Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Anche tu redattore - Blera - La segnalazione di Franca Moretti

A Blera la mostra di pittura “Tavole e altaroli del ‘300 italiano”

Condividi la notizia:

Cultura - A Blera la mostra di pittura "Tavole e altaroli del '300 italiano"

Cultura – A Blera la mostra di pittura “Tavole e altaroli del ‘300 italiano”

Blera – Riceviamo e pubblichiamo – Dal 22 al 26 dicembre si terrà a Blera, nella chiesa di San Nicola, la mostra di pittura “Tavole e altaroli del ‘300 italiano”.

Venti opere, frutto di due anni e mezzo di lavoro dell’artista Roberto Congedo, riproducono in modo originale su tavola con la tecnica della tempera all’uovo, le madonne con bambino di Duccio da Buoninsegna, Simone Martini, Giotto, Segna di Buonaventura e di altri importanti pittori della scuola senese e fiorentina appartenenti a quel periodo dell’arte italiana.

Roberto Congedo è nato a Sogliano Cavour e vive e lavora a Tarquinia. Dipinge come autodidatta da molto tempo e al suo interesse per l’arte moderna e contemporanea, affianca la passione per la pittura del trecento italiano.

E’ interessato agli autori della scuola senese e fiorentina, senza tralasciare le opere degli altri pittori italiani di questo periodo, con una particolare attenzione per i cosiddetti “minori”. Studia e sperimenta da sempre le varie tecniche pittoriche e, in queste sue opere, utilizza le tecniche originali del ‘300: l’uso del supporto in legno, la preparazione a gesso e colla, la pittura a tempera a uovo, e infine il procedimento della doratura, con foglie d’oro applicate a guazzo su un sottilissimo strato di bolo, successivamente brunite e decorate con incisioni a bulino.

Le sue opere di arte gotica riproducono verosimilmente o fedelmente i soggetti; cambia invece sempre le forme e le dimensioni dei supporti in legno su cui dipinge. Secondo questa sua chiave interpretativa si libera dalla pedissequa realizzazione di copie o falsi creando opere che da semplici riproduzioni diventano originali e uniche nel loro genere.

Franca Moretti


Anche tu redattore – le segnalazioni dei lettori

Chiediamo a tutti i lettori di segnalare ogni situazione interessante giornalisticamente.

Un ingorgo nel traffico, una festa, una sagra, un incidente, un incendio o qualsiasi situazione che secondo voi merita attenzione a Viterbo e in tutta la Tuscia. Basta azionare il telefonino, fotografare e scrivere due righe con nome e cognome inviandole alla redazione, specificando se si vuole essere citati nell’articolo e/o come autori delle foto, e far riferimento all’iniziativa “Anche tu redattore”. In ogni caso va inserito un proprio contatto telefonico (preferibilmente cellulare) che, ovviamente, non sarà reso pubblico. Le foto e i video devono essere realizzate da chi fa la segnalazione. 

Puoi inviare foto, video e segnalazioni a redazione@tusciaweb.it. In questo caso i testi vanno inviati in allegato in word.

Puoi anche usare WhatsApp con questo numero 338/7796471 senza nessun costo.

Insieme potremo fare un giornale sempre più efficace e potente al servizio dei cittadini della Tuscia. I materiali inviati non vengono restituiti e divengono di proprietà della testata.

Tutti i materiali inviati alla redazione, attraverso qualsiasi forma e modalità, si intendono utilizzabili in ogni forma e modo e pubblicabili. I materiali non vengono restituiti. Le foto verranno marchiate con “Tusciaweb copyright”.


Condividi la notizia:
22 dicembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR