--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Pallacanestro - I viterbesi si rifanno dell'eliminazione ai playoff 2018 e in campionato vincono 79-48

Soriano Virus, che vendetta all’Umbertide!

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Sport - Pallacanestro - Soriano Virus - La squadra

Sport – Pallacanestro – Soriano Virus – La squadra

Soriano Virus – Fratta Umbertide 79-48 (25-10/19-14/18-14/17-10).

SORIANO: Balestro 11, Bellachioma 1, Caniello 9, Catalani 2, Cima 6, Damiani (k), Felici, Giacci, Marano 8, Milani 15, Pettirossi 2, Rossi 25.
Coach: Brunetti.


Era la partita che molti attendevano da mesi, da quando a maggio il Fratta Umbertide aveva prematuramente eliminato al primo turno dei playoff 2018 proprio i Soriano Virus. Ma era anche la partita che poteva dire se la strepitosa vittoria sul campo del Pontevecchio una settimana fa dopo un tempo supplementare, avrebbe costituito delle solide fondamenta su cui poter basare l’intera stagione o se sarebbe stata solamente una rondine che a dicembre, si sa, non fa primavera. A Natale la tradizione vuole che si giochi a carte e i Virus cercavano il loro personale poker di vittorie su sei partite disputate.

Il quintetto cimino schierato da coach Brunetti e il pubblico accorso al PalaVirus, rimasto fedele nonostante l’insolito turno infrasettimanale, subito fanno capire ai malcapitati umbri che sarebbe stata una serata molto lunga e tormentata, anche se, a dire il vero, la partita comincia e dopo cinque minuti sembra già finita, tanto è lo strapotere dei neroverdi. Pressione asfissiante a tutto campo, ritmo forsennato, possessi velocissimi e la bava dei difensori che si lanciano affamati su ogni cosa passi loro vicino. Non ce n’è letteralmente per nessuno: 25-10 il risultato alla prima sirena. Sugli spalti i ragazzi della scuola minibasket già esultano con cori e striscioni per i loro beniamini.

Rossi non stupisce più e infila un esorbitante numero di palloni recuperati (8 a fine gara), sfiorati, sporcati, deviati che però alla fine trovano sempre la stessa conclusione, in fondo alla retina avversaria (25 a fine partita). Caniello non fa mancare mai energia e aggressività e i punti (comunque 9 per lui) sono solo l’ultimo apporto che da alla squadra, Balestro ritorna a macinare gioco con spalle larghe e cuore grande (5 su 7 per lui con 11 punti totali), Cima ancora in difficoltà per un recente infortunio, dal quale sembra non aver ancora recuperato a pieno, porta comunque acqua al mulino (solo 6 punti ma 4 recuperi) e la mareggiata iniziale si trasforma in una vera e propria tempesta. I ragazzi di Umbertide cercando di salvare il salvabile attacandosi a quello che di buono hanno pur saputo mettere in campo per il 44-24 di fine primo tempo.

Nella ripresa gli ospiti tentano di riportarsi sotto per tentare il colpaccio finale e nelle menti dei cimini torna a riaffacciarsi l’incubo della sconfitta con Marsciano, partita dominata e poi persa malamente. Ma le intenzioni questa volta restano nel mondo delle idee e il campo invece decreta con largo anticipo chi sarà a vincere questa sfida. I Virus continuano a correre, a pressare e a recuperare palloni come ciliegie da un albero. Marano nel pitturato porta a spasso i bambini, o quelli che vicino a lui sembrano esserlo, senza nemmeno sbagliare un tiro in tutta la partita. Milani ne confeziona 15 senza colpo ferire e soprattutto mostrando anch’egli un’ottima efficienza offensiva (6 su 8 al tiro), mentre l’alce Giacci con mani veloci e gomiti larghi trova sempre il modo di farsi rispettare dagli imberbi umbri.

La partita scivola via fino alla fine, anche se con qualche nervosismo di troppo non giustificato dal risultato ormai acquisito: 79-48 alla sirena, con il cameo del presidente Catalani che nel finale trova il tempo di scendere in campo e firmare la vittoria con un canestro ininfluente. Ritmo, intensità e capacità di battere l’avversario prima nella testa e poi sul campo sono le armi di questi Virus, ma ora giunge la prova più difficile: lunedì 10 dicembre ore 21.00 arriva a Soriano la prima della classe Bastia Umbra, finora imbattuta. Ma, è quasi banale ricordarlo, c’è sempre una prima volta.

 

8 dicembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR