Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Soriano nel Cimino - Francesco Battistoni (FI) nell'interrogazione al ministro dei Beni culturali - Nel testo viene citato anche Tusciaweb, promotore dell'iniziativa per evitare che la struttura diventi una casa vacanze

“La torre di Pasolini? Tra i luoghi più importanti della storia della letteratura mondiale”

Condividi la notizia:

Francesco Battistoni

Francesco Battistoni

Soriano nel Cimino - La Torre di Pier Paolo Pasolini

Soriano nel Cimino – La Torre di Pier Paolo Pasolini

Soriano nel Cimino – “Far diventare la torre di Pasolini una casa vacanze o metterla in vendita, potrebbe mettere a repentaglio il valore culturale, il patrimonio storico rappresentato e la memoria dello scrittore, ancora contenuta in uno dei luoghi più importanti della storia della letteratura mondiale”. Il senatore Francesco Battistoni (FI) lo ha scritto nell’interrogazione parlamentare al ministro per i beni culturali, Alberto Bonisoli.

Nel testo dell’interrogazione compare anche il nome Tusciaweb, e il senatore Battistoni cita gli articoli sul tema del quotidiano. L’iniziativa “Nessuno tocchi la torre di Pasolini” è stata promossa proprio da Tusciaweb, per evitare che il luogo dove lo scrittore ha trascorso gli ultimi anni di vita diventi una casa vacanze o venga venduto.


Il testo dell’interrogazione parlamentare

Al ministro per i Beni e le attività culturali,

premesso che l’articolo 9 della Costituzione italiana dispone che: “La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della nazione”,

il castello di colle Casale, nel comune di Soriano nel Cimino (Viterbo), rappresenta un bene che fa parte del patrimonio storico e artistico della nazione, essendo conosciuto anche come “torre di Pasolini”, poiché da quest’ultimo è stato acquistato nel 1970 ed è stata la sua dimora, in cui ha ospitato molti personaggi dello spettacolo ed ha composto alcune sue importanti opere, rendendolo vero punto di riferimento per intellettuali ed artisti di tutto il mondo.

Il territorio attorno al castello di colle Casale è stato parte fondamentale per le riprese del film “Il Vangelo secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini, pietra miliare del cinema internazionale.

Il castello di colle Casale, come riportato dal quotidiano online Tusciaweb, rischia di diventare una casa vacanze oppure di essere messo in vendita.

Far diventare una casa vacanze o mettere in vendita la “torre di Pasolini” potrebbe mettere a repentaglio il valore culturale, il patrimonio storico rappresentato e la memoria stessa dello scrittore contenuta ancora all’interno di uno dei luoghi più importanti della storia della letteratura mondiale.

La soluzione prospettata dai proprietari, come riportato nell’articolo, deriverebbe dalle difficoltà dovute ai costi di gestione dell’intero complesso.

La vendita o la trasformazione in casa vacanze potrebbe rappresentare una grave perdita per la crescita culturale e lo sviluppo turistico della Tuscia.

Si chiede di sapere se il ministro consideri il castello di colle Casale un complesso architettonico e storico di rilevante interesse culturale e come tale da tutelare e valorizzare. Se e quali azioni necessarie intenda mettere in atto e con quali tempi, per tutelare e valorizzare il castello di colle Casale a Soriano nel Cimino (Viterbo), ultima residenza dello scrittore Pier Paolo Pasolini.


Multimedia: La Torre di Pier Paolo Pasolini – Pier Paolo Pasolini nella casa studio di Chia – Video: La casa dove Pasolini visse i suoi ultimi anni

Battistoni (Fi): “La torre di Pasolini va tutelata e valorizzata”


Condividi la notizia:
25 novembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR