Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Lezioni-di-democrazia-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Parlamento - Fa parte del piano nazionale individuato dall'Enac, come terzo scalo del Lazio - Interrogato da Rotelli (FdI) il ministro Toninelli tace sul completamento della trasversale

Si torna a parlare dell’aeroporto di Viterbo in commissione Trasporti…

Viterbo - Mauro Rotelli

Viterbo – Mauro Rotelli

Viterbo – Completamento Trasversale, il ministro Danilo Toninelli tace. Ma in commissione Trasporti si torna a parlare dell’aeroporto di Viterbo.

Un po’ Mauro Rotelli, deputato FdI, è rimasto perplesso, ma forse un po’ anche preoccupato, quando in commissione ha rivolto una domanda specifica, per avere rassicurazioni: il governo intende portare a termine i rimanenti diciotto chilometri della Trasversale? Silenzio.

Il tratto tra Monte Romano e Civitavecchia rimane sospeso e non si tratta di uno dei ponti previsti nel progetto.

“Ho chiesto – spiega Rotelli – notizie sulla superstrada e il suo completamento”. Domandare è lecito, rispondere è cortesia. Ma la cortesia non c’è stata: “Ho domandato, ma non ha risposto”. La riunione era per fare il punto sulla situazione delle grandi opere.

“Il ministro alle Infrastrutture – continua Rotelli – ha fatto un’introduzione generale sulle grandi opere, ha spiegato lo studio che sta portando avanti un gruppo di lavoro, per valutare benefici e costi”. Non c’è solo la Tav, ma diverse altre opere sono sotto la lente d’ingrandimento del ministro pentastellato.

“Alla domanda ho fatto una premessa – ricorda Rotelli – la Trasversale non rientra fra le grandi opere, dal momento che in larga parte è stata realizzata. Restano 18 chilometri e per questo ho domandato cosa intendono fare”. Ci sono già i fondi per arrivare fino in fondo, ma al momento, rassicurazioni da Toninelli non ne sono arrivate.

Si è parlato, invece, d’aeroporti. “Il governo – continua Rotelli – intende rivedere il piano nazionale”. Una rivisitazione, in quanto in giro per l’Italia la situazione è parecchio caotica, tra i diversi scali.

In quel piano c’è anche l’aeroporto di Viterbo, confermato dall’Enac, che con i suoi studi aveva individuato Viterbo come il terzo del Lazio, salvo poi nel 2012, la scelta del governo di definanziarlo. Adesso il piano sarà rivisto. Novità in volo per la Tuscia difficile che ci siano, ma chissà.

14 settembre, 2018

    • Altri articoli

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR