Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Crac società partecipata - L'ingegnere Claudio Ciucciarelli accusato di concussione - Parte civile un imprenditore di Capranica

Caso della piscina comunale, è il giorno dell’unico imputato rimasto

di Silvana Cortignani
Condividi la notizia:

L'ingegnere Claudio Ciucciarelli

L’ingegnere Claudio Ciucciarelli

L'avvocato Antonio Rizzello

L’avvocato di parte civile Antonio Rizzello

L'avvocato Fausto Barili

Il difensore Fausto Barili

L'avvocato Carlo Taormina

Il professor Carlo Taormina, anche lui difensore dell’imputato

Viterbo – Processo Cev, oggi è il giorno della discussione per l”unico imputato rimasto a giudizio, dopo lo stillicidio di prescrizioni che nel corso di oltre un lustro ha ridotto a uno solo i 35 indagati iniziali, già scesi a 26 dopo l’udienza preliminare. Le indagini risalgono al 2007.

E’ quel che resta del maxiprocesso, scaturito da una delle più rilevanti inchieste sulla pubblica amministrazione della procura della repubblica di Viterbo, che ha passato al setaccio cause ed effetti del buco milionario della società municipalizzata. 

L’unica posizione rimasta in piedi è quella dell’ingegnere Claudio Ciucciarelli, l’unico a dover rispondere di concussione, difeso dagli avvocati Fausto Barili e Carlo Taormina. Parte civile un imprenditore sesantenne, l’impiantista della piscina comunale, l’unico privato, assistito dall’avvocato Antonio Rizzello.

Tutte le altre accuse sono venute meno, dall’emissione di fatture false all’abuso d’ufficio. Fino alla più grave di tutte: l’associazione per delinquere contestata a 17 indagati, tra i quali l’ex city manager Armando Balducci e l’ex sindaco Giancarlo Gabbianelli. Secondo i pm Pacifici e D’Arma dietro l’affidamento dei servizi da parte del Cev a un esiguo numero di imprese private, tutte facenti parte del consorzio, c’era un disegno preordinato, che faceva capo ai vertici politici della pubblica amministrazione. Ha tenuto duro Gabbianelli, che dopo ripetuti rifiuti, soltanto lo scorso 5 giugno, a pochi giorni dal primo turno delle ultime amministrative, ha accettato la prescrizione.

La presunta vittima di Ciucciarelli è il titolare di una ditta di Capranica, Claudio Londero, a suo dire rovinato realizzando in subappalto, tra il 2003 e il 2004, gli impianti della piscina comunale della Pila e quelli per l’installazione di pannelli fotovoltaici sui tetti di tre suole del capoluogo, all’Ellera e al Carmine. 

Per Londero un subappalto nato male, con un ribasso del 25% da parte della dita appaltatrice che gli ha fatto la proposta, accettata firmando un contratto col Cev. “Contavo sulla manutenzione, ma in corso d’opera mi sono trovato in remissione”, ha detto Londero durante il processo al collegio.

Avrebbe chiesto a Ciucciarelli, il progettista, di poter acquistare prodotti meno onerosi, a parità di qualità, rispetto a quelli indicati nel capitolato. “Lui mi rispose che se gli facevo gratis gli impianti nel suo nuovo ufficio, potevo montare quello che mi pareva. Se gli serviva qualcosa, veniva in piscina e cominciava a criticare, e io, che avevo il cantiere aperto, dicevo sì a tutte le richieste”, ha raccontato in aula la vittima.

Nel 2004, quando era in piena crisi, Ciucciarelli lo avrebbe costretto a un “lavoro a perdere”, facendogli installare dei pannelli fotovoltaici su tre edifici comunali. “Ma dovetti emettere alla ditta fornitrice una fattura falsa da 32mila euro più Iva, per un totale di 38.400 euro, per un collaudo che io non ho mai eseguito – ha proseguito Londero – a me lasciò l’Iva, per sé trattenne i 32mila euro, che si fece dare in più tranche in contanti. Quando gli diedi l’ultima parte mi disse che quei soldi servivano ai politici per andare in ferie”.

Ciucciarelli si è difeso contrattaccando, con il difensore Taormina che ha tirato fuori i lavori in giro per l’Italia che l’imprenditore avrebbe ottenuto grazie all’amicizia con l’imputato, fino a fargli ammettere: “C’erano rapporti, lui organizzava feste coi politici ed eravamo invitati”. 

