--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Dopo il duro scontro sulla convocazione della prossima seduta, in capigruppo la decisione di riconvocarla col metodo classico

Consiglio comunale, scoppia la pace natalizia

Stefano Evangelista

Stefano Evangelista

Viterbo – (g.f.) – Pace natalizia in consiglio comunale. Sarà la la data scelta, il 24 dicembre, proprio la vigilia, ma la riunione dei capigruppo convocata ieri mattina alle 10 ha messo tutti d’accordo. Maggioranza e opposizione.

Dopo il consiglio saltato la scorsa settimana per assenze nel centrodestra, FdI in blocco più altri, la nuova convocazione ha scatenato il putiferio. Direttamente in seconda, quando serve un numero minore di presenze.

La minoranza si è scagliata contro. Politicamente e proceduralmente, al grido di non si può fare.

Dall’altra parte, il presidente del consiglio Stefano Evangelista ha difeso la scelta, con tanto di parere del segretario generale.

Dopo un paio di giorni a discutere, Evangelista ha confermato la decisione, convocando una capigruppo per discuterne. Per spirito di condivisione.

Alla fine, si è optato per una scelta di buonsenso. Essendoci i tempi, è stata predisposta una nuova convocazione, col sistema “classico”, ovvero il 27 dicembre alle 15,30 in prima convocazione e il giorno successivo sempre alla stessa ora, in seconda.

Forse perché ispirati dal clima natalizio, dalla maggioranza c’è chi ha spinto per evitare una forzatura. Esiste un parere, ma la prossima seduta ha argomenti di una certa importanza di cui discutere. Metterla a rischio per un irrigidimento aveva poco senso. Quindi si cambia, con tanti auguri di buon Natale.


Articoli: Stefano Evangelista: “La convocazione è giusta, il consiglio è confermato per il 27” – Barelli (Viva Viterbo) “Il mio auspicio è che prevalga la politica del buonsenso” – “Siamo alle comiche iniziali, manco i consigli sanno convocare” – Minchella (Pd): “Ancora una volta si forzano le regole”

25 dicembre, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR