--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sutri - Al via la conferenza che si terrà sabato 13 ottobre dalle 15 a palazzo Doebbing

Sgarbi dedica due strade a Oriana Fallaci e Julius Evola

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi

Sutri – Riceviamo e pubblichiamo – I volti di Oriana Fallaci e Julius Evola riflettono allo specchio di Sutri che da settimane interroga la storia della cultura italiana per trarne beneficio.

Due nuove strade compariranno nella città del sindaco Sgarbi e saranno dedicate a una donna che è stata esempio di libertà, coraggio e carisma intellettuale e a uno dei più influenti filosofi del Novecento, capace, con la profondità delle sue tesi sulla tradizione, sull’individuo e lo spirito, di contaminare il pensiero degli uomini occidentali.

Oriana Fallaci sarà raccontata da Luigi Mascheroni, del Giornale, giornalista attento alle dinamiche più profonde del nostro tempo, come chiave di lettura dell’evoluzione degli uomini e delle società, e da Pierluigi Battista, firma del Corriere della Sera.

Evola, invece, avrà la “voce” del giornalista Alessandro Giuli e del pensatore, giornalista e scrittore, Pietrangelo Buttafuoco. Di entrambi, ancora fortemente dibatte il mondo culturale italiano, che tenta di coglierne le angolazioni, di catalogarne e raccoglierne l’eredità e l’identità.

Oriana Fallaci e Julius Evola saranno il centro di una conferenza che si terrà sabato 13 ottobre, dalle 15, a palazzo Doebbing, elevato ad agorà, luogo dell’arte, con la maestosità del museo che porta il suo nome e delle opere dei grandi maestri, e tempio della celebrazione dell’eccellenza italiana.

Nelle sue stanze hanno parlato Vittorio Sgarbi, Arnaldo Colasanti, Matteo Collura, Furio Colombo, Roberto D’Agostino, Giorgia Meloni e molti altri che si sono succeduti e si succederanno per proseguire la memoria dei grandi italiani della letteratura, dello sport e delle istituzioni, a cui, da agosto, si sta dedicando una strada di Sutri perché diventino ricordo civile e comune, non più privato.

“Le strade e la storia”, prosegue anche il 16 e il 17 ottobre. Dopo Fallaci ed Evola, verrà intitolata una strada a Gian Marco Moratti, tra i maggior imprenditori italiani, fratello dell’ex patron dell’Inter, ricordato da Luca Cordero di Montezemolo, Massimo Moratti e Piero Prenna, martedì 16 ottobre, mentre mercoledì 17 sarà la volta di una via ad Aldo Pezzana Capranica del Grillo, con la voce di Emmanuele Emanuele, e a Vittorio Strada, con la testimonianza di Serena Vitale, Adriano Dell’Asta e Olga Strada. La memoria non si ferma. Sutri abbraccia il mondo.

Ufficio stampa Vittorio Sgarbi

11 ottobre, 2018

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR