--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Piccoli atleti di tutte le discipline per le vie e le piazze del centro storico - Anche il sindaco Arena in tuta, ma si infortuna - FOTOCRONACA

Eroica invade la città…

di Alessandro Castellani

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok


Giovanni Arena partecipa a Eroica

Giovanni Arena partecipa a Eroica

Viterbo - Eroica 2018

Viterbo – Eroica 2018

Viterbo - Eroica 2018

Viterbo – Eroica 2018

Viterbo - Eroica 2018 - Enrico Panunzi e Giovanni Arena

Viterbo – Eroica 2018 – Enrico Panunzi e Giovanni Arena

Viterbo – Il centro di Viterbo si è riempito di atleti con Eroica.

La sesta edizione della festa di promozione sportiva, in abbinato con l’iniziativa “Sport in piazza” del Coni, ha permesso ad appassionati e curiosi di cimentarsi con i rudimenti di buona parte della sconfinata galassia dello sport.

Fotocronaca: Eroica 2018

Una no-stop di 8 ore, dalle 11 fino a pomeriggio inoltrato, col sole tramontato da un pezzo. Oltre 20 le aree tematiche, suddivise per disciplina, a piazza San Lorenzo, piazza Unità d’Italia, piazza degli Almadiani, largo Benedetto Croce, piazza della Repubblica e via Marconi. Rugby, basket, pallavolo, calcio, motociclismo, ginnastica, equitazione, atletica, solo per citarne alcune. 

Grandi protagonisti i bambini, che hanno partecipato in massa un po’ ovunque. Molte iniziative, infatti, erano rivolte specificamente ai campioni di domani, assistiti in ogni ambito da istruttori qualificati. Determinante il contributo degli istituti scolastici, rappresentati da Letizia Falcioni, coordinatrice dell’ufficio di educazione fisica del Miur Viterbo.

Alla festa ha voluto unirsi in prima persona anche il sindaco, Giovanni Arena, noto appassionato di sport ed ex insegnante di educazione fisica. Ma il primo cittadino, per sua stessa ammissione, si è fatto “prendere un po’ troppo la mano” e ha rimediato un infortunio al tendine d’Achille mentre si cimentava nella zona di atletica. Ne avrà per qualche settimana.

Nonostante il piccolo incidente, Arena non ha smesso la tuta e, dopo una buona dose di pomata antidolorifica, si è presentato zoppicante ai saluti istituzionali del pomeriggio, accettando di buon grado l’ironia di Enrico Panunzi. “Caro Giovanni – ha scherzato il consigliere regionale – tu 46 anni fa eri il mio professore di ginnastica. 46 anni non sono tanti, ma nemmeno pochi…”.

“Nel 2018 la regione ha stanziato 80mila euro per manifestazioni di questo tipo – ha continuato Panunzi, facendosi più serio – e nel 2019 il budget sarà quasi raddoppiato: arriveremo a 150mila. Lo sport nasce da qui, dalle piazze e dai vicoli, dove anche noi lo praticavamo da bambini. Bisogna puntare su questa base”.

“È fondamentale che tutte le istituzioni capiscano l’importanza dello sport per i giovani – ha detto Arena – perché si tratta di una scuola di vita eccezionale”.

Gli interventi si sono chiusi con le parole del presidente del Coni Lazio, Riccardo Viola. “Oggi in queste piazze di Viterbo abbiamo comune, regioni, scuola e Coni: quattro grandi realtà unite nel messaggio più sano dello sport. Voglio sottolineare il concetto di riappropriarci delle piazze e degli spazi delle città per fare attività sane. Nella stessa ottica rientra il progetto che stiamo portando avanti di sport nelle carceri, perché lo sport deve essere per tutti”.

Viola ha poi omaggiato Arena, Panunzi, l’assessore alla Cultura De Carolis, il presidente della IV commissione Caporossi e la professoressa Falcioni con una pergamena.

11 novembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR