Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Comune - Barelli (Viva Viterbo) e la crisi barzelletta risolta distribuendo incarichi: "Hanno preso tutto tranne la più importante, quella da cui i cittadini si attendono risposte" - Provocatoriamente si propone come assessore di minoranza

“Si sono spartiti tutto tranne l’Ambiente, mi candido io”

di Giuseppe Ferlicca

Condividi la notizia:

Viterbo - Giacomo Barelli

Viterbo – Giacomo Barelli

Viterbo – “E adesso non hanno più niente da spartirsi”. Mezza crisi in comune, Giacomo Barelli (Viva Viterbo) ci va giù pesante dopo il duro scontro in maggioranza fra Lega e FdI, chiuso con una redistribuzione di deleghe tra assessori e consiglieri e riposizionamenti nelle commissioni.

“Stiamo parlando del nulla. Una spartizione che dimostra ancora una volta il totale vuoto di idee”.

È stato distribuito tutto o quasi. L’unica delega veramente importante è ancora di competenza del sindaco Giovanni Arena, l’Ambiente. Nessuno la vuole.

Eppure, si tratta di un tema che i cittadini vivono sulla loro pelle quotidianamente, riguarda i rifiuti, c’è il nuovo appalto. “È una di quelle cose che i cittadini si aspettano di vedere risolte da chi si è candidato”.

Siccome nessuno in giunta ne vuol sentire parlare: “Mi candido io a ricevere quella delega”. Un assessore di minoranza sarebbe una novità. È invece una provocazione. Ma nemmeno più di tanto.

“Per il bene della città – continua Barelli – se in maggioranza non se la sentono di prendere questa responsabilità, io dall’opposizione non ho problemi. In politica ci si sta per fare e per dare, non solo per chiedere ed incassare”. A qualche poco coraggioso esponente di maggioranza potrebbero fischiare le orecchie.

“I problemi vanno risolti con i fatti, non con le chiacchiere e le spartizioni”. Un bello schiaffo. Che Barelli ha virtualmente consegnato ieri anche durante la capigruppo, in cui si sono stabilite le prossime sedute di consiglio comunale, il 20, 27 dicembre e il 10 gennaio.

Fratelli d’Italia ancora assente: “Continuano a disertare le riunioni, in spregio al consiglio comunale”. Forse non tutti i problemi sono risolti.

Non è l’unico sassolino di Barelli contro FdI: “Hanno dichiarato che è il sindaco ad assegnare la presidenza delle commissioni – osserva Barelli – questo offende il consiglio comunale, perché sono i consiglieri a votare i presidenti. Ho chiesto al presidente del consiglio d’intervenire”.

Presidente a sua vota attaccato da FdI per avere preso parte alla conferenza stampa della Lega in cui hanno duramente preso di mira i colleghi. Bel casino. “Sarebbe ora che cominciassero a impegnarsi sulle cose serie”.


Condividi la notizia:
15 dicembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR