--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Genio e sregolatezza - Imprenditrice a processo per turbativa d'asta - Al centro la gara per il sentiero pedonale della riserva di Monte Casoli

Appalti truccati, la maxinchiesta fa tappa anche a Bomarzo

di Silvana Cortignani
Condividi la notizia:

Genio e sregolatezza, la perquisizione dei forestali al Genio civile di Viterbo

Genio e sregolatezza, la perquisizione dei forestali al Genio civile di Viterbo

Bomarzo - La riserva naturale di Montecasoli

Bomarzo – La riserva naturale di Montecasoli

Bomarzo – Spunta anche un appalto pubblico del comune di Bomarzo tra le presunte gare truccate da una cordata di imprenditori passate al setaccio dalla procura nell’ambito della maxinchiesta Genio e sregolatezza.

Al centro la realizzazione di un sentiero nel bosco. Un appalto per il quale, nel 2013, sono finiti indagati tre imprenditori, un uomo e due donne, le cui strade giudiziarie si sono separate.

Per una delle imprenditrici, il processo per turbativa d’asta in concorso si è aperto nei giorni scorsi davanti al giudice Gaetano Mautone. 

Sotto la lente dei pubblici ministeri Fabrizio Tucci e Stefano D’Arma è finito il “percorso pedonale di accesso alla riserva naturale di Monte Casoli”, a circa 5 chilometri dal centro abitato, vicina al Parco dei mostri, localizzata tra i terreni appartenenti a tre distretti vulcanici laziali e meta di passeggiate storico-naturalistiche ed escursioni. 

Salgono così a sei i filoni della maxinchiesta arrivati al dibattimento: dopo Genio uno, Genio bis, Pista Rossa, Vitorchiano, Acquabianca e lo stralcio “Guardea”, adesso anche il “Monte Casoli” di Bomarzo. 

Un’area estesa su 285 ettari, non solo di grande rilevanza naturalistica, ma anche archeologica, in quanto tra le rocce della collina gli antichi abitanti della zona realizzarono abitazioni e tombe rupestri, perforandola insistentemente, utilizzati fino all’epoca contemporanea come ripari per animali da pastorizia. E’ tuttora una tradizione tipica dei bomarzesi andare a Monte Casoli per  la scampagnata di Pasquetta. Ci sono tracce di un castello, una chiesa ben conservata ed una vasta necropoli con colombai intorno alle acque del torrente Vezza. 

Ebbene, un’imprenditrice 57enne d’origine marchigiana per quel percorso pedonale a Bomarzo è finita sotto processo con l’accusa di turbativa d’asta, in concorso con una imprenditrice e un imprenditore viterbesi per i quali si procede separatamente.

I fatti sono relativi al periodo che va da settembre 2011 a marzo 2012, pochi mesi prima di quel caldo autunno di sei anni fa in cui scattarono i clamorosi arresti di tredici imprenditori e si venne a sapere che un’altra cinquantina, quasi tutti della provincia di Viterbo, erano indagati a piede libero. 

C’è voluto tempo per arrivare a martedì 23 ottobre quando, davanti al giudice Gaetano Mautone, si è tenuta l’udienza di ammissione prove, con le consuete intercettazioni telefoniche da trascrivere, carabinieri forestali e imprenditori da sentire, questi ultimi già coinvolti in altri filoni della maxinchiesta.

L’imputata, difesa dagli avvocati Bruno Mecali e Piergiorgio Manca del foro di Roma, è accusata di avere turbato “il regolare svolgimento della procedura ad evidenza pubblica indetta dal Comune di Bomarzo a procedura negoziata – si legge nell’avviso di conclusione indagini – per l’individuazione del contraente privato per l’appalto di opere pubbliche ed in particolare per l’affidamento dei lavori relativi alla realizzazione del ‘percorso pedonale di accesso a Monte Casoli ed area ricreativa’”. 

Sempre medesimo il copione. Secondo la procura, “agendo per conto e nell’interesse di un’impresa di costruzioni romana”, la 57enne avrebbe concordato con i due presunti complici e altri soggetti non identificati, invitati a presentare offerte, “il contenuto delle offerte da presentare, in modo tale da favorire l’aggiudicazione in favore di società riconducibile alla cordata ovvero ad altro soggetto comunque gradito”. 

Il 20 novembre sarà nominato il perito trascrittore, il 16 aprile saranno sentiti tutti i testi dell’accusa. 

Silvana Cortignani


Condividi la notizia:
30 ottobre, 2018

Genio e sregolatezza ... Gli articoli

  1. "Tordi e cacciatori" nelle intercettazioni, per la procura si trattava di una soffiata
  2. Genio e sregolatezza, al via il filone "Bomarzo" della maxinchiesta
  3. Lottizzazione Acquabianca, sfilano i primi sei testimoni dell'accusa
  4. Appalti truccati, verso la prescrizione altri due processi
  5. Appalti truccati, Annesi e Lanzi fanno appello contro la condanna
  6. "Un preoccupante sistema di gestione degli appalti pubblici nel Viterbese"
  7. Appalti truccati e tangenti, al via due nuovi processi falcidiati dalle prescrizioni
  8. Truffa e corruzione, sì alle intercettazioni
  9. Appaltopoli bis, pioggia di prescrizioni a raffica
  10. Pista rossa, prescrizione anche per Scapigliati
  11. Al via il processo ai sette imputati del filone Acquabianca
  12. Appalti pubblici truccati, giudice incompatibile stop al processo
  13. "Sono sollevato, anche se ho sempre saputo di essere innocente"
  14. Appaltopoli, inflitti oltre dieci anni di carcere
  15. Ponte del primo maggio col fiato sospeso per otto imputati
  16. "Nessuna prova, solo suggestioni..."
  17. Appalti truccati, processo prescritto prima di cominciare per due imputati
  18. "Nessuno scambio di buste, solo una sonora cantonata"
  19. "La Annesi non ha mai confessato..."
  20. Appaltopoli bis, maxiprocesso per 31 imputati e 17 parti offese
  21. Funzionari del genio civile accusati di corruzione, tutta per loro l'ultima udienza
  22. Lottizzazione Acquabianca, il comune parte civile al processo
  23. "Genio e sregolatezza, il Comune si costiuirà parte civile?"
  24. "Hanno pescato un pesce che non c'entrava niente... "
  25. Lottizzazione Acquabianca, sei imprenditori e l'ex city manager a processo
  26. Appaltopoli bis, sarà maxiprocesso per trentuno imputati
  27. Villette invece di condomini all'Aquabianca, slitta l'udienza preliminare
  28. "Le accuse dei pm? Solo teorie..."
  29. "L'inchiesta Appaltopoli? Come Alice nel paese delle meraviglie"
  30. Genio e sregolatezza, parola alle difese
  31. Genio e sregolatezza, nuovo processo per sei indagati
  32. Nuovo processo per Genio e sregolatezza
  33. "Pochi, maledetti e subito..."
  34. "Ecco come si spartivano gli appalti"
  35. Appaltopoli, chiesti oltre 25 anni di carcere
  36. Genio e sregolatezza, processo al rush finale
  37. Giudice incompatibile, salta appaltopoli bis
  38. Villette invece di condomini, in sette davanti al gup
  39. Genio e sregolatezza bis, incombe la prescrizione
  40. "Impossibile pilotare la gara"
  41. Appalti truccati, slitta l'udienza preliminare
  42. Genio e sregolatezza, in sei rischiano un nuovo processo
  43. Genio e sregolatezza, è guerra sulle intercettazioni
  44. "Le intercettazioni non tornano..."
  45. "Da Lanzi? Mai ricevuto pressioni"
  46. Pista rossa e lavori a scuola, tutti a processo
  47. Pista rossa e lavori a scuola, in 7 rischiano il processo
  48. "Normale chiedere delucidazioni sui bandi..."
  49. Genio e sregolatezza, verso il processo altri 32
  50. "Rifiuti in discarica? Pagava il comune"
  51. Appalti truccati, ex assessore parla per due ore
  52. Genio e sregolatezza, 'processo' alle indagini
  53. "Genio e sregolatezza", tutto da rifare
  54. Pista rossa e lavori a scuola, in sette davanti al gup
  55. Brivido appaltopoli, processo appeso a un filo
  56. Venti giorni per farsi interrogare
  57. "Facevamo tutto da soli"
  58. Balducci e Amedeo Orsolini, chiusa l'inchiesta per corruzione
  59. "Tutte queste ditte a braccetto non ce le vedo..."
  60. "Nessuna pressione per aggiudicare gli appalti"
  61. Un pezzo dell'ex giunta sul banco dei testimoni
  62. "Bilancini non doveva essere arrestato"
  63. Appalto differenziata, Santori scarica tutto su Curti
  64. "Ho chiesto aiuto per non licenziare gli operai"
  65. E alla fine l'appalto va alla Gesta...
  66. Giudice incompatibile, salta l'udienza preliminare
  67. Stralci di appaltopoli, rinviate le due udienze preliminari
  68. Genio e sregolatezza, altri 32 a rischio processo
  69. Appalti e tangenti, chiusa l'inchiesta
  70. Appalti truccati, un imprenditore: "Offerte anomale"
  71. "Appalti pilotati, nell'ambiente si sapeva..."
  72. Appalti truccati, difese all'attacco
  73. "Soldi per il consorzio, non per Lanzi"
  74. Appalti truccati, Chiavarino e Tomassetti supertestimoni
  75. "La gara s'ha da piglia'..."
  76. "Metti nel vaso un fiore da 3 euro e 10..."
  77. Appaltopoli slitta a dicembre
  78. Appaltopoli ricomincia da capo
  79. Appaltopoli, processo al palo
  80. "Contro Lanzi nessuna prova"
  81. "Pochi, maledetti e subito"
  82. Appaltopoli, ok alle intercettazioni
  83. Indagini e intercettazioni, è scontro tra accusa e difesa
  84. Due processi per appaltopoli
  85. Appaltopoli, si torna in aula
  86. Appaltopoli, raffica di eccezioni contro il giudizio immediato
  87. Appaltopoli, il processo non decolla
  88. Appaltopoli, patteggiano i Chiavarino e Tomassetti
  89. Giudice in causa col comune di Graffignano, salta il processo
  90. Appaltopoli, riparte il processo
  91. Appalti truccati, patteggiamenti rinviati a settembre
  92. Giudici incompatibili, salta il processo
  93. Appalti truccati, parte il processo
  94. Ore contate per la decisione sul destino dei 13 arrestati
  95. Daniela Chiavarino per sei ore in procura
  96. Appalti truccati, parla solo Anselmi
  97. Appalti truccati, nuovi interrogatori in vista
  98. Appalti truccati, i funzionari del Genio non rispondono
  99. Appalti truccati, Lanzi non risponderà
  100. Anselmi: "C'erano due cordate..."
  101. Bilancini "recuperatore di tangenti"...
  102. Interrogatori fiume in tribunale e in carcere
  103. Appalti truccati, Santori e Giraldo rispondono
  104. "Gente forte, abituata a cadere e rialzarsi"
  105. Settanta uomini impegnati nel blitz
  106. Nove in carcere e quattro ai domiciliari
  107. Scattano di nuovo le manette
  108. "Contestiamo qualsiasi coinvolgimento"
  109. "Balducci sempre leale e trasparente"
  110. Balducci e Amedeo Orsolini indagati per corruzione
  111. Forestale in comune, sequestrati documenti
  112. "Indagato? Non ho ricevuto avvisi di garanzia..."
  113. Appalti truccati, inchiesta al rush finale
  114. Santori ritira le sue dimissioni
  115. Appalti truccati, liberi tutti
  116. Appalti truccati, il giorno della verità
  117. Battisti: "Ci costituiremo parte civile"
  118. Chiesta la scarcerazione immediata
  119. Otto tangenti in due anni al funzionario del Genio
  120. Appalti truccati, liberi in quattro
  121. Rifiuti e appalti, 12 arrestati - Le immagini dell'operazione
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR