--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tarquinia - Intervista all’assessora Martina Tosoni sulla stagione estiva e sulle future iniziative culturali

“Tarquinia deve vivere di cultura e turismo tutto l’anno”

Condividi la notizia:

Tarquinia - La vicesindaca Martina Tosoni

Tarquinia – La vicesindaca Martina Tosoni

Tarquinia – “La città deve vivere di cultura e turismo tutto l’anno”.

Parola di Martina Tosoni. L’assessora alla cultura e allo spettacolo di Tarquinia è soddisfatta della stagione estiva e illustra alcuni progetti da realizzare nei prossimi mesi.

Sei da pochi mesi diventata anche vice sindaca. Questo ulteriore incarico ha influito sul tuo lavoro?
“Certamente ha comportato un impegno maggiore e ho dovuto svolgere il ruolo dell’assessore in modo diverso da come lo immaginavo lo scorso anno. Questo non vuol dire che non ho messo attenzione alla programmazione culturale di Tarquinia. Il Divino Etrusco, per esempio, si è confermato un evento di successo. Grazie alla collaborazione tra gli assessorati e con le associazioni è stato fatto un ottimo lavoro. Con alcune realtà ci sono state difficoltà ma ho voluto dare un taglio diverso rispetto alla precedente amministrazione”.

Sulla riqualificazione del Bucone? Tu stessa avevi annunciato la decisione di programmare delle iniziative per questa estate.
“Lo confermo. Non è stato possibile per il taglio di fondi nel bilancio di previsione all’assessorato ai lavori pubblici destinati al recupero dell’area. Stiamo lavorando per reperire le risorse. È un mio obiettivo proporre attività culturali gratuite al Bucone”.

Per il Lido cosa ha fatto l’amministrazione?
“Il Lido è stato dimenticato per anni. Erano state fatte scelte diverse, preferendo investire nel centro storico. Con l’assessorato al turismo, Assotur e altre associazioni ho voluto fare rete per organizzare per eventi e spettacoli. Siamo coscienti che la strada da percorrere è ancora lunga. Il Lido non può essere meta turistica solo per tre mesi. È opportuno destagionalizzare l’offerta con proposte anche ad aprile, maggio e settembre”.

Cosa non hai potuto realizzare in questa estate?
“Avrei voluto lanciare un festival degli artisti di strada a luglio. Non è stata fatta una stagione teatrale, perché speravo nell’inaugurazione del teatro San Marco. Le sale D. H Lawrence e della biblioteca comunale sono state sempre aperte con mostre ed esposizioni. Vorrei poi ricordare Sport’nRoll e la Giostra delle contrade. È evidente che organizzare questi eventi ha un costo notevole, soprattutto a fronte degli adempimenti burocratici”.

Hai parlato del teatro San Marco. I lavori sono in via di conclusione e l’inaugurazione dovrebbe essere questione di mesi. Come pensa l’amministrazione di affrontare la gestione della struttura?
“Il tema della gestione non è stato ancora affrontato. Alla prossima riunione di maggioranza verrà discusso. Ne ho parlato con i colleghi di Civitavecchia e Montalto di Castro, città che hanno teatri affermati, per conoscere meglio alcuni aspetti come i calendari e la gestione artistica. Ho delle idee su cui sto lavorando”.

Un’ultima domanda. Tarquinia parteciperà al bando della Regione per la città della cultura del Lazio?
“Ho incontrato i colleghi dei comuni di Civitavecchia e Montalto di Castro e sono in attesa di avere conferma di Santa Marinella e Cerveteri. Il tema che vorremmo proporre è quello del mare, che ha grande importanza per il turismo e la cultura”.

Daniele Aiello Belardinelli


Condividi la notizia:
2 settembre, 2018

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR