--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cultura - Le rappresentazioni mercoledì 26 e domenica 30 dicembre e sabato 5 gennaio al quartiere Castello - Parte del ricavato sarà destinato all'acquisto di macchinari per il poliambulatorio di comunità

A Bolsena torna il presepe vivente

Condividi la notizia:

Bolsena - Castello Monaldeschi

Bolsena – Castello Monaldeschi

Bolsena – Riceviamo e pubblichiamo – Bolsena sulla via della cometa.

A Bolsena, la cittadina lacustre dell’alta Tuscia nota per il suo lago ma anche per il suo borgo e la sua Rocca Monaldeschi, il presepe vivente è diventato non soltanto una rappresentazione religiosa ma anche un’affascinante manifestazione ben radicata nelle tradizioni natalizie, simbolo di storia e identità locale inserite in un contesto unico.

Giunti ormai alla quinta edizione, anche quest’anno il presepe vivente sarà un’occasione straordinaria per unire la magia della Natività con la riscoperta dei luoghi e dei mestieri dell’antica civiltà.

Un’eccezionale opportunità per visitare la parte più antica del centro storico di Bolsena, le sue cantine e i suggestivi vicoli, scorci e piazzette illuminati da fiaccole e candele, torce in ferro battuto scolpite a mano da artisti locali ed affisse per l’occasione.

Una Rocca Monaldeschi illuminata per l’occasione da fari led studiati appositamente per sottolinearne la sua maestosità e un’immensa stella cometa a dare il benvenuto a stranieri e locali.

L’evento, patrocinato dal comune di Bolsena, dall’associazione pro loco e realizzato dall’associazione La Corte dei miracoli si svolgerà nelle giornate di mercoledì 26 e domenica 30 dicembre e sabato 5 gennaio a partire dalle 17,30 all’antico quartiere Castello.

Un impegno importante e ancor più di pregio quest’anno visto che i componenti dell’associazione hanno unanimemente deciso di devolvere parte del ricavato degli ingressi per l’acquisto di macchinari utili al nuovo poliambulatorio di comunità che verrà inaugurato a breve in via IV Novembre.

Come prescritto dalla tradizione, le prime due giornate si apriranno con le figure di Maria e Giuseppe nel loro pellegrinaggio alla ricerca di un riparo per l’imminente nascita del Salvatore. La data del 5 invece vedrà l’arrivo dei Re Magi che, percorrendo tutto il percorso del presepe, giungeranno sino alla capanna per offrire i loro doni a Gesù Bambino.

Un percorso di più di 700 metri che sarà caratterizzato anche da assaggi gastronomici, musica e artisti itineranti. Circa 200 i figuranti coinvolti, con 3 bambini nati nell’anno invitati a vestire il ruolo del protagonista. Un numero inesatto di persone volontarie addette all’organizzazione tra cui, ricordiamo, le operatrici della croce rossa Italiana addette ai particolari di makeup. E poi ancora la ormai tradizionale ed immancabile presenza di una eccellenza locale come le Lavandaie della Tuscia che animeranno con canti e balli la zona del Lavatoio, uno dei luoghi più suggestivi del rione ed altri altri artisti della zona.

Insomma, un luogo di una bellezza autentica dove poter vivere un’atmosfera natalizia fatta di semplicità e tradizione che vi scalderà il cuore.

Associazione Corte dei miracoli Bolsena


Condividi la notizia:
11 dicembre, 2018

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR