Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - A raccontarlo, l'associazione Baobab e Medici senza frontiere - Controlli della polizia mentre erano in fila per essere visitati

“Portati via 16 migranti della nave Diciotti”

Condividi la notizia:

Roma - Medici senza frontiere - I controlli ai migranti

Roma – Medici senza frontiere – I controlli ai migranti

Roma – Fermati dalla polizia a Roma 16 migranti della Diciotti. È successo in mattinata a Roma, mentre i giovani erano in fila, in attesa d’essere visitati da Medici senza Frontiere. A raccontarlo, l’associazione Baobab. 

“Poco fa, mentre seguivamo le notizie provenienti dallo sgombero di via Raffaele Costi, 4 blindati, un bus e sette macchine della digos, sono arrivate al nostro presidio – spiegano da Baobab – agenti in tenuta antisommossa hanno caricato di forza 16 ragazzi sul bus mentre questi erano in fila per essere visitati dallo staff sanitario di Medici Senza Frontiere. La polizia ha confermato di essere alla ricerca dei migranti sbarcati dalla nave Diciotti”.

I sedici ragazzi ora sono all’ufficio immigrazione di via Patini insieme ad operatori legali e avvocati che impediranno l’operazione illegale che si vuole mettere in atto: costringerli a tornare al centro di Rocca di Papa.

In tutto questo, ancora non si sa se questi ragazzi erano effettivamente sulla nave, in quanto la polizia ha costretto a far salire sul bus le prime persone che si è trovata davanti”.

Anche Medici senza frontiere interviene: “Poco fa al BaobabExp – scrivono su in un tweet – poliziotti hanno portato via persone di nazionalità eritrea in fila per consultazioni mediche alla clinica mobile MSF. È una inaccettabile violazione del diritto alle cure mediche. L´operazione ha anche violato confidenzialità medica”.


Condividi la notizia:
7 settembre, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR