Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - E' emerso nell'udienza del processo che vede cinque militari imputati

Caso Cucchi, un carabiniere accusa due colleghi di pestaggio

Stefano Cucchi

Stefano Cucchi

Roma – Caso Cucchi, uno dei carabinieri imputati accusa due colleghi di pestaggio. 

Nell’udienza del processo per la morte di Stefano Cucchi, che vede imputati cinque carabinieri, uno dei militari, Francesco Tedesco, ha ricostruito i fatti “chiamando in causa” i suoi colleghi e co-imputati.

Lo ha riferito il pm Giovanni Musarò, che ha rivelato che “il 20 giugno 2018 Tedesco ha presentato una denuncia sulla vicenda Cucchi, a seguito della quale è stato sentito tre volte dai magistrati”.

Dal verbale di uno degli interrogatori, Tedesco racconta di aver tentato di fermare due carabinieri intenti a picchiare Cucchi: uno lo “colpiva con uno schiaffo violento in volto”,  l’altro “gli dava un forte calcio con la punta del piede”.

Il militare, nelle sue deposizioni, ha chiamato in causa tutti i co-imputati: due come autori materiali del pestaggio e gli altri due come informati dei fatti. Inoltre, ha parlato di una nota di servizio da lui redatta il giorno della morte di Cucchi e “sottratta”.

“All’inizio avevo molta paura per la mia carriera – ha aggiunto Tedesco – temevo ritorsioni e sono rimasto zitto per anni”.

Pronta la reazione di Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, che ha commentato su Facebook: “Il muro è stato abbattuto. Ora sappiamo e saranno in tanti a dover chiedere scusa a Stefano e alla famiglia Cucchi”.

 
 

 

11 ottobre, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR

Ciminauto -1036x80-16-10-18-OK