Le indagini della procura di Viterbo sono partite nel 2007 dal sequestro di una mole ingente di documenti da parte della guardia di finanza. Documenti nei quali le fiamme gialle riscontrarono alcune anomalie. Tra queste, le cifre a molti zeri che il Comune avrebbe versato al Cev per l’esecuzione di alcuni servizi. O il pagamento di spese straordinarie da cui trarrebbero origine i debiti fuori bilancio dello stesso Comune viterbese. Secondo i pubblici ministeri titolari del fascicolo, Paola Conti e Franco Pacifici, i servizi venivano affidati in modo illecito, senza regolari gare a evidenza pubblica.

Silvana Cortignani

 


Condividi la notizia:
30 ottobre, 2018

Cev ... Gli articoli

  1. Processo Cev, ricorso della procura contro l'assoluzione di Claudio Ciucciarelli
  2. Processo Cev, Claudio Ciucciarelli assolto con formula piena
  3. Processo Cev, rimane solo un imputato
  4. Processo Cev, Giancarlo Gabbianelli: "Accetto la prescrizione"
  5. Rotelli e Arena testimoni d'accusa contro l'ex sindaco Gabbianelli...
  6. "Cantiere per la piscina, mai visti contrasti tra Londero e Ciucciarelli"
  7. "Il presidente Moretti non si è mai interessato all'appalto"
  8. Crack Cev, corsa contro il tempo per la sentenza
  9. "No all'affidamento di lavori ai soci privati senza gara"
  10. Processo Cev, alla sbarra restano in sette
  11. No alla sentenza subito per Gabbianelli
  12. Processo Cev, per Gabbianelli sarà sentenza subito?
  13. Gabbianelli: "No alla prescrizione, si vada a sentenza"
  14. Processo Cev, parola ai testimoni delle difese
  15. Trenta accuse prescritte, quel che resta del Cev
  16. Processo Cev, battaglia sui testimoni
  17. Soldi "per mandare in vacanza i politici", Ciucciarelli si difende
  18. "Nessuna cena con i politici di An"
  19. Processo Cev, tocca alle difese
  20. Cev, il comune batte cassa ma gli imputati fanno ricorso
  21. Gabbianelli si difende per più di quattro ore
  22. Fatture false al Cev, prosciolti in quattro
  23. "Costretto ad andare a cena coi politici di An"
  24. "Duemila euro per mandare in vacanza i politici"
  25. Balducci non aveva precisi obblighi di controllo
  26. "Una sentenza che mi ha restituito il sorriso"
  27. Cev, assolto Armando Balducci
  28. "C'abbiamo in azione il macchinario che fa i coriandoli..."
  29. "Trasferiti perché davamo fastidio"
  30. Crack Cev, parlano i dirigenti comunali
  31. Un buco tra i due e i tre milioni di euro sulle spalle del Comune
  32. "Lavoravamo per la città"
  33. C'era una volta il crack Cev...
  34. Processo Cev, via all'ascolto dei testimoni
  35. Gabbianelli: "Rinuncio alla prescrizione per tutti i reati"
  36. Fuori dal processo: Rotelli, Arena, Muroni, Fracassini, Tofani e Zucchi
  37. Scandalo Cev, centinaia di testimoni
  38. Processo Cev, slitta l'udienza
  39. Cev e Comune parti civili
  40. Muroni e Zucchi non fanno un passo indietro
  41. Scandalo Cev, parte il processo
  42. Cev, il Comune si costituirà parte civile
  43. Muroni condannato a pagare 190mila euro
  44. Dimettersi? E perché mai...
  45. "Valuteremo se costituirci parte civile"
  46. Bartoletti: Il comune si costituisca parte civile
  47. Il comune si costituisca parte civile e gli assessori si dimettano
  48. Cev, in 34 a processo
  49. Solo fango, e ingiuste e preannunciate decisioni...
  50. Cev, Gabbianelli & Co. rinviati a giudizio
  51. Cev, si decide sul rinvio a giudizio
  52. Cev, parlano le difese
  53. Cev, salta l'udienza
  54. Cev, si decide sul rinvio a giudizio
  55. "E' tutto regolare"
  56. Inchiesta Cev, tocca alle difese
  57. Cev, chiesto il rinvio a giudizio per Gabbianelli e gli altri indagati
  58. Cev, una notifica fa saltare l'udienza
  59. Sentenza Cev, tutti pronti a fare ricorso
  60. Gabbianelli attacca magistratura e Finanza
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR