Biblioteca di Caprarola ore 17.00
(tutti i mercoledì)
Iniziativa culturale di approfondimento di specifiche tematiche a contenuto scientifico realizzata presso la
biblioteca di Caprarola. In occasione degli incontri, esperti di varie materie intervengono per parlare di
scienze naturali, biologia, geologia, ma anche di archeologia, storia, arte, tradizioni, agricoltura, salute.
Speciali momenti di apprendimento, confronto e riflessione oltre che di condivisione culturale che portano i
partecipanti a porre attenzione a specifici aspetti della realtà in cui viviamo, dalla conoscenza delle erbe ai
cambiamenti atmosferici, dallo studio dei colori e delle migrazioni degli uccelli della Riserva Naturale del
Lago di Vico alla gestione delle acque dall’antichità ad oggi. Molti temi di questi incontri e per tutti i gusti e
quindi ampie sono le fasce di pubblico raggiungibili grazie appunto alla varietà delle proposte, al linguaggio
semplice dei contenuti e alla convivialità presente nelle modalità di erogazione dei saperi.
Ogni incontro è aperto da un buon tè che dona una lieta fragranza a queste immersioni scientifiche.

Visite virtuali
Con sistemi completi per la fruizione immersiva VR nei musei. In ogni museo verranno inseriti degli
apparati tecnologici e di supporto alla fruizione immersiva in modalità VR (Virtual Reality) in modo da
permettere la navigazione interattiva stereoscopica secondo i più recenti standard qualitativi. I contenuti
multimediali consentiranno di effettuare percorsi completi con una navigazione dinamica, con camera in
movimento controllato dall’utente e azioni trigger che permetteranno l’attivazione di eventi animati
all’interno di scenari virtuali ricostruiti.

Fondazione Caffeina


Condividi la notizia:
21 settembre, 2018

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR