--

--

Pigi-Battista-560x60

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - La consigliera Patrizia Notaristefano (Viterbo 2020) tira le orecchie alla giunta

“I dossi in via Garbini non rispettano le norme del codice della strada”

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Patrizia Notaristefano

Patrizia Notaristefano

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Mentre sui provvedimenti davvero necessari per la nostra città la giunta langue e nicchia, nottetempo qualche settimana fa sono apparsi dei dossi nuovi di zecca in via Garbini.

Peccato che le caratteristiche di tali dossi non rispettano in alcun modo le norme previste dal codice della strada.

Innanzitutto, perché via Garbini è senza ombra di dubbio una strada preferenziale per il transito di mezzi di soccorso e, alla luce dell’art.179 comma 5 del DPR 16/12/1992 (art. 42 c.d.s.), in tale circostanza è vietata l’apposizione dei dissuasori.

La legge regolamenta in maniera molto precisa la loro installazione e prevede persino delle sanzioni per i comuni che continueranno a fare di testa loro: i ‘rallentatori di velocità’ sono infrastrutture stradali ben precise che non possono essere messe a casaccio.

Il ministero dei Trasporti definisce che gli stessi non possono essere installati indistintamente su tutti i tipi di strade ma solo “in zone residenziali, in parchi pubblici e privati e nei residence”.

Lo stesso ministero sottolinea poi come l’adozione dei dossi è espressamente vietata “su strade che costituiscono itinerari preferenziali dei veicoli normalmente impiegati per i servizi di soccorso e di pronto intervento” e, visto che la strada in questione è di transito per i veicoli di soccorso, di polizia e di trasporto pubblico, a norma di legge, ne deve essere disposta l’immediata rimozione.

Inoltre la strada è mancante di segnaletica che preavvisi la presenza dei dossi installati e si fa notare che, contrariamente alla legge, gli stessi sono stati posti in prossimità di incroci.

Da ultimo gli stessi sono fuori norma in termini di altezza; con i loro 11 cm. superano di gran lunga la massima misura consentita tra i 3 e i 7 cm a seconda dei limiti di velocità previsti su determinate strade.

La legge è poi chiara e prevede conseguenze severe per “chi continua a fare come vuole” e cita: “qualora installati in difformità da quanto prescritto dalla vigente normativa, i manufatti in argomento (i dossi, ndr) devono essere immediatamente rimossi; in difetto, gli enti proprietari risponderanno civilmente e penalmente in caso di danni e lesioni derivanti dal loro permanere in opera”.

È bene quindi, alla luce delle criticità sopra segnalate, che il comune inizi a smantellare i dossi appena realizzati, che appaiono evidentemente “fuori legge”.

Patrizia Notaristefano
Consigliere comunale Movimento Civico Viterbo 2020

9 novembre, 2018

7 Comments »

Leave a comment

CAPTCHA
Reload the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

  1. 9 novembre 2018 alle 11:40 | - > Maurizio Rizzo commenta:

    A prescindere che non sono dossi ma attraversamenti pedonali, ma non voglio entrare nel tecnicismo, magari ce ne fossero. Basterebbe leggere l’articolo poco sopra ” incidente su strada Tuscanese poco dopo le sette” per capire che con due o tre attraversamenti come quelli di via Garbini si sarebbe evitato.

  2. 9 novembre 2018 alle 10:07 | - > pascal91 commenta:

    il codice della strada in via Garbini non era rispettato prima dei dossi, dive di sera si sfrecciava a 90 km/h!

  3. 9 novembre 2018 alle 10:06 | - > Gigge commenta:

    Ma come? Per una volta che è stata fatta una cosa utile la critichiamo? Ma io dico che ce ne volevano di più, su tutta la lunghezza di via garbini che, soprattutto nottetempo, sembra un’autostrada!

  4. 9 novembre 2018 alle 09:19 | - > Marco commenta:

    Non ne azzeccano una!!!!

  5. 9 novembre 2018 alle 09:02 | - > Lucio Matteucci commenta:

    Informatevi prima di sparare a caso… gli attraversamenti pedonali rialzati non possono essere classificati come dossi di rallentamento della velocità ai sensi dell’articolo 179 del regolamento di esecuzione ed attuazione, perché la loro geometria è diversa da quanto previsto dalla norma richiamata e non possono essere segnalati come rallentatori di velocità.
    Le stesse opere si configurano quale modifica al profilo longitudinale di una strada e per esse non occorrono particolari autorizzazioni

  6. 9 novembre 2018 alle 08:35 | - > Roberto commenta:

    Per una volta che si fa qualcosa per la sicurezza dei pedoni e degli automobilisti esce sempre il solito soggetto che tira fuori il coniglio dal cilindro per farsi pubblicità. È un attraversamento pedonale, e poi se anche fosse è sempre utile e meglio di niente perché in quel tratto trafficatissimo e frequentatissimo da persone a piedi le macchine vanno come missili. Le forze di polizia e i mezzi di soccorso non hanno nessun problema perché la pendenza è graduale.

  7. 9 novembre 2018 alle 07:42 | - > Claudio commenta:

    Ma quelli non sono dossi di rallentamento, sono attraversamenti pedonali. A me sembrano utilissimi: visto che molti automobilisti non rispettano assolutamente il codice della strada e se ne infischiano dei pedoni.

RSS feed for comments on this post.

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR