--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Bilanci 2018 - Intervista al presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti

“Trasversale, aspettiamo il definitivo via libera noi siamo pronti”

Condividi la notizia:

Monte Romano - Nicola Zingaretti

Monte Romano – Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti

Viterbo – (g.f.) – Con il 2018 si chiudono i primi dieci mesi della sua seconda consiliatura. Da aprile, quando si è insediato a oggi, un primo bilancio dell’attività portata avanti.

“In un momento di grande difficoltà e di incertezza nel paese – dice Nicola Zingaretti –  dal Lazio abbiamo voluto dare segnali di concretezza e stabilità. In questi giorni abbiamo approvato il bilancio 2019-2021. Se dovessi scegliere due misure simbolo del nuovo bilancio, penso all’aumento dei fondi per le rette degli asili nido, che passano dai 10,5 milioni di euro del 2019 ai 12,5 del 2021, per arrivare ai 15 milioni di fine legislatura. Un segnale forte per dare sicurezza e prospettiva alle famiglie. E poi l’abbassamento dell’Irap per oltre 12mila aziende del territorio con forte vocazione all’export, confermando le esenzioni e le agevolazioni Irpef per oltre 2,7 milioni di cittadini. Più servizi e meno tasse, per favorire crescita e giustizia sociale”.

Sanità, di recente l’inaugurazione dell’ospedale dei Castelli, nella Tuscia quali sono le prospettive?
“Ai Castelli abbiamo inaugurato un ospedale all’avanguardia. È il primo ospedale pubblico che apre dopo il lungo periodo del piano di rientro: un simbolo della rinascita della sanità del Lazio. Per quanto riguarda la sanità viterbese la sfida continua: abbiamo destinato 50 milioni per l’edilizia sanitaria, realizzando interventi attesi da anni, come la nuova hall, la nuova sala angiografica e il blocco operatorio a Belcolle, o il pronto soccorso di Civita Castellana. E stiamo investendo ancora per l’ospedale Belcolle, penso alla nuova Pet o alla realizzazione del nuovo pronto soccorso. Abbiamo investito anche per realizzare la nuova morgue a Civita Castellana, la ristrutturazione dell’ospedale di Acquapendente e la realizzazione del centro salute di Orte, della casa della salute di Ronciglione e la dotazione della tecnologia necessaria al centro riabilitazione della struttura di Montefiascone. Sono tutti tasselli di un piano a lungo termine che certifica il lavoro svolto in questi anni e scommette su una sanità sempre migliore e più vicina alle esigenze delle persone”.

Con i fondi regionali è stato inaugurato un altro tratto di sei chilometri di trasversale Orte – Civitavecchia. Per i finali 17 e mezzo c’è ancora parecchia strada da fare. Quale impulso può dare la regione per arrivare al completamento di una delle incompiute più longeve d’Italia?
“Le cosiddette incompiute sono uno dei mali del nostro paese. Noi stiamo lottando per velocizzare i tempi e portare a termine nei tempi più brevi le opere programmate e finanziate nel Lazio, perché siamo consapevoli che con il miglioramento delle infrastrutture potremo generare lavoro e competitività, oltre a migliorare la vita dei cittadini. Abbiamo appena inaugurato il tratto Monte Romano Est – Cinelli della Orte-Civitavecchia. Una grande infrastruttura moderna, a zero impatto ambientale, interamente finanziata dalla regione Lazio con 117 milioni di euro. Un’opera, ci tengo a sottolinearlo, realizzata esattamente nei tempi stabiliti. Si è trattato di un investimento strategico per collegare con il resto del paese il porto di Civitavecchia. E adesso aspettiamo fiduciosi e pronti il definitivo via libera al lotto finale, da Monteromano allo svincolo sulla Civitavecchia Grosseto”. 

A proposito di collegamenti, a Viterbo si discute di una fermata dell’alta velocità a Orte, ma per i pendolari, cancellazioni e ritardi sono all’ordine del giorno. Roma Nord e Viterbo Cesano – Roma, si può fare di più e cosa?
“L’alta velocità, sulla quale ci sono tavoli tecnici con Trenitalia per verificare la fattibilità, è certamente una grande opportunità. Ma per noi resta prioritaria la qualità della vita degli utenti del trasporto ferroviario regionale, evitando ulteriori disagi orari e organizzativi. Sulle ferrovie ex concesse, tra cui la Roma-Viterbo, seguiamo un percorso chiaro, oltre ad applicare le opportune penali, investiamo oltre 180 milioni di euro che serviranno, tra l’altro, a potenziare e ammodernare la linea”.

Rifiuti: Viterbo, come altre realtà si è fatta carico dell’emergenza a Roma. Un piano che consenta una gestione normale e un’uscita definitiva dall’emergenza è immaginabile?
“La regione Lazio non si tira indietro. Siamo al fianco dei cittadini romani, facendo tutto ciò che ci è concesso in base alle nostre competenze, che è bene ricordarlo, sono relative alla pianificazione del sistema dei rifiuti, mentre è assegnata ai comuni la responsabilità di raccolta, trattamento e smaltimento. Quando la città metropolitana indicherà come deve, i siti per lo smaltimento, potremo approvare il nuovo piano rifiuti del Lazio che punterà su recupero, riciclo e riuso, oltre che sul riequilibrio territoriale dell’impiantistica. Roma e Ama però devono muoversi. Non c’è più un minuto da perdere: la capitale e l’azienda municipalizzata che gestisce i rifiuti devono attivarsi contro l’emergenza, rilanciando la differenziata, che è praticamente ferma solo a Roma nella nostra regione, e mettendosi nella condizione di chiudere il ciclo, per evitare di conferire i propri rifiuti in altre province o regioni”. 


Condividi la notizia:
29 dicembre, 2018

Bilanci 2018 ... Gli articoli

  1. "Oggi in politica c'è troppa impreparazione..."
  2. "72 cani adottati e 72mila euro risparmiati dal comune"
  3. "Oltre 500 paganti a sera, il Tuscia film fest si conferma un evento molto seguito"
  4. "Aziende e università devono collaborare per avere prodotti esclusivi"
  5. “Per il 2019 vogliamo far conoscere il corteo storico all'Italia”
  6. "Subito operativa la legge regionale sulla rigenerazione urbana"
  7. "Non posso non pensare alle tante battaglie per migliorare la giustizia..."
  8. "15 nuovi pompieri, ripresa dei lavori alla caserma e un progetto con l'Aves"
  9. "Digitalizzazione, nel 2018 erogati 160mila euro di voucher a fondo perduto"
  10. "Il 'modello Lazio' è la chiave per rilanciare il centrosinistra nazionale"
  11. "In un anno e mezzo finanziate 100 aziende col microcredito"
  12. "Nella Tuscia la droga viene spacciata perché viene consumata"
  13. "Abbiamo trovato un comune fortemente indebitato..."
  14. “Export: bene la ceramica, stabile il tessile, male l’agricoltura”
  15. "Abbiamo assoluto bisogno di infrastrutture perché Viterbo è isolata"
  16. "Nell’artigianato dopo tanti anni è riapparso il segno più"
  17. "Un piano regolatore del turismo, più pubblicità per il territorio e gioco di squadra"
  18. "Oltre alla qualità dobbiamo vendere un pezzettino di territorio"
  19. "Viterbo Terme è il futuro di questa città e dell’indotto su tutto il territorio"
  20. "La provincia ha bisogno di risorse, il personale è allo stremo"
  21. "Tutto il mio impegno per le infrastrutture e il rilancio di agricoltura, economia e turismo"
  22. "Civita e Bagnoregio diventeranno lo snodo turistico e viario di tutta la Tuscia"
  23. "Una lista di FdI a Tarquinia e Civita e un candidato della Tuscia alle Europee"
  24. "Noi abbiamo un'idea di città... Arena no"
  25. "Il centro storico è stato e sarà la nostra prima priorità"
  26. "Scuola laica, tutela dei diritti e rispetto dei lavoratori"
  27. Meno allenatori, 17 vittorie e il sogno serie B andato avanti fino a giugno
  28. "Nei comuni al voto la Lega andrà da sola col suo simbolo"
  29. "Ex Terme Inps, il 2019 sarà l'anno del rilancio"
  30. "La Scarabeo è in un vicolo cieco"
  31. "La nostra qualità non ha competitor al mondo..."
  32. "Nel 2018 meno reati ma più controlli e arresti"
  33. "Vogliamo anche il viadotto autostradale sul Tevere"
  34. "Nel 2018 meno reati e arresti raddoppiati"
  35. "Per questo secondo anno di amministrazione il lavoro è stato intenso"
  36. "Diminuiti gli incendi grazie alle segnalazioni sempre più precise..."
  37. Camilli: "Ci hanno massacrato ma abbiamo una rosa per puntare a tutto"
  38. Viterbese, il giocatore dell'anno è Luca Baldassin
  39. "Meno fenomeni e più carattere, ecco la nostra ricetta"
  40. "La Tuscia è un cimitero, due morti per ogni nato"
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR