--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Salute - Uno a Belcolle e l'altro all'ospedale di Civita Castellana - I casi non sarebbero collegati tra loro

Legionella, ricoverati due uomini

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Viterbo - Belcolle

Viterbo – Belcolle

Viterbo – (f.b.) – Legionella, ricoverati due uomini.

Due casi simili e scoperti a pochi giorni l’uno dall’altro, eppure così lontani tra loro. Si tratta di due uomini, entrambi ricoverati all’ospedale Andosilla di Civita Castellana, ma arrivati da due paesi tutt’altro che vicini: Barbarano Romano e Faleria.

Le condizioni dei due sono apparse subito serie ai medici che li hanno visitati accuratamente e hanno dato la diagnosi: Legionella.

Niente paura, però. La Legionella, riferiscono dalla Asl di Viterbo, non è affatto una malattia rara, né per forza pericolosa. E’ di natura batterica e può essere trasmessa non soltanto dall’acqua contaminata o sporca, ma anche dai filtri dei condizionatori d’aria ai quali non è stata fatta un’accurata manutenzione.

Per questo, spiegano ancora gli esperti, il numero dei casi cresce in genere durante i cambi di stagione. La malattia, comunque, non è rara e soltanto in situazioni particolari di aggravamento è necessario il ricovero.

Tornando ai due malati registrati nei giorni scorsi, uno di loro è rimasto ricoverato all’Andosilla in una camera singola, quindi non a contatto con altri degenti. Particolare, questo, adottato più per un’estrema cautela che per necessità, visto che comunque la Legionella, non essendo virale, non si attacca da persona a persona. L’altro paziente, invece, dopo un primo periodo di osservazione a Civita Castellana, è stato trasferito a Belcolle. 

Per entrambi è partita la cura antibiotica e nessuno dei due sarebbe in pericolo.

7 novembre, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR