--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sutri - Il padre di Alessandro non è riuscito a chiedere al sindaco: "Chi vive sul cesso diventa merda?" - VIDEO

Di Battista senior: “Io boicottato dallo staff di Sgarbi”

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Sutri – (g.f.) – “Chi vive sul cesso diventa merda?”. Una bella domanda, in un altrettanto bel sabato pomeriggio. Se l’è posta Vittorio Di Battista.

L’argomento stride appena un po’ con la bellezza della giornata a Sutri, ma si sa, un quesito quando scappa va posto e il padre di Alessandro, leader 5 stelle, aveva ritenuto opportuno rivolgerlo a Vittorio Sgarbi. Purtroppo, senza esito. “Sono stato impedito dallo staff di Sgarbi”.

A palazzo Doebbing, la cerimonia per intitolare due vie, rispettivamente a Oriana Fallaci e Julius Evola. In sala c’è anche Di Battista senior. Seduto a verso la metà. La sua presenza non è passata inosservata all’organizzazione. Tra lui e Sgarbi non corre buon sangue.

Vittorio Di Battista

Qualcuno avverte il sindaco che a sua volta avverte uno degli ospiti, Pietrangelo Buttafuoco, mentre visitano la mostra. “Ve lo dico, potreste vedermi perdere la calma”. Gentile premura. Due volte superflua. Intanto, perché qualche scatto dal critico d’arte è ordinaria amministrazione e poi, perché il tentativo di Di Battista è andato a vuoto. Non come in campagna elettorale, quando ha accolto l’allora candidato sindaco con un cesso. Anche ieri era in tema.

Non avendo rivolto la parola a Sgarbi, Di Battista s’intrattiene qualche secondo con i giornalisti, fuori dalla sala. Spiega i due dubbi, per i quali aveva bisogno impellente di chiarimenti.

“Intanto – precisa Di Battista – volevo sapere se Evola avesse detto che i comunisti sono dei corporativisti impazienti”. Il primo quesito. Il secondo è più di natura tecnica. “Volevo anche sapere – continua di Battista – se Evola avesse detto pure che chi vive sul cesso diventa merda”.

Vittorio Di Battista e Pietrangelo Buttafuoco

Quesiti d’indubbio interesse, forse riferito a qualche foto in cui Sgarbi si è fatto ritrarre al bagno?. Comunque, strano che Di Battista abbia incertezze su Evola, filosofo e poeta, considerato di destra. I dubbi restano. Perché a fine incontro ha provato ad alzare la mano, ma evidentemente erano tutti impazienti d’uscire da una sala dove la temperatura si era fatta piuttosto elevata.

Vittorio Di Battista

“Non ho potuto svolgere le domande – spiega Di Battista – perché sono stato impedito dall’organizzazione”. Ma è riuscito a salutare il giornalista Pietrangelo Buttafuoco.

Nonostante il contrattempo, non è andata male. Di Battista non potrà dire che sia stato un cesso di pomeriggio.

14 ottobre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR