--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montefiascone - Ancora nessuna traccia di Andrea Durantini dopo il terzo giorno di operazioni con sommozzatori, droni, elicotteri, telecamere subacquee, cani e squadre terrestri - FOTO E VIDEO

Ricerche a oltranza per il 37enne scomparso

di Michele Mari

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Andrea Durantini, il ragazzo scomparso

Andrea Durantini, il ragazzo scomparso

Montefiascone - Ragazzo scomparso - Le ricerche con il drone

Montefiascone – Ragazzo scomparso – Le ricerche con il drone

Montefiascone - Ragazzo scomparso - Le ricerche con il drone

Montefiascone – Ragazzo scomparso – Le ricerche con il drone

Montefiascone - Ragazzo scomparso - Le ricerche con il drone

Montefiascone – Ragazzo scomparso – Le ricerche con il drone

Montefiascone - Ragazzo scomparso - Le ricerche

Montefiascone – Ragazzo scomparso – Le ricerche

Montefiascone – Sommozzatori, droni, elicotteri, telecamere subacquee, cani e squadre terrestri. In 72 ore i soccorritori hanno messo in campo una task force imponente per cercare il 37enne Andrea Durantini, scomparso sulle rive del lago di Bolsena sabato mattina.


Multimedia: Video: Elicottero e droni in aria, sub nel lago di Bolsena – Lago di Bolsena, le ricerche del giovane scomparso – Fotocronaca: Ricerche col drone – Scomparso al lago di Bolsena, ricerche senza sosta – Le ricerche del disperso nel lago di Bolsena


È una corsa contro il tempo per ritrovare il giovane montefiasconese. Ma ad oggi ancora nessuna traccia, né in acqua né sulla terraferma.

Le operazioni, secondo i soccorritori, andranno avanti ad oltranza.

Si sono alternate decine e decine di operatori in questi tre giorni. Dal nucleo sommozzatori al Sapr (sistemi aeromobili a pilotaggio remoto), dalle unità cinofile al reparto elicotteri dei vigili del fuoco.

L’Ucl, (unità di comando locale) dei pompieri è ormai da oltre 72 ore posizionata di fronte all’hotel ristorante La carrozza d’oro e attiva ininterrottamente h 24 da sabato mattina.

Anche i volontari della protezione civile, la croce rossa, le guardie ecozoofile e civili hanno perlustrato l’area a fondo.

Le ricerche continuano. Anche ieri mattina le squadre dei vigili del fuoco, protezione civile, polizia provinciale e croce rossa sono state al lavoro fin dalle prime ore della mattina.

A dare supporto ai sommozzatori di Roma anche l’imbarcazione della polizia provinciale. E’stata anche controllata la zona del Lucrino in direzione Bolsena.

Con il calare del buio, le operazioni sono state di nuovo interrotte purtroppo senza esito.

Ma riprenderanno questa mattina. Sono previsti di nuovo i sommozzatori in azione.

Il 37enne Andrea Durantini, nato a Pordenone, ma residente a Montefiascone da molti anni, era ben voluto da tutti e molto conosciuto a Montefiascone. Laureato in ingegneria, era un abile nuotatore, in particolare nell’apnea. Proprio per questo le ricerche si stanno concentrando sull’acqua.

Inoltre si sta pensando di far intervenire, da Roma o da Milano anche i Rov (remotely operated vehicle), dei robot subacquei filoguidati per scandagliare i fondali del lago.

Lo stesso sistema che venne utilizzato per le ricerche del turista tedesco Matthias Kehrer, annegato nel lago di Bolsena con il figlio di quattro anni Niklas e la figlia di cinque Lena.



Era il 17 maggio 2007, poco più di undici anni fa, quando i tre, a bordo di una canoa si allontanarono da Bolsena con destinazione una delle due isole del bacino. Ma non ci arrivarono mai a causa del forte vento di tramontana che fece ribaltare la canoa. Le ricerche andarono avanti per giorni ma i soccorritori riuscirono a ritrovare soltanto i corpi dei due bambini.

Forse anche Andrea Durantini voleva arrivare all’isola a nuoto? Ha invece tentato un gesto estremo? Ancora non si sa. Gli investigatori lasciano aperte qualsiasi pista e ipotesi.

Intanto già da sabato i carabinieri hanno ascoltato familiari e amici per ricostruire le ultime ore, prima della scomparsa, del 37enne.

Alcuni testimoni avrebbero confermato di averlo visto correre intorno alle 6 di mattina di sabato a poche decine di metri dalla sua macchina, lasciata con il motore acceso.

Altri lo avrebbero visto vicino a delle rocce, proprio lì dove sono stati rinvenuti i suoi abiti a pochi metri dalla sua autovettura.

Per ora i soccorritori ce la stanno mettendo tutta per ritrovare il giovane.

Michele Mari


Articoli: Giovane scomparso, anche i robot subacquei nel lago di Bolsena – Nessuna traccia del 37enne scomparso, i droni su lago e zone impervie – Gommoni, elicottero, cani e più di 30 uomini per cercare il giovane scomparso – Nessuna traccia del ragazzo scomparso, si cerca sulla terra e nell’acqua – Lago di Bolsena, si cerca 37enne scomparso

13 novembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR