--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Lago di Bolsena - L'affondo del sindaco Equitani che chiede un incontro all'assessora regionale all'Ambiente per chiarire la vicenda - VIDEO

“Lavori Cobalb, l’impianto di depurazione sul fiume Marta funziona al 20%…”

di Alessandro Castellani

Condividi la notizia:

Lago di Bolsena

Lago di Bolsena

Bolsena – Il sindaco di Bolsena, Paolo Equitani, esprime “grande preoccupazione” per l’andamento dei lavori in corso nel comprensorio del Cobalb.

In un video pubblicato a fine settembre su Facebook sul profilo di Andrea Di Sorte, assessore al Turismo bolsenese, Equitani interviene per chiedere spiegazioni all’assessora regionale all’Ambiente, Enrica Onorati, su situazioni che “non sembrano chiare”.

Il riferimento del sindaco è alla “gara gestita dalla regione Lazio, per un importo di circa 2 milioni di euro” per la manutenzione e l’aggiornamento degli impianti sul lago di Bolsena. E la preoccupazione è legata alle vicissitudini di quest’estate, quando sullo stato di salute del bacino si è generato un lungo dibattito. “Situazioni che hanno creato problemi a operatori e turisti, rischiando di dare un’immagine sbagliata del lago”, commenta Equitani.

“Vedendo come si sono svolti i lavori e il fatto che i problemi non sono stati risolti – afferma il primo cittadino- ci siamo preoccupati fortemente. Per tutta l’estate ci sono stati ancora sversamenti di liquami nel lago, l’impianto di depurazione sul fiume Marta funziona al 20%, forse neanche”. 

“Il lavoro appaltato doveva durare un anno a partire da settembre 2017, invece adesso non siamo neanche al 40%” è l’affondo del sindaco bolsenese.



“Le cose non ci sembrano chiare – continua Equitani -. Il direttore del Cobalb ci ha illustrato lo stato dell’opera, ma noi contestiamo quest’andamento dei lavori, il fatto che non sappiamo quando finiranno e il fatto che ci sono continue modifiche”. 

Per questo motivo Equitani annuncia la richiesta di “un incontro all’assessore regionale all’Ambiente, aperto ai cittadini, perché ci spieghi esattamente cosa sta succedendo in quest’appalto. Noi vediamo e non comprendiamo tante cose strane. Non vogliamo che ci siano i soliti imbrogli all’italiana in questa situazione”.

Alessandro Castellani


Condividi la notizia:
4 ottobre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR