--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cultura - Alla camera di commercio di Viterbo presentate le iniziative di Vignanello, Blera, Gallese, Vetralla e Canino - Monzillo: "Grandi problemi di produzione al sud della provincia"

Le feste dell’Olio scaldano la Tuscia

Condividi la notizia:

Cultura - La presentazione delle feste dell'Olio della Tuscia

Cultura – La presentazione delle feste dell’Olio della Tuscia

Cultura - La presentazione delle feste dell'Olio della Tuscia

Cultura – La presentazione delle feste dell’Olio della Tuscia – Francesco Monzillo

Cultura - La presentazione delle feste dell'Olio della Tuscia

Cultura – La presentazione delle feste dell’Olio della Tuscia – Marco Rossi

Cultura - La presentazione delle feste dell'Olio della Tuscia

Cultura – La presentazione delle feste dell’Olio della Tuscia – Elena Tolomei

Cultura - La presentazione delle feste dell'Olio della Tuscia

Cultura – La presentazione delle feste dell’Olio della Tuscia – Enrico Pasquinelli

Cultura - La presentazione delle feste dell'Olio della Tuscia

Cultura – La presentazione delle feste dell’Olio della Tuscia – Lina Novelli

Viterbo – (s.s.) – Le feste dell’Olio scaldano la Tuscia.

Vignanello, Blera, Gallese, Vetralla e Canino fanno rete e alla camera di commercio presentano l’edizione 2018 delle feste dell’Olio.

Il format è spalmato su cinque weekend e i paesi del viterbese daranno vita a una serie d’iniziative legate all’olio (e non solo).

“E’ un prodotto importante – ha spiegato il segretario della camera di commercio Francesco Monzillo – e forse nella nostra provincia è un po’ trascurato. In questi giorni stiamo assistendo all’attività di raccolta e a livello produttivo abbiamo riscontrato grandi problemi nella parte a sud della provincia. La parte nord, invece, sta reagendo e i dati sono buoni. Il cartellone delle feste è molto ricco: sarà anche un’occasione per presentare il nostro territorio”.

Si comincia venerdì a Vignanello. Dove la 19esima festa dell’Olio e del Vino novello andrà in scena dal 2 al 4 e dal 9 all’11 novembre.

“La festa dell’olio – ha spiegato il vicesindaco Sabrina Sciarrini – si aggiunge a quella del vino per rinforzare gli elementi della tradizione. Si svolgerà ne vicoli del centro con esibizioni e degustazioni. Sarà possibile visitare il castello e il centro storico ma anche partecipare alle cene nelle cantine”.

Nel weekend dal 9 all’11 novembre sarà la volta di Blera con “Per San Martino ogni mosto diventa vino”.

“Anche da noi il connubio tra vino e olio sarà il protagonista – ha rivelato il sindaco Elena Tolomei -. Siamo all’11esima edizione e abbiamo un calendario ricchissimo di eventi tra promozione turistica ed enogastronomica. Apriremo 11 cantine con altrettanti menù e anche i frantoi saranno aperti con degustazioni gratuite. Sabato una degustazione gratuita di vini della Tuscia”.

La terza protagonista sarà Gallese, che il 17 e 18 novembre aprirà i battenti delle giornate dell’Olio e del Vino presentate dal presidente della pro loco Marco Rossi.

“Punteremo anche anche sulla produzione biologica – ha annunciato quest’ultimo -. Oltre ai classici percorsi enogastronomici sarà presente uno stand di divulgazione scientifica. Per la festa si acquisterà un ticket per poi girare tra le taverne ed effettuare le varie degustazioni. I musici della città di Gallese hanno organizzato un raduno con gli sbandieratori di Gallese, Civita Castellana, Orte e Vignanello. Presenti i mercatini di prodotti artigianali e di antiquariato”.

La 17esima edizione di “Si v’olio” a Vetralla è invece in calendario dal 23 al 25 novembre.

“Quest’anno il partner della nostra manifestazione sarà la Via Francigena – ha spiegato l’assessore al Turismo Enrico Pasquinelli -. La festa sarà incentrata sull’accoglienza del pellegrino e del turista. All’interno delle antiche botteghe ci saranno artigiani e produttori che formeranno un percorso del vino lungo la Via Francigena. Si potranno effettuare visite guidate verso i frantoi, sperando che qualcuno sarà ancora sul campo ed è in calendario anche una gara di progettazione di 32 ore: dal venerdì al sabato pomeriggio dei gruppi di architetti e ingegneri cercheranno di trovare un brand sul centro storico di Vetralla”.

A chiudere il tour la sagra dell’Olivo di Canino. Arrivata all’edizione numero 58 per la soddisfazione del sindaco Lina Novelli.

“Siamo la parte fortunata della provincia – ha concluso il primo cittadino -, dove rimangono confermati i valori di produzione di qualche anno fa. Abbiamo una buona annata e l’olio si mantiene con la qualità e la bontà storica. Anticiperemo la festa il 30 novembre e l’1 e 2 dicembre con ‘Anticipando la 58esima sagra dell’Olivo’ mentre il weekend successivo, quello dal 7 al 9 dicembre, andrà in scena la sagra vera e propria. La giornata clou sarà quella dell’8 dicembre quando saremo tappa nazionale di Girolio”.

Samuele Sansonetti


Condividi la notizia:
31 ottobre, 2018

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR