--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Sta scritto nel piano di caratterizzazione realizzato dalla regione Lazio

Lago di Vico, nessuna contaminazione dovuta all’arsenico

Ronciglione - Il lago di Vico

Ronciglione – Il lago di Vico

Le armi ritrovate nella Chemical city tra il 1996 e il 2000

Le armi ritrovate nella Chemical city tra il 1996 e il 2000

Viterbo – (dan.ca.) – Lago di Vico tutto apposto. Almeno per quanto riguarda arsenico e masse metalliche, quest’ultime riconducibili alla vicina zona militare, la cosiddetta “chemical city” dove per decenni sono stati depositati barili contenenti “armi chimiche”, bonificati poi nel corso degli ultimi anni.


Il piano di caratterizzazione della Regione Lazio


A metterlo nero su bianco è la “Relazione conclusiva di caratterizzazione del bacino del lago di Vico” realizzata da Arpa e consultabile sul sito della regione Lazio. Si tratta di un piano di indagine necessario alla verifica del grado di compromissione delle matrici ambientali.

Per quanto riguarda l’arsenico, “non sono emerse – riporta la relazione nelle valutazioni conclusive – condizioni di contaminazione diffusa visto che tutti i valori riscontrati in fase di indagine nelle aree agricole sono risultati inferiori” rispetto ai parametri di riferimento”. “Sono invece stati registrati 3 modesti superamenti nelle aree residenziali e produttive in corrispondenza di due sondaggi”. Tuttavia, nulla di preoccupante.

Non solo, ma “il rilievo batimetrico e magnetometrico del fondale del Lago – prosegue la relazione dell’Arpa – eseguito per una dettagliata ricostruzione della morfologia del fondo lago e per escludere la presenza di anomalie magnetiche riconducibili a corpi sommersi correlabili ad attività non documentate relativamente all’ex magazzino materiali difesa Nbc (nucleare, batteriologico, chimico ndr), non ha evidenziato alcuna risposta di tipo magnetometrico”.

Ciò significa che né prima, né dopo la seconda guerra mondiale sono stati gettati nel lago barili provenienti dalla chemical city, la zona militare costruita durante gli anni ’30 dal regime fascista per trasformare iprite e altre sostanze chimiche da utilizzare come armi, così come accadde in Etiopia tra il 1935 e il 1937.

L’unica “contaminazione” riscontrata dalla relazione dell’Arpa riguarda “risalite di fluidi profondi attraverso le zone di fratturazione che caratterizzano l’area vulcanica”. Inoltre “eventuali sorgenti di contaminazione di origine antropica (provocate dall’intervento dell’uomo ndr) ubicate nei settori orientale, meridionale e occidentale della zona intracalderica avrebbero impatto solo sulla qualità delle acque sotterranee, senza interferire con quelle superficiali del lago. Al riguardo è opportuno precisare che, sebbene alla scala indagata l’affidabilità del modello risulti essere accettabile, potrebbero chiaramente essere state ignorate eterogeneità locali con conseguenti deviazioni delle direzioni di flusso e del plume di contaminazione reale rispetto a quanto simulato”.

Daniele Camilli

27 dicembre, 2018

Reportage ... Gli articoli

  1. "Rischiamo la rivolta dei detenuti o un'evasione"
  2. "Piazza della Rocca, San Faustino e la Trinità vanno recuperate e valorizzate"
  3. Al Pilastro una partita di calcio contro il razzismo...
  4. "Il cortile di San Carluccio doveva essere una casa albergo per persone in difficoltà"
  5. "Un centro studi per indagare gli aspetti meno conosciuti del lavoro di Pier Paolo"
  6. La vergogna cittadina degli affreschi distrutti in via Annio e via Saffi
  7. Ventidue milioni di turisti rinunciano alla Tuscia
  8. "E' stato un padre e un fratello, l'amico del cuore"
  9. "Hai sempre cercato di disegnare un sorriso sui nostri volti"
  10. "Befane di tutta Italia unitevi..."
  11. Pienone per la calza della befana più lunga del mondo
  12. Luminaria, suggestioni poetiche nel segno del dialogo e dell’integrazione
  13. "Civita e Bagnoregio diventeranno lo snodo turistico e viario di tutta la Tuscia"
  14. Happy New Year
  15. "Chiesa San Lazzaro: reperite le risorse per il tetto, e affidati i lavori"
  16. Chiesa di San Lazzaro, dopo tre mesi il comune non ha fatto nulla
  17. "Vivo. Vivo? Respiro! Qui è pieno de topi..."
  18. "È una città che ha poca attenzione per il suo patrimonio culturale"
  19. "Consiglio a tutti di visitarla, noi abbiamo deciso di passarci il Natale"
  20. La Teverina diventerà il paese delle fiabe d'Europa
  21. "Anpi, il prefetto Bruno doveva partecipare all'inaugurazione della sede"
  22. Due quintali di solidarietà per il Campo delle rose
  23. La banda della Polizia e la Croce Rossa incantano l'Unione
  24. "Provocazione fascista contro la sede dell'Anpi"
  25. "Un'aggressione mediatica senza precedenti"
  26. Un borgo dipinto a Bagnoregio e una flotta di bus turistici per collegare tutta la Tuscia
  27. Scontri, barricate, pallottole di gomma... è la battaglia di Parigi
  28. I sogni dei bambini nelle letterine a Babbo Natale...
  29. I pericoli del "Colosseo", dove i ragazzi rischiano la vita
  30. "Trasformare lo studio di Pier Paolo in casa vacanze sarebbe solo uno sfregio"
  31. La Torre di Pier Paolo Pasolini rischia di diventare una casa vacanze
  32. "Pier Paolo passò qui il suo ultimo capodanno, con Bertolucci e Taviani"
  33. L'umidità sta divorando gli affreschi di Vanni al cimitero di San Lazzaro

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR