Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Economia - Il direttore di Coldiretti Alberto Frau commenta il buon esito dei riscontri territoriali

“Aziende della Tuscia nella rete del lavoro agricolo di qualità”

Condividi la notizia:

Alberto Frau

Alberto Frau

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Sono tante e si occupano di vari settori, le aziende della Tuscia selezionate nella rete del lavoro agricolo di qualità, istituita presso l’Inps, che si distinguono per il rispetto delle norme in materia di lavoro, legislazione sociale, imposte sui redditi e sul valore aggiunto.

Sono aziende che non hanno mai riportato condanne penali per violazioni della normativa in materia di lavoro e legislazione sociale, per delitti contro la pubblica amministrazione, delitti contro l’incolumità pubblica, delitti contro l’economia pubblica, l’industria e il commercio, delitti contro il sentimento per gli animali e in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto, delitti di cui agli articoli 600, 601, 602 e 603-bis del codice penale.

Sono aziende che non sono state destinatarie, negli ultimi tre anni, di sanzioni amministrative, ancorché non definitive, per violazioni in materia di lavoro, legislazione sociale e rispetto degli obblighi relativi al pagamento delle imposte e delle tasse e che sono in regola con il versamento dei contributi previdenziali e dei premi assicurativi.

Sono aziende virtuose dunque, che applicano i contratti collettivi di cui all’articolo 51 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81. Ma soprattutto sono aziende che danno lavoro a tante persone e che oggi sono una vera e propria ricchezza del territorio, aziende di cui non si potrebbe fare a meno e che applicano i modelli di integrazione in modo esemplare.

L’agricoltura della Tuscia è, da sempre, un grande volano per l’economia della provincia, con produzioni di altissima qualità che garantiscono il made in Italy e la salubrità.

Anche il mondo del lavoro ne risente, con moltissimi occupati che, anche se ovviamente a tempo determinato poiché stagionali, trovano in agricoltura un lavoro sicuro e remunerato, con possibilità anche di fare straordinari nel momento del bisogno, sempre rigorosamente pagati. E che danno la possibilità a tante persone di poter vivere dignitosamente.

Il direttore di Coldiretti Alberto Frau commenta il buon esito dei riscontri territoriali.

“La Tuscia  – spiega Frau – è un territorio straordinario anche sotto il punto di vista del rispetto del lavoro e, dati alla mano, osservo con grandissimo piacere quanto le aziende e i datori di lavoro della nostra provincia siano ligi al dovere ed addirittura spesso premiati come virtuosi; è una gioia vedere che molte delle nostre aziende sono state studiate e radiografate e sono risultate essere idonee per la rete del lavoro agricolo di qualità, poiché sono aziende che operano con grandissimi sacrifici per avere dei margini di guadagno spesso non brillanti, ma che non per questo non ottemperano a tutti gli obblighi di legge; è una medaglia, questa, da portare a testa alta.

Occorrerebbe – continua Frau – che i prodotti del nostro territorio siano pagati veramente per il loro valore, senza essere sempre sotto ricatto della grande distribuzione, per garantire, oltre al salario, anche qualcosa in più a chi, faticosamente, giunge anche da altri paesi per cercare lavoro, talvolta non avendo neanche mezzi di locomozione idonei a raggiungere il posto di lavoro. Da parte dei nostri produttori c’è uno sforzo immane affinché si possa trovare una quadra in tal senso, coadiuvati dalla nostre politiche sindacali ed è fortissima la voglia di inclusione esercitata, sono sinceramente orgoglioso delle premialità ricevute dai nostri associati che, dati alla mano, oggi sono un esempio che molte atre realtà dovrebbero seguire”.

Federazione provinciale Coldiretti Viterbo


Condividi la notizia:
15 ottobre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR