--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Economia - Angelo Pieri e Luigia Melaragni della Cna all'assemblea nazionale che si è svolta a Milano

“Slancio in alto per dare nuova vita allo sviluppo economico del Paese”

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Una delegazione di Cna Viterbo e Civitavecchia a Milano

Una delegazione di Cna Viterbo e Civitavecchia a Milano

Milano – Riceviamo e pubblichiamo – “Slancio in alto”, è il claim scelto dalla Cna per l’assemblea nazionale che si è tenuta questa mattina a Milano.

E’ stata aperta, dopo il messaggio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dalla relazione del presidente nazionale della Confederazione, Daniele Vaccarino, e conclusa dal vicepremier Matteo Salvini.

“Lo slancio verso l’alto è necessario per dare nuovi stimoli allo sviluppo economico, sociale e civile del Paese, in questi tempi confusi e contraddittori, in cui però, come ha detto Vaccarino, la trasformazione dei processi di produzione e dei modelli di distribuzione e le tecnologie digitali pongono al mondo delle professioni eccezionali sfide e inedite opportunità”, affermano Angelo Pieri e Luigia Melaragni, rispettivamente presidente e segretaria della Cna di Viterbo e Civitavecchia, che hanno partecipato ai lavori dell’assemblea con una delegazione di imprenditori.

E’ chiaro che le rappresentanze delle imprese e del lavoro dipendente sono sottoposte a prove complesse per adattare le relazioni sindacali alle evoluzioni in corso. Cna – evidenziano – non si fa spiazzare. Questa mattina ha dato prova di una visione ampia, a partire dalla necessità di un nuovo corso per l’Europa, che deve diventare una casa comune capace di dare risposte a nodi fondamentali: crescita, sicurezza, immigrazione”.

Vaccarino è entrato nel merito della situazione economica (“l’economia italiana cresce poco e in maniera squilibrata, offre poche opportunità e scarsa mobilità sociale”) e della manovra, con proposte precise. “Merito, competenza e rispetto dei ruoli attraverso il mondo del lavoro diventano la chiave per rimettere in moto l’ascensore sociale, bloccato ormai da anni”, ha detto.

Oltre che da Pieri e Melaragni, la Cna di Viterbo e Civitavecchia era rappresentata da Lucia Maria Arena, presidente di Cna Artistico e Tradizionale; Alessio Gismondi, presidente della Cna di Civitavecchia e vicepresidente territoriale; Daniela Lai, portavoce dei Ceramisti del Lazio e vicepresidente; Carlotta Berton, componente della direzione; Massimo Civilotti, presidente dello Sno Cna (Sindacato degli Odontotecnici); Giovan Battista Chiodetti, vicepresidente.

Cna Viterbo e Civitavecchia

17 novembre, 2018

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR