--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - La camminata di ultramarathon era stata sospesa per maltempo lo scorso ottobre

Domenica il recupero della Radicofani – Acquapendente

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Angelo Ghinassi

Angelo Ghinassi

Acquapendente – Riceviamo e pubblichiamo – “Saranno oltre 400 i partecipanti al recupero della camminata Radicofani – Acquapendente inserita nella World Francigena ultramarathon walk in programma domenica 9 dicembre”.

Questo il dato snocciolato con orgoglio a metà mattinata dall’assessorato Sport e Turismo del comune di Acquapendente.

Partenza prevista alle 9 dal comune toscano (piazza San Pietro) dopo che dalle 7,45 alle 8,45 verranno verificate le iscrizioni.

La camminata inizierà con una discesa di 8 chilometri lungo il crinale, con la vista sulle valli che si allungano verso il Lazio. Attorno colline a perdita d’occhio e il monte Amiata, dietro la rocca di Radicofani.

Giunti a Ponte a Rigo si percorrerà qualche chilometro prima di entrare nel Lazio, e poi lungo una strada sterrata con panorami sulla valle del fiume Paglia fino a Proceno. Si scenderà poi a Ponte Gregoriano, prima di affrontare l’ultima ripida salita verso la porta della Ripa, porta d’ingresso ad Acquapendente. Gli arrivi sono previsti dalle 13 alle ore 17.

Collaboreranno con l’assessorato acquesiano, organizzatore dell’evento per quanto riguarda la logistica, i comuni di Radicofani e Proceno, la frazione di Ponte a Rigo e varie associazioni di volontariato presenti nei centri interessati.

“Con la tappa finale della Francigena Ultramarathon – sottolinea il sindaco di Acquapendente Angelo Ghinassi – si conclude un anno di successi. Che ha visto una crescita importante delle manifestazioni podistiche sul territorio. Alla Ultramarathon del 27 e del 28 ottobre avevano partecipato sui vari tratti un migliaio di partecipanti, ma le condizioni del tempo erano state proibitive, al punto di dover interrompere a Radicofani la maratona, con la promessa di recuperare. Domenica manteniamo la promessa del nostro ufficio Sport e Turismo e dei volontari che con passione contribuiscono all’organizzazione. A Sergio Pieri e a tutti gli amici va il ringraziamento dell’amministrazione per l’impegno profuso”.

Questi i numeri delle presenze del 2018 riguardo a trekking, nord walking e camminate: camminata di Pasquetta a Torre Alfina (200), Roghete trekking ad Acquapendente (100), European Francigena marathon Acquapendente (2.100), camminata dal Ciaraso Acquapendente (200), Luna piena trekking Monte Rufeno (8100), Scarpinata a Monte Rufeno Trevinano (700), World Francigena ultramarathon Acquapendente (1.000), presenza pellegrini sulla via Francigena Acquapendente (15.000).

“E’ un movimento – continua il sindaco – in costante crescita, con dimensioni sempre più interessanti anche in termini economici, con ricadute positive su varie attività e che fa conoscere Acquapendente e la sua importanza sul percorso della via Francigena. Indubbiamente è un tema su cui puntare per la politica turistica degli anni a venire, facendo tesoro di un’esperienza forse unica e comunque molto rara sul territorio nazionale. Sono iniziative che con il tempo si consolidano e crescono sulla base di una fidelizzazione dei partecipanti, molti dei quali ritornano. Si stabiliscono così legami di amicizia, che vanno oltre le date del singolo evento e questo ha un valore enorme. È una vera e propria risorsa”.

Giordano Sugaroni

5 dicembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR