Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - La consigliera Patrizia Notaristefano (Viterbo 2020) tira le orecchie alla giunta

“I dossi in via Garbini non rispettano le norme del codice della strada”

Condividi la notizia:

Patrizia Notaristefano

Patrizia Notaristefano

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Mentre sui provvedimenti davvero necessari per la nostra città la giunta langue e nicchia, nottetempo qualche settimana fa sono apparsi dei dossi nuovi di zecca in via Garbini.

Peccato che le caratteristiche di tali dossi non rispettano in alcun modo le norme previste dal codice della strada.

Innanzitutto, perché via Garbini è senza ombra di dubbio una strada preferenziale per il transito di mezzi di soccorso e, alla luce dell’art.179 comma 5 del DPR 16/12/1992 (art. 42 c.d.s.), in tale circostanza è vietata l’apposizione dei dissuasori.

La legge regolamenta in maniera molto precisa la loro installazione e prevede persino delle sanzioni per i comuni che continueranno a fare di testa loro: i ‘rallentatori di velocità’ sono infrastrutture stradali ben precise che non possono essere messe a casaccio.

Il ministero dei Trasporti definisce che gli stessi non possono essere installati indistintamente su tutti i tipi di strade ma solo “in zone residenziali, in parchi pubblici e privati e nei residence”.

Lo stesso ministero sottolinea poi come l’adozione dei dossi è espressamente vietata “su strade che costituiscono itinerari preferenziali dei veicoli normalmente impiegati per i servizi di soccorso e di pronto intervento” e, visto che la strada in questione è di transito per i veicoli di soccorso, di polizia e di trasporto pubblico, a norma di legge, ne deve essere disposta l’immediata rimozione.

Inoltre la strada è mancante di segnaletica che preavvisi la presenza dei dossi installati e si fa notare che, contrariamente alla legge, gli stessi sono stati posti in prossimità di incroci.

Da ultimo gli stessi sono fuori norma in termini di altezza; con i loro 11 cm. superano di gran lunga la massima misura consentita tra i 3 e i 7 cm a seconda dei limiti di velocità previsti su determinate strade.

La legge è poi chiara e prevede conseguenze severe per “chi continua a fare come vuole” e cita: “qualora installati in difformità da quanto prescritto dalla vigente normativa, i manufatti in argomento (i dossi, ndr) devono essere immediatamente rimossi; in difetto, gli enti proprietari risponderanno civilmente e penalmente in caso di danni e lesioni derivanti dal loro permanere in opera”.

È bene quindi, alla luce delle criticità sopra segnalate, che il comune inizi a smantellare i dossi appena realizzati, che appaiono evidentemente “fuori legge”.

Patrizia Notaristefano
Consigliere comunale Movimento Civico Viterbo 2020


Condividi la notizia:
9 novembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR