--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Marta - Furono in tutto sei le missioni degli americani

12 gennaio 1944, settantacinque anni fa la prima incursione aerea alleata

di Michele Mari

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Aerei P-40 americani

Aerei P-40 americani

 

Marta

Marta

Marta – 75 anni fa la prima incursione aerea alleata contro la cittadina di Marta.

Era il 12 gennaio 1944 quando alle 14,30 avvenne il primo mitragliamento aereo della seconda guerra contro il territorio del piccolo paese sulla riva sud del lago di Bolsena.

Un documento d’epoca, conservato nell’archivio storico comunale descrive nel dettaglio l’azione.

“Alle 14,30 circa, in contrada ‘Le pietre’ di questo comune – si legge nel documento – un apparecchio nemico (si ritiene americano) ha mitragliato un carro che trasportava legna dal bosco del commendatore Carletti uccidendo due muli da traino e ferendo il terzo. Non si lamentano vittime né ferimenti alle persone che guidavano il carro. Poco lontano è stato anche mitragliato un autocarro germanico dal quale, a quanto viene riferito, sono state colpite più persone tra cui diversi civili”.

La seconda incursione aerea nel territorio del comune di Marta avvenne il 29 aprile 1944. A testimonianza di ciò abbiamo un fonogramma conservato all’archivio storico comunale.

“Viene riferito – si legge nel documento – che il giorno 29 aprile alle 10,30 aerei nemici avrebbero sganciato nove spezzoni incendiari in aperta campagna senza causare danni di sorta”.

Era l’8 maggio 1944, quando alle sette circa di mattina, alcuni aerei nemici mitragliarono la strada provinciale che da Marta porta a Tuscania, in località “Cartiera”.

“Stamani alle 7 – si legge in un altro documento – aerei nemici scesi a bassa quota effettuavano un mitragliamento in località Cartiera di Marta lungo la strada provinciale Marta – Tuscania ferendo leggermente all’alluce del secondo dito del piede destro Cempanari Antonio di anni 41, contadino di Marta, il quale col proprio carretto si recava in campagna”.

La quarta missione aerea americana contro Marta avvenne il 15 maggio 1944.

“Stamani alle 6,30 in località Castel’Araldo – recita il documento – lungo la strada provinciale Tuscania – Marta (ai chilometri 12 e 13) due squadriglie d’apparecchi da caccia americani, scesi a bassa quota, si sono dati a mitragliare un autotreno germanico carico di fusti di carburante che si sono incendiati. Il personale che guidava la macchina è riuscito a mettersi in salvo. In prossimità si trovava a transitare un carro a trazione animale di proprietà di tal Egidi Armando. I due cavalli che trainavano il carro sono stati uccisi. Il conducente è riuscito a salvarsi. Altro mitragliamento è stato effettuato nel bosco denominato “la macchietta” a tre chilometri da Marta lungo la strada Verentana e anche in località Rama del Vescovo al 13esimo chilometro della strada Tuscania – Marta. Nessun danno alle persone”.

Inoltre il 27 maggio 1944 una nuova incursione aerea nel territorio comunale con un mitragliamento e uno spezzonamento.

“Dalle 00,30 all’1 circa – si legge in un altro documento – aerei nemici hanno effettuato azione di spezzonamento e mitragliamento in località Giardino, nel territorio di questo comune a circa due chilometri dal centro abitato. Gli spezzoni lanciati in aperta campagna in vicinanza di un comando tedesco non hanno causato danni a persone mentre hanno fortemente danneggiato varie piante di olivo e alberi di viti”.

L’8 giugno due aerei alleati attaccarono il ponte sul fiume Marta mitragliando e spezzonando la struttura, uno stabilimento e un piccolo deposito tedesco in aperta campagna.

Poi il 10 giugno i tedeschi si ritirarono e arrivarono le truppe francesi in forza nelle fila alleate.

Michele Mari


Condividi la notizia:
12 gennaio, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR