Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - A dare la notizia la direttrice generale della Asl Daniela Donetti - Saranno attive entro la prima metà del 2019

“Dieci nuove sale operatorie a Belcolle”

di Daniele Camilli
Condividi la notizia:

Viterbo - La conferenza stampa alla Cittadella della salute

Viterbo – La conferenza stampa alla Cittadella della salute

Viterbo - La Cittadella della salute

Viterbo – La Cittadella della salute

Viterbo - Daniela Donetti

Viterbo – Daniela Donetti

Viterbo - La Cittadella della salute

Viterbo – La Cittadella della salute

Viterbo - Antonella Proietti

Viterbo – Antonella Proietti

Viterbo - Maria Luisa Velardi

Viterbo – Maria Luisa Velardi

Viterbo – “Dieci nuove sale operatorie all’ospedale di Belcolle di Viterbo. Due ad altissima tecnologia, connesse in tempo reale con immagini registrate per permettere ai professionisti di studiare l’intervento e formare i chirurghi sugli interventi più avanzati. A fine gennaio il trasferimento dalle vecchie alle nuove sale. A metà gennaio la conferenza stampa in cui vi diremo tutto”.

Sarà questo l’inizio d’anno della Asl viterbese annunciato dalla direttrice generale Daniela Donetti che questa mattina, in conferenza stampa alla Cittadella della salute di via Enrico Fermi, ha presentato i risultati raggiunti negli ultimi tre anni. Dal 2015 al 2018. Al termine del piano dei servizi appena trascorso e all’alba di quello nuovo che caratterizzerà invece il prossimo triennio.

Assieme a Donetti, anche la direttrice sanitaria Antonella Proietti e la direttrice amministrativa Maria Luisa Velardi.

Non solo, ma ad agosto è ripartito il cantiere che, dopo vent’anni di attesa, punta dritto al completamento dell’ospedale di Belcolle.

“Qualche giorno fa abbiamo presentato il nuovo piano dei servizi – ha esordito Donetti – E’ quindi corretto fare un bilancio rispetto ai tre anni precedenti per vedere se i risultati raggiunti sono stati coerenti con gli obiettivi che ci siamo posti all’inizio”.

Tre anni intensi, con l’intenzione, realizzata, di potenziare le strutture presenti sul territorio mettendo a sistema i vari punti di erogazione dell’azienda. Una vera e propria rete, con i dipartimenti impostati sui percorsi assistenziali dei pazienti.

“Un investimento che si aggira attorno ai cinquanta milioni di euro – ha detto Donetti – e che ha già visto la realizzazione di importanti interventi come le case della salute a Soriano e Bagnoregio, la hall di Belcolle, il pronto soccorso a Civita Castellana e il rifacimento dei tetti a Tarquinia”. In più, consultori, protocolli d’intesa, poliambulatori, reti di riabilitazione, parto in acqua, unità mobili e un centro autismo.

“Gli interventi di questi ultimi tre anni – ha proseguito poi Donetti – hanno visto investimenti strutturali e in nuove attrezzature, l’attivazione di servizi, percorsi e reti, investimenti in risorse umane, con la costruzione di progetti formativi e di un piano dei fabbisogni, la verifica della qualità delle cure, con la partecipazione diretta da parte dei cittadini, e l’attivazione di procedure di controllo sia per la parte sanitaria che per quella amministrativa”.

Tra il 2016 e il 2020 Belcolle vede, tra interventi realizzati e obiettivi ancora da raggiungere, 22 milioni di euro di impegni. Per Tarquinia l’investimento si aggira invece attorno ai 10 milioni di euro. Quattro e mezzo per Civita Castellana e 6 milioni per gli altri territori, vale a dire Montefiascone, Orte, Vetralla, Ronciglione, Soriano e Bagnoregio.

“Il nuovo piano strategico – ha concluso Donetti – proseguirà su questa linea. Cercheremo inoltre di modificare la percezione che i cittadini hanno nei nostri confronti”.

“Tutti gli interventi – ha aggiunto Antonella Proietti – fanno parte di un sistema, facendo in modo che i servizi fossero ben visibili ai cittadini”.

Attenzione anche ai dipendenti, in particolar modo alla stabilizzazione dei precari. “In questi tre anni – ha sottolineato infine Maria Luisa Velardi – Siamo stati impegnati sulla stabilizzazione. Cosa che proseguiremo anche nel corso del 2019 con nuove assunzioni a tempo indeterminato. Abbiamo poi regolamentato tutta una serie di attività riguardanti il personale con regolamenti che tengono conto delle professionalità nel rispetto delle competenze. Un risultato raggiunto anche grazia alla collaborazione e all’impegno messo in campo dalle organizzazioni sindacali”.

Daniele Camilli


Condividi la notizia:
20 dicembre, 2018

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR