--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio - Serie C - Laziali superati anche dalla Vibonese, che senza troppi patemi vince 1-0 - Anche Sottili adesso è in bilico: squadra senza gioco e attacco inesistente

La Viterbese è indecente, zero occasioni e un’altra sconfitta

di Samuele Sansonetti

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Sport - Calcio - Viterbese - Simone Palermo

Sport – Calcio – Viterbese – Simone Palermo

Sport - Calcio - Viterbese - Alessandro Polidori

Sport – Calcio – Viterbese – Alessandro Polidori

Sport - Calcio - Viterbese - Stefano Sottili

Sport – Calcio – Viterbese – Stefano Sottili

Vibonese – Viterbese 1-0 (al primo tempo 0-0).

VIBONESE (4-3-2-1): Mengoni; Finizio, Camilleri, Malberti, Tito (dal 44′ s.t. Maciucca); Melillo (dal 33′ s.t. Altobello), Obodo, Prezioso (dal 44′ s.t. Donnarumma); Scaccabarozzi, Taurino (dal 23′ s.t. Collodel); Bubas.
Panchina: Viscovo, Franchino, Silvestri, Cani, Allegretti, Ciotti, De Carolis.
Allenatore: Nevio Orlandi.

VITERBESE (4-3-3): Forte; De Giorgi (dal 40′ s.t. Messina), Rinaldi, Sini, De Vito; Cenciarelli (dal 40′ s.t. Ngissah), Palermo (dal 33′ s.t. Bovo), Baldassin; Vandeputte (dal 26′ s.t. Roberti), Polidori (dal 33′ s.t. Molinaro), Pacilli.
Panchina: Micheli, Schaeper, Atanasov, Perri, Milillo, Otranto.
Allenatore: Stefano Sottili.

MARCATORI: 20′ s.t. Taurino (VIB).

Arbitro: Alessandro Di Graci di Como
Assistenti: Marco Belsanti e Marco Dentico di Bari come assistenti.


“Houston, abbiamo un problema”.

La Viterbese attuale in versione cinematografica sarebbe la pellicola ‘Apollo 13′. Con Stefano Sottili nei panni di Tom Hanks durante l’annuncio dell’esplosione di un serbatoio d’ossigeno che rende impossibile sia l’allunaggio che il rientro sulla Terra.

Il grattacapo dei laziali però è un altro e corrisponde all’ennesima sconfitta in campionato, la quinta su sei gare giocate, subita sul campo della Vibonese al termine di un incontro in cui i gialloblù hanno effettuato solamente due tiri nello specchio e per giunta nei minuti finali.

Male la Viterbese nonostante il passaggio al 4-3-3 e male anche l’allenatore toscano, che dopo l’ennesimo ko finisce in discussione al pari del suo predecessore a cui sono bastate due partite per il benservito.

Il mood delle due formazioni, in avvio, è discordante: la Vibonese è pacata e organizza lunghe trame di passaggi senza produrre nessun effetto mentre la Viterbese è frenetica, applica un pressing alto e chiude tutti gli spazi di manovra agli avversari. Il risultato è una prima frazione noiosa con nessun tiro in porta e in cui l’unico elemento da segnalare è il doppio giallo a Cenciarelli e Pacilli, ammoniti nello stesso minuto per due falli differenti su Prezioso. Nemmeno una punizione dal limite per la Viterbese riesce a spezzare la calma piatta: è il 37′ e Vandeputte chiede a Sini di poter battere ma colpisce in pieno la barriera rossoblù.

Nell’immediato il cambio di modulo della squadra laziale non ha prodotto effetti e nei minuti successivi la situazione rimane invariata. Vandeputte e Pacilli sono inesistenti e Polidori, isolato al centro dell’attacco, praticamente non tocca un pallone. La prima conclusione nello specchio dell’incontro arriva al 51′ ma è della Vibonese: tiro centrale di Prezioso e presa facile di Forte. Tre minuti più tardi il centrocampista ci riprova con lo stesso risultato ma il gol arriva poco dopo e precisamente al minuto numero 65. L’azione parte da Bubas e vede ancora una volta Prezioso tra i protagonisti: l’ex Bisceglie, infatti, serve un pallone perfetto sulla testa di Taurino che si libera dalla marcatura di Rinaldi e supera forte con una conclusione angolata. Ancora una rete subita alla prima occasione, per la Viterbese. Che rispetto a Matera, dove l’andamento dell’incontro è stato piuttosto simile, non riesce nemmeno a reagire e nei minuti successivi continua a non concludere in porta così come fatto prima di prendere il gol. Le uniche occasioni, anche se parlare di occasioni risulta eccessivo, arrivano sulla testa di Roberti e sui piedi di Pacilli, che all’84’ si divora il gol del pareggio tirando il pallone tra le gambe di Mengoni da due passi.

Nel frattempo, con la vittoria del Matera sul Siracusa, i gialloblù scivolano all’ultimo posto in classifica a due lunghezze dai biancazzurri e dalla Paganese, impegnata stasera sul campo della Casertana. Gli interrogativi, per quanto riguarda la squadra, rimangono sempre gli stessi: il gioco non c’è e la sola rete segnata in sei gare giocate è una miseria.

Samuele Sansonetti


Serie C – girone C
la 13esima giornata
sabato 24 novembre

Rieti – Juve Stabia 1-3
Vibonese – Viterbese 1-0
Matera – Siracusa 2-1
Bisceglie – Potenza
Casertana – Paganese
Cavese – Rende
Sicula Leonzio – Catanzaro
Virtus Francavilla – Monopoli
Catania – Reggina


Serie C – girone C
la classifica

SquadraPTGVPSGFGSDR
Juve Stabia291293027621
Rende2612903211110
Trapani251282220614
Vibonese201262413103
Catania181053216115
Catanzaro17105231477
Sicula Leonzio17125251011-1
Potenza161144314113
Casertana151136214122
Monopoli14104421055
Cavese1210334912-3
Virtus Francavilla12104061016-6
Siracusa11124081318-5
Reggina119324812-4
Bisceglie1011245712-5
Rieti1012318822-14
Paganese3110381028-18
Matera311326915-6
Viterbese1601519-8
24 novembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